Velimir Andrejić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Velimir Andrejić
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro (dal 2003)
Serbia Serbia (dal 2006)
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex universale)
Squadra 600px Blu e Rosso4.png Imolese (giovanili)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
-1992600px HEX-FEFCF0 bordered HEX-FF0000 HEX-000080 filled.svg KMF Mungosi
Squadre di club
-1992600px HEX-FEFCF0 bordered HEX-FF0000 HEX-000080 filled.svg KMF Mungosi
1992-1996Bologna
1996-2001Prato
2001-2002San Paolo Pisa
2002-2005Imola
Nazionale
Jugoslavia Jugoslavia
Carriera da allenatore
2000Pratoallenatore/giocatore
2002-2005Imolaallenatore/giocatore
2005-2006Prato
2005-2017Serbia Serbiacollaboratore
2006-2011Kaos
2012-2017Kaosgiovanili
2015-2016Kaos
2017Kaos
2017-600px Blu e Rosso4.png Imolesegiovanili
 

Velimir Andrejić (Belgrado, 23 febbraio 1967) è un allenatore di calcio a 5 ed ex giocatore di calcio a 5 serbo, precedentemente jugoslavo e serbo-montenegrino. Attualmente allena le giovanili dell'Imolese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nel KMF Mungosi fino al 1992, quando si trasferisce in Italia per giocare nel Bologna. Rimane nella squadra felsinea per 4 anni disputando tre campionati di Serie A ed uno di B.

Nel 1996 passa al Prato, dove gioca per altri quattro anni in massima serie, raggiungendo per 2 volte la finale di Coppa Italia.

Dopo una stagione al San Paolo Pisa in A2, nel 2002 torna in Emilia-Romagna, questa volta all'Imola, dove gioca le ultime 3 stagioni da giocatore.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera di tecnico inizia ancor prima di appendere gli scarpini al chiodo; infatti nel 2000 è chiamato a sostituire Alberto Carobbi sulla panchina del Prato come allenatore/giocatore.

Sempre con il doppio ruolo sono i suoi 3 anni ad Imola, dove nel 2005 conquista la prima storica promozione in A2 dell'OMGM.

Lasciati i romagnoli e ritiratosi da giocatore, nel 2005 torna a Prato dove è chiamato a sostituire Jesús Velasco. Rimane per una stagione, senza riuscire ad evitare la retrocessione dei lanieri. Nello stesso entra a far parte dello staff tecnico della Nazionale serba.

L'estate 2006 segna l'inizio della sua avventura al Kaos, dove allena per i successivi 5 anni, portando i bolognesi dalla Serie B alla A. Nel dicembre 2011 lascia la squadra per motivi personali, per poi tornare l'estate successiva nel ruolo di allenatore del settore giovanile. Proprio in questo periodo vive l'apice della sua carriera di tecnico, vincendo svariati titoli nazionali su più categorie giovanili, prima tra tutte quella Under-21. Viene inoltre nominato per 2 volte traghettatore della prima squadra fino a fine stagione: nel 2015 (in sostituzione di Leopoldo Capurso) e nel 2017 (in sostituzione di Julio Fernández).

Nel 2017, dopo 11 anni, lascia il Kaos e torna ad Imola per allenare i giovanissimi dell'Imolese.

Palmares[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Imola: 2004-2005

Kaos: 2006-2007

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Kaos: 2012-2013, 2015-2016

Kaos: 2013-2014

Kaos: 2012, 2013, 2016