Vassar College

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vassar College
Vassar College logotype.png
Ubicazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
CittàPoughkeepsie
Altre sediNew York
Dati generali
SoprannomeVassar Female College
Fondazione1861
TipoCollege privato di arti liberali
Facoltà290
PresidenteElizabeth H. Bradley
Studenti2 450
ColoriColori accademici:
Rosa e grigio
         
Colori atletici:
Borgogna e grigio
         
Affiliazioni
Mappa di localizzazione
[www.vassar.edu Sito web]

Il Vassar College è un college privato e coeducativo di arti liberali nella città di Poughkeepsie, New York, negli Stati Uniti. Fondato nel 1861 da Matthew Vassar, è stato il primo istituto di istruzione superiore per le donne negli Stati Uniti. Divenne coeducazionale nel 1969 e ora ha un rapporto di alunni maschili e femminili nella media nazionale. La scuola è una delle Seven Sisters storiche, le prime università femminili dell'élite negli Stati Uniti ed ha una relazione storica con la Yale University, che ha suggerito una fusione con il college prima della coeducazione ad entrambe le istituzioni.

Il college offre lauree B.A. in più di 50 major e dispone di un curriculum flessibile progettato per promuovere una vasta gamma di studi. I gruppi studenteschi del college includono organizzazioni teatrali e comiche, gruppi a cappella, squadre sportive di club, gruppi di volontariato e di servizio, e un gruppo circense. Le squadre di varsity college di Vassar College, conosciute come Brewers, giocano nella divisione III della NCAA come membri della Liberty League.

Vassar è stato eletto come 12 ° miglior college di arti liberali della nazione nella classifica annuale del 2017 del U.S. News & World Report, con ammissioni descritte come "le più selettive". Per la classe di matricole entrata in autunno 2017, il college ha avuto un tasso di accettazione del 22,8%. Il numero totale di studenti che frequentano il college è di circa 2450.

Il campus Vassar comprende oltre 400 ettari e più di 100 edifici, tra cui due punti di riferimento storici nazionali ed un ulteriore luogo storico nazionale. Un arboreto designato, il campus comprende oltre 200 specie di alberi, una riserva di piante autoctone e una area naturale protetta di 160 ettari.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Vassar è stata fondata come Università femminile sotto il nome di Vassar Female College nel 1861.[1] Il suo primo presidente fu il Dr. John H. Raymond; condusse uno staff di dieci professori e ventuno istruttori.[2] Ma dopo soltanto un anno, il suo fondatore, Matthew Vassar, tolse la parola Female dal nome, spingendo alcuni residenti della città di Poughkeepsie, New York, a pensare che il suo fondatore credesse che un giorno avrebbe potuto ammettere studenti maschi. Il college divenne coeducazionale nel 1969.[1]

Vassar era il secondo dei Seven Sisters college, scuole di istruzione superiore che erano precedentemente strettamente femminili e storicamente istituzioni sorelle della Ivy League. È stato noleggiato dal suo omonimo, produttore di birra Matthew Vassar, nel 1861 nella Hudson Valley, a circa 110 km a nord di New York City. La prima persona nominata alla facoltà di Vassar fu l'astronoma Maria Mitchell nel 1865.

Vassar adottò la coeducazione nel 1969. Tuttavia, immediatamente dopo la seconda guerra mondiale, Vassar accettò un numero molto piccolo di studenti maschi sulla G.I. Bill. Poiché la carta di Vassar proibiva le immatricolazioni maschili, i laureati venivano diplomati presso la University of the State of New York. Questi sono stati ristampati sotto il titolo Vassar dopo che la scuola è diventata formalmente coeducativa.[3] La decisione formale di diventare coeducativa è arrivata dopo che i suoi fiduciari hanno rifiutato un'offerta di fusione con la Yale University, la sua istituzione sorella, nell'ondata di fusioni tra i college storicamente tutti maschili della Ivy League e le loro controparti delle Seven Sisters.[4]

Main Building, costruito nel 1861 dall'architetto James Renwick Jr., aveva lo spazio interno più ampio di qualsiasi edificio negli Stati Uniti, fino a quando il Campidoglio degli Stati Uniti fu completato nel 1868.[5]

Nei suoi primi anni, Vassar è stato associato all'élite sociale dell'establishment protestante. Edward Digby Baltzell scrisse che "le famiglie WASP della classe superiore educarono i loro figli nei college come Harvard, Princeton, Yale e Vassar."[6] A pochi eletti selezionati di Vassar fu permesso l'ingresso nella società segreta della scuola Delta Sigma Rho, iniziato nel 1922.[7] Prima di diventare Presidente degli Stati Uniti, Franklin Delano Roosevelt era un fiduciario.[8]

Circa 2450 studenti frequentano Vassar e il 98% vive nel campus.[9] Circa il 60% proviene dalle scuole pubbliche e il 40% proviene da scuole private (sia indipendenti che religiose).[9] Vassar è attualmente composto dal 56% da donne e al 44% da uomini, uniformandosi alla media nazionale per le scuole di arti liberali nazionali.[10] Gli studenti sono tenuti da più di 290 membri di facoltà, praticamente tutti in possesso del titolo di dottorato o equivalente.[9] Il rapporto studenti-docenti è 8: 1, con una dimensione media della classe di 17 alunni.[9]

Nelle recenti classi di matricole, gli studenti di colore costituivano il 32-38% dei matricolanti.[9] Studenti internazionali provenienti da oltre 60 paesi costituiscono l'8-10% del corpo studentesco.[9] Nel maggio del 2007, in linea con il suo impegno per l'istruzione diversificata ed equa, Vassar è tornato ad una politica "cieca", in cui gli studenti sono ammessi per le loro qualità accademiche e personali, indipendentemente dallo status finanziario.

La presidente di Vassar, Frances Daly Fergusson, ha prestato servizio per due decenni. Si ritirò nella primavera del 2006, e gli è successa Catharine Bond Hill, ex rettore del Williams College, che prestò servizio per 10 anni fino alla sua partenza nel 2016. Hill è stata sostituita da Elizabeth Howe Bradley nel 2017.[11]

Campus[modifica | modifica wikitesto]

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Il Vassar College Observatory è uno dei due monumenti storici nazionali nel campus del college, insieme al Main Building.

Il campus di Vassar, compreso un arboreto,[12] è di 400 ettari e ha più di 100 edifici, che vanno dallo stile gotico collegiale a quello internazionale, con diversi edifici di interesse architettonico. Al centro del campus si trova il Main Building, uno dei migliori esempi di architettura di secondo impero negli Stati Uniti. Quando è stato aperto, il Main Building era il più grande edificio negli Stati Uniti in termini di spazio calpestabile. In precedenza ospitava l'intero college, comprese aule, dormitori, musei, biblioteche e sale da pranzo.[5][13] L'edificio è stato progettato dall'architetto Smithsonian James Renwick Jr. ed è stato completato nel 1865. È stato preceduto nel campus dall'osservatorio originale. Entrambi gli edifici sono monumenti storici nazionali. La Rombout House è stata acquistata dal college nel 1915 e aggiunta al registro nazionale dei luoghi storici nel 1982.[14][15]

Molti edifici storici in mattoni sono sparsi in tutto il campus, ma ci sono anche diverse strutture moderne e contemporanee di interesse architettonico. Ferry House, una cooperativa studentesca, è stata progettata da Marcel Breuer nel 1951. Noyes House è stata progettata dall'architetto finlandese-americano Eero Saarinen. Un buon esempio di un tentativo di utilizzare il design solare passivo può essere visto nell'edificio di Seeley G. Mudd Chemistry di Perry Dean Rogers. Più recentemente, l'architetto di New Haven César Pelli è stato incaricato di progettare il Lehman Loeb Art Center, che è stato completato nei primi anni '90. Nel 2003, Pelli lavorò anche alla ristrutturazione del Main Building Lobby e alla conversione del Avery Hall Theater nel Vogelstein Center for Drama and Film per un costo di 25 milioni di dollari, che conservava la facciata originale del 1860, ma era una struttura completamente nuova.

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

Vassar's Thompson Library

Vassar ospita una delle più grandi collezioni di biblioteche universitarie negli Stati Uniti. Oggi la collezione di biblioteche - che comprende in realtà otto biblioteche di Vassar - contiene circa 1 milione di volumi e 7.500 titoli periodici e giornali, così come un'ampia collezione di microfilm e microschede, con collezioni speciali di Ellen Swallow Richards, Albert Einstein, Mary McCarthy ed Elizabeth Bishop.[16][17] Vassar è stata una biblioteca federale di deposito per i documenti selezionati del governo degli Stati Uniti dal 1943 ed attualmente riceve circa il 25% dei titoli disponibili attraverso il Federal Depository Program.[18] Dal 1988, Vassar è stato un centro di riferimento dello stato di New York, parte del programma di deposito di New York. La biblioteca inoltre acquista selettivamente i documenti delle Nazioni Unite.

Nel 2001 è stata completata un'importante ristrutturazione della Thompson Library.

Gli interni e gli esterni della Van Ingen Art Library sono stati rinnovati da giugno 2008 a maggio 2009 nel tentativo di ripristinare il design e l'aspetto originali. Questo è stato il primo importante restauro della biblioteca dalla sua costruzione nel 1937.[19]

Frances Lehman Loeb Art Center[modifica | modifica wikitesto]

Il Frances Lehman Loeb Art Center

Vassar College è stato il primo college negli Stati Uniti a essere fondato con un museo su vasta scala come parte del suo piano originale. Matthew Vassar era noto per aver dichiarato che "l'arte dovrebbe elevarsi audacemente come forza educativa". La collezione d'arte di Vassar risale alla fondazione del College, quando Vassar fornì un'ampia collezione di dipinti della Hudson River School da esporre nell'edificio principale. Indicata come la Collezione Magoon, continua a essere una delle migliori nella nazione per i dipinti della Hudson River School. Uno dei più grandi musei universitari degli Stati Uniti o Università d'arte, la Frances Lehman Loeb Gallery espone una selezione di 18000 articoli d'arte di Vassar nell'edificio progettato da César Pelli.

Oggi, la collezione della galleria mostra l'arte dal mondo antico fino alle opere contemporanee. La collezione comprende opere di maestri europei come Brueghel, Gustave Doré, Picasso, Balthus, Bacon, Vuillard, Cézanne, Braque e Bonnard, oltre a esempi tratti dai principali pittori americani del XX secolo come Jackson Pollock, Agnes Martin, Mark Rothko, Marsden Hartley, Georgia O'Keeffe, Charles Sheeler e Ben Shahn. Le opere su carta di Loeb rappresentano un'importante collezione negli Stati Uniti, con stampe di Rembrandt (tra cui importanti impressioni come Hundred Guilder Print e Three Trees) e Dürer, oltre a fotografie di Cindy Sherman, Diane Arbus e altri. Gli studenti del college possono fungere da collegamento fra il centro artistico e la più ampia comunità universitaria attraverso il lavoro del comitato studentesco del Frances Lehman Loeb Art Center, a cui possono rivolgersi le matricole in arrivo.

Nel novembre 2016, la galleria ha aperto la galleria Hoene Hoy Photography al secondo piano, dal nome di Anne Hoene Hoy della classe del 1963.[20]

Futuro[modifica | modifica wikitesto]

Costruzione del nuovo ponte per le scienze di laboratorio di Vassar, ad agosto 2014.

Nel 2011, Vassar intraprese un progetto da $120 milioni per migliorare le strutture scientifiche del college, incentrato sulla costruzione di un nuovo ponte per le scienze di laboratorio da 90 milioni di dollari.[21] Il progetto includerà lavori di ristrutturazione di Olmsted Hall of Biological Sciences, New England Building e Sanders Physics Building, nonché la costruzione di un nuovo centro di scienza integrata, un edificio ponte che si collegherà a Olmsted Hall e attraverserà il Fonteyn Kill. È destinato sia a modernizzare sia a sostenere una comunità scientifica collaborativa e interdisciplinare. L'edificio del ponte è stato completato nel gennaio del 2016.

Davison House, una delle nove residenze di Vassar, è stata rinnovata durante l'anno scolastico 2008-2009. Il dormitorio andò offline per quell'anno e i suoi abitanti furono assorbiti nelle residenze del college.[22] Questo è il secondo dormitorio da rinnovare come parte del piano generale della scuola per rinnovare tutti i dormitori, seguendo Jewett alcuni anni prima. Lathrop è stato programmato per essere chiuso e rinnovato durante l'anno scolastico 2010-2011, ma la ristrutturazione completa è stata annullata a causa della crisi economica, con una serie di miglioramenti introdotti gradualmente. Sono stati apportati miglioramenti anche a Josselyn nel 2011.[23]

Accademico[modifica | modifica wikitesto]

La Rockefeller Hall, costruita nel 1897, ospita i dipartimenti di Scienze politiche, Filosofia e Matematica.

Vassar conferisce un Bachelor of Arts (BA) in più di 50 major, incluso il Major indipendente, in cui uno studente può progettare un major, oltre a vari campi di studio interdisciplinari e multidisciplinari. Gli studenti partecipano anche a programmi come il SILP (Self-Instructional Language Program) che offre corsi in hindi, irlandese / gaelico, coreano, portoghese, swahili, svedese, turco e yiddish. Vassar ha un curriculum flessibile destinato a promuovere l'ampiezza negli studi. Mentre ogni campo di studi ha requisiti specifici per le major, gli unici requisiti universali per la laurea sono la competenza in una lingua straniera, un corso quantitativo e un corso di scrittura. Gli studenti sono inoltre fortemente incoraggiati a studiare all'estero, cosa che generalmente fanno durante uno o due semestri del loro junior. Gli studenti (di solito juniores) possono richiedere un anno o un semestre di distanza negli Stati Uniti o all'estero. Vassar sponsorizza programmi in Cina, Inghilterra, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Turchia, Messico, Marocco, Spagna e Russia; gli studenti possono anche aderire ai programmi pre-approvati offerti da altri college. Gli studenti possono anche richiedere programmi approvati in varie istituzioni degli Stati Uniti, compresi i college storicamente neri e i membri del Twelve College Exchange.

Tutte le lezioni sono tenute da membri della facoltà e non ci sono studenti laureati o assistenti degli insegnanti. Le major più popolari, in termini di numeri, sono l'inglese, la scienza politica, la psicologia, l'economia e la biologia.[10] Vassar offre anche una varietà di sequenze correlate, o minori, per lo studio intensivo in molte discipline.

Ammissioni[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di ammissione
  2017[24] 2016[25] 2015[26] 2014[27] 2013[28] 2012[29]
Candidati 7,746 7,306 7,556 7,784 7,597 7,908
Ammessi 1,842 1,964 1,947 1,832 1,832 1,806
Tasso di ammissione 23.8% 26.9% 25.8% 23.5% 24.1% 22.8%
Iscritti 626 660 667 663 666 659
SAT range 2030-2210 2040-2220 1990-2240 1980-2240 1970-2230 1960-2240
ACT range 31-33 30-33 30-33 30-33 30-33 29-32

Per la classe 2021 (termine di iscrizione autunno 2017), Vassar ha ricevuto 7.746 domande e ne ha accettate 1.842 (23,8%).[24] In termini di rango di classe, il 68% delle matricole iscritte erano tra i primi 10% delle loro classi di scuola superiore; il 93% tra i primi 25%. I punteggi SAT mediani per la Classe del 2020 erano 710 per la lettura critica, 710 per la matematica e 700 per la scrittura, mentre la metà del 50% dei punteggi SAT era 1350-1470 per lettura critica e matematica e 2030-2210 per tutti i punteggi. Il punteggio medio composito di ACT era 32; il range medio del 50% era 31-33.[24]

La classe entrante del 2019 era del 57% femminile, il 43% maschile e comprendeva studenti provenienti da 44 stati, Isole Marianne settentrionali, Porto Rico e 30 paesi stranieri (gli studenti internazionali erano il 15,9% delle matricole arruolate). Gli studenti di colore (compresi i non cittadini) costituivano il 41,1% della classe. È stato fornito un aiuto finanziario al 62% delle matricole di Vassar.[24]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

La classifica annuale del 2017 di U.S. News & World Report classifica Vassar come la "più selettiva" e la valuta legata al 12 ° miglior college di arti liberali della nazione, 1a per "Best Colleges for Veterans" e 7a per "Best Value". Vassar ha ottenuto il 4º posto nella classifica dei consulenti della High School della stessa pubblicazione, che chiede a un campione nazionale di consulenti delle scuole superiori di classificare le scuole che ritengono offrire la migliore istruzione ai propri studenti.[30] Ha inoltre classificato Vassar prima tra i migliori college (legati all'Amherst College) per la massima diversità economica misurata dagli studenti a basso reddito che ricevono sovvenzioni Pell Grant.[31] Nella sua edizione del 2013, The Princeton Review ha assegnato a Vassar una valutazione di selettività per l'ammissione di 98 su 99 e una valutazione accademica di 97.[32] Nella sua lista del 2014 delle università private e delle università in termini di miglior valore, The Princeton Review ha classificato Vassar 7°.[33] Nel 2016, Forbes ha classificato Vassar 33° assoluto nella classifica Top Colleges in America, che comprende 650 accademie militari, università nazionali e college di arti liberali e il 15° tra le scuole di arti liberali.[34] La Kiplinger's Personal Finance colloca Vassar 14° nella sua classifica dei migliori college di arti liberali del 2016 negli Stati Uniti.[35] Vassar è stata classificata da Newsweek nel 2011 come la 25a migliore scuola della nazione per gli studenti più altamente decorati (misurata dal successo degli alunni nella vittoria delle borse di Rodi, Marshall, Truman, Gates-Cambridge e Fulbright) e 13° tra i college nazionali di arti liberali,[36] e 10° nella nazione per le scuole che offrono un'atmosfera artistica eccezionale (4° tra le scuole di arti liberali).[37]

In un articolo su The Christian Science Monitor, il presidente di Vassar Catharine Bond Hill ha affermato che le classifiche "saranno sempre limitate in ciò che possono dire ai consumatori. Parte del ruolo dell'istruzione superiore riguardo alle classifiche dovrebbe essere quello di ricordare agli studenti e alle loro famiglie che queste sono solo un pezzo di informazioni che dovrebbero prendere in considerazione nel decidere dove andare al college: gli intangibili dovranno e dovrebbero svolgere un ruolo in queste decisioni, ma ciò non significa che non dovremmo anche guardare ai tangibili".[38]

Dopo Vassar[modifica | modifica wikitesto]

Oltre la metà dei laureati a Vassar intende proseguire gli studi avanzati entro cinque anni dalla laurea, di cui circa un quinto subito dopo la laurea.[39] Tra gli anziani che hanno fatto domanda di medicina, il 76% è stato accettato; alla scuola di legge, l'86% è stato accettato.[39] Vassar offre un database di oltre 30.000 alumni in cui gli studenti possono cercare consigli e opportunità di carriera. Numerosi laureati del college si sono distinti nei loro campi, ottenendo premi Oscar, Emmy, Tony, Peabody e Golden Globe per il lavoro sul palcoscenico e nel cinema e in televisione, MacArthur Fellowships ("genius grant") per l'innovazione in campi come l'astrofisica, l'epidemiologia e medicina, riconoscimento del premio Pulitzer per i contributi alla letteratura americana, alla poesia e ai rapporti investigativi, nonché alla Medaglia presidenziale della libertà e alla Medaglia nazionale della scienza per i risultati ottenuti in astronomia, informatica e teatro.

Vita studentesca[modifica | modifica wikitesto]

Tradizioni[modifica | modifica wikitesto]

Gli studenti del Vassar festeggiano il Founder's Day nel 1935.

Il Founder's Day Festival è un festival annuale del campus del Vassar College che di solito si svolge a fine aprile o inizio maggio. È iniziato come una festa di compleanno a sorpresa per il fondatore del college Matthew Vassar e si è evoluto in una celebrazione annuale.[40] Originariamente, il Founder's Day era un evento spontaneo composto da conferenze, ma fu presto sostituito da spettacoli teatrali, spettacoli e altre attività ricreative. Seguirono le attività circensi e fieristiche, con l'eventuale aggiunta degli eventi musicali moderni nel corso di due giorni. Più recentemente sono stati aggiunti temi, tra cui Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie,[41] Dinosauri,[42] Vassar del 1800 vintage,[43] Nickelodeon, Nintendo e Candy Land.[43] Artisti recenti al Founder's Day hanno incluso The Walkmen, Edan, DJ / rupture, Odd Nosdam, Jel,[44] Toro y Moi[45] e Odesza.[46]

Organizzazioni extrascolastiche[modifica | modifica wikitesto]

A row of singers dressed mostly in pink and black support a soloist holding a microphone in front of a full house in a small, darkened, crowded auditorium.
I Vastards si esibiscono nel 2014.
  • I Night Owls, istituiti negli anni '40, sono, a partire dal 2017, uno dei più vecchi gruppi collegiali a cappella esistenti negli Stati Uniti e uno dei nove gruppi di musica vocale di Vassar.[47][48] Altri gruppi includono i Vastards (specializzati nella musica degli anni 2000), Broadway and More (BAM; showtunes), gli Accidentals (gli Axies, l'unico gruppo maschile a cappella a Vassar), Beauty and the Beats (concentrandosi sulla musica dai film Disney), Home Brewed (ex Matthew's Minstrels, il primo gruppo misto di genere a cappella del college), i Vassar Devils, Measure 4 Measure (entrambi gruppi senza temi) e AirCappella (un ensist whistling).[48] Alcuni gruppi a cappella si esibiscono e gareggiano, tra cui i Vassar Devils, che hanno partecipato all'International Championship of Collegiate A Cappella nel 2015.[49][50][51]
  • La The Philaletheis Society, fondata nel 1865 come società letteraria, è il più antico gruppo teatrale del campus. Ora è diventato un gruppo teatrale completamente gestito dagli studenti.[52] Altri includono Unbound (teatro sperimentale), Woodshed (una troupe focalizzata sul teatro ideato) e Idlewild (un ensemble tutto al femminile).[53] Britomartis, l'unico gruppo teatrale di Vassar che ha creato esclusivamente un teatro progettato, è stato fondato nel 2011.[54] Altri gruppi comprendono il Future Waitstaff of America (per i musical), l'Ebony Theatre Ensemble (incentrato sul teatro nero) e due compagnie di Shakespeare, Shakespeare Troupe e Merely Players.[53] Le esibizioni si svolgono in tutto il campus, incluso il Susan Stein Shiva Theater, un teatro nero interamente gestito da studenti. Il college ospita anche la serie di workshop Powerhouse Summer Theatre.
  • Happily Ever Laughter ("HEL") è il più antico gruppo comico di sketch del college, fondato nel 1993.[55] Another Comedy Group, No Offense, che è stato avviato da due ex membri di un precedente gruppo chiamato Laughingstock (che è stato cancellato dal VSA nel marzo 2000 a seguito di una scenetta controversa), è stato avviato nel settembre 2000.[56] Un altro gruppo comico di sketch, The Limit, è stato avviato alcuni anni dopo.[57] Indecent Exposure, una troupe di sole donne che eseguiva sia sketch che Stand-up comedy, è stata fondata nel 2004.[58] Comedynormative, che ha avuto inizio nel 2009, si esibisce esclusivamente in cabaret.[59] Vassar ha tre gruppi di improvvisazione comica: Vassar College Vassar Improv (VCVI), Committed, and Casual Improv.[60][61][62]
  • I Vassar Greens sono il gruppo ambientalista di Vassar. Questo gruppo si sforza di creare cambiamenti reali e duraturi nel campus e nella più grande comunità di Poughkeepsie attraverso iniziative come il divieto di acqua in bottiglia, il compostaggio nel campus e incoraggiare i responsabili delle politiche locali ad adottare pratiche di gestione dei rifiuti più sostenibili. Di recente, il gruppo ha aperto il "mercato libero" nel campus. Questo è un negozio che gli studenti possono donare e prendere liberamente per promuovere il riciclaggio e ridurre gli sprechi.[63]

Pubblicazioni universitarie[modifica | modifica wikitesto]

An all-text newspaper broadsheet with the flag reading "The Vassar Miscellany News"
Prima pagina del 20 maggio 1922, Miscellany News
  • The Miscellany News è stato il settimanale del college dal 1866, rendendolo uno dei più vecchi settimanali del college negli Stati Uniti.[64] È disponibile gratuitamente la maggior parte dei giovedì quando la scuola è in sessione. Nel 2008-09, è diventato uno dei pochi giornali universitari del paese ad iniziare l'aggiornamento quotidiano del proprio sito web.
  • The Vassar Chronicle è l'unica rivista politica dell'università, che cerca di espandere l'ampiezza del dialogo politico nel campus pubblicando colonne informative di lunga durata. Il Chronicle è la rivisitazione di una pubblicazione per studenti che è apparsa dal 1944 al 1959 e negli anni '70; la cronaca moderna è stata pubblicata mensilmente dal 2010 e attualmente ha una circolazione di 1.000 copie.
  • The Vassar Student Review è una rivista annuale di letteratura e arte che presenta opere (fiction, saggistica creativa, poesia, grafica, fotografia, saggistica, ecc.) Degli studenti Vassar. È la più vecchia pubblicazione letteraria gestita da studenti nella storia del college. Il suo scopo è quello di servire i bisogni ed espandere la voce creativa della comunità letteraria e artistica di Vassar. Il VSR orchestra anche eventi e attività raccolti verso l'arricchimento della comunità di scrittori di Vassar. Alcuni eventi passati hanno incluso regolarmente seminari di scrittura e Writer's Nights nel Cafe, nonché la sponsorizzazione di vari relatori rilevanti portati da altre organizzazioni.
  • Squirm è una rivista di sesso e sessualità basata sulla submission: Squirm cerca di creare un forum positivo sul sesso nel campus per l'esplorazione artistica, letteraria e creativa del sesso."[65] La rivista, pubblicata ogni anno dal 1999, tipicamente corre circa 60 pagine ed è distribuito solo alla comunità del campus.[66]
  • Contrast è la rivista di arte e stile del college. È pubblicato ogni semestre.
  • Boilerplate Magazine è un blog che si autodefinisce come una "fonte di notizie alternativa ... che mira a pubblicare pezzi radicali e opere creative che affrontano i problemi attraverso un obiettivo socialmente consapevole."[67][68]

Governo studentesco[modifica | modifica wikitesto]

A marzo 2016, con voto 15-2, la Vassar Student Association (VSA) ha approvato una risoluzione che chiedeva il sostegno del movimento di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni e il boicottaggio di Israele.[69][70]

Atletica[modifica | modifica wikitesto]

I Burbebeon Broooers, la squadra Muggle Quidditch di Vassar

Vassar, noto atleticamente come Brewers, compete nella divisione III della NCAA, come membro della Liberty League. Il soprannome deriva dal fondatore e omonimo del college Matthew Vassar, la cui famiglia gestiva un birrificio a Poughkeepsie e in seguito accumulò una considerevole fortuna nel settore.

Vassar College offre attualmente le seguenti discipline sportive: basket, baseball, corsa campestre, scherma, hockey su prato (solo donne), golf (solo donne), lacrosse, canottaggio, rugby, calcio, squash, nuoto / immersioni, tennis, pista e pallavolo. Gli sport di club comprendono la squadra equestre di Ultimate (Open, Mixed and women), competono in IHSA, la squadra di polo (USPA), la squadra di ciclismo (compete nell'ECCC), il Quidditch babbano e la squadra di pattinaggio sincronizzato U.S. Figure Skating.

Il basket gioca nel nuovo Atletica e Centro fitness di Vassar. Le partite di pallavolo nella Kenyon Hall, riaperte nel 2006. Calcio, baseball, hockey su prato e lacrosse sono tutti nei Prentiss Fields, completamente rinnovati nel 2007 con un prato illuminato, quattro campi in erba, un campo da baseball e una pista che circonda il campo. tappeto erboso. Sempre nel 2007, nel seminterrato di Kenyon Hall è stata aperta una sala pesi varsity, esclusivamente per l'allenamento degli atleti varsity.

Nel 2008, la squadra di pallavolo maschile Vassar ha fatto la prima apparizione della scuola in una partita di campionato nazionale, battendo l'UC Santa Cruz per 3-0 in semifinale prima di cadere a Springfield nel campionato.[71]

Nel 2007, la squadra ciclistica Vassar ha ospitato il campionato Eastern Collegiate Cycling a Poughkeepsie e New Paltz, New York. La competizione prevedeva una corsa su strada di 160 km sulle montagne Shawangunk a New Paltz e un Criterium a Poughkeepsie a pochi isolati dal campus della scuola.[72]

In una mossa controverso, il 5 novembre 2009, il dipartimento di atletica ha deciso che la squadra di canottaggio maschile e femminile passerebbe da un periodo di due anni a una disciplina sportiva da club come misura di risparmio.[73]

Presidenti del Vassar College[modifica | modifica wikitesto]

A woman in purple academic regalia passes a diploma to a student, out of frame.
Catherine Bond Hill è stata presidente del college dal 2006 al 2016.
Nome Periodo
Milo Parker Jewett 1861–1864
John Howard Raymond 1864–1878
Samuel L. Caldwell 1878–1885
James Monroe Taylor 1886–1914
Henry Noble MacCracken 1915–1946
Sarah Gibson Blanding 1946–1964
Alan Simpson 1964–1977
Virginia Beatrice Smith 1977–1986
Frances Daly Fergusson 1986–2006
Catharine Bond Hill 2006–2016
Elizabeth Howe Bradley 2017–presente

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) William H. Honan, EDUCATION; Three Decades of Men at Vassar, in The New York Times, 14 maggio 2000. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  2. ^ "The Vassar College." Philadelphia Evening Telegraph. June 29, 1866, p. 8.
  3. ^ Vassar, The Alumnae/i Quarterly: articles : Vassar's Vets: Forgotten Grads, su aavc.vassar.edu, 1º dicembre 2008. URL consultato il 10 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2008).
  4. ^ (EN) The Vassar-Yale Study - Vassar College Encyclopedia - Vassar College, su vcencyclopedia.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  5. ^ a b (EN) Main Building - Vassar College Encyclopedia - Vassar College, su vcencyclopedia.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  6. ^ Baltzell, E. Digby (Edward Digby), 1915-, Judgment and sensibility : religion and stratification, Transaction Publishers, 1994, ISBN 1-56000-048-1, OCLC 29314949.
  7. ^ Vassar Miscellany News 13 May 1922 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  8. ^ (EN) Franklin Delano Roosevelt: Local Trustee - Vassar College Encyclopedia - Vassar College, su vcencyclopedia.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  9. ^ a b c d e f (EN) The Vassar-Yale Study - Vassar College Encyclopedia - Vassar College, su vcencyclopedia.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  10. ^ a b (EN) FAQs - Admissions - Vassar College, su admissions.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  11. ^ (EN) New Vassar College president plans to listen to students, staff, in The Poughkeepsie Journal. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  12. ^ (EN) Architectural Record | News, Continuing Ed, Products, Green Bldg, su archrecord.construction.com. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  13. ^ National Historic Landmarks Program, National Park Service (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2014).
  14. ^ Rombout House, su oprhp.state.ny.us, 18 ottobre 2012. URL consultato il 10 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2012).
  15. ^ National Park Service (March 13, 2009). "National Register Information System". National Register of Historic Places. National Park Service. Retrieved March 25, 2015.
  16. ^ Vassar College, US News & World Report. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  17. ^ Academic Libraries Reference. Compare reviews & ratings., su academic-libraries.findthedata.org, 19 agosto 2013. URL consultato il 10 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2013).
  18. ^ FDLD Profile Details, su Catalog of U.S. Government Publications, Government Printing Office (archiviato dall'url originale il 26 novembre 2008).
  19. ^ (EN) Oops! — HRVH Historical Newspapers, su news.hrvh.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  20. ^ (EN) Loeb opens new photo gallery – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  21. ^ (EN) Vassar College – Integrated Science Center, in Construction Today. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  22. ^ Miscellany News 28 February 2008 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  23. ^ Miscellany News 6 October 2011 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  24. ^ a b c d (EN) Class Profile - Admissions - Vassar College, su admissions.vassar.edu. URL consultato il 16 febbraio 2018.
  25. ^ (EN) Class Profile - Admissions - Vassar College, su admissions.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  26. ^ (EN) C. First-time, First-year (Freshman) Admission - Institutional Research - Vassar College, su institutionalresearch.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  27. ^ (EN) C. First-time, First-year (Freshman) Admission - Institutional Research - Vassar College, su institutionalresearch.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  28. ^ Vassar College Common Data Set 2013-2014, Part C (PDF), Vassar College.
  29. ^ (EN) C. First-time, First-year (Freshman) Admission - Institutional Research - Vassar College, su institutionalresearch.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  30. ^ Vassar College: U.S. News Best Colleges Rankings, U.S. News & World Report, 2017.
  31. ^ Economic Diversity Among the Top 25 Ranked Schools: National Liberal Arts Colleges, U.S. News & World Report.
  32. ^ (EN) College Education | Scholarships | Admission | The Princeton Review, su www.princetonreview.com. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  33. ^ (EN) Top 10 Best Value Colleges in 2014, in USA TODAY. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  34. ^ (EN) Vassar College, in Forbes. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  35. ^ (EN) Kiplinger's Best College Values, in www.kiplinger.com. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  36. ^ The Daily Beast, su The Daily Beast. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  37. ^ The Daily Beast, su The Daily Beast. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  38. ^ A better way to rank America's colleges, in Christian Science Monitor, 19 luglio 2007. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  39. ^ a b (EN) After Vassar - Admissions - Vassar College, su admissions.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  40. ^ (EN) Founder's Day - Vassar College Encyclopedia - Vassar College, su vcencyclopedia.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  41. ^ Miscellany News 10 April 1998 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  42. ^ Vassar Student Association Council Agenda for January 26, 2014 (PDF), Vassar Student Association.
  43. ^ a b Miscellany News 10 February 2011 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  44. ^ Miscellany News 22 April 2010 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  45. ^ Miscellany News 28 April 2011 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  46. ^ (EN) Founder’s Day headliner balances college and EDM – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  47. ^ Bruno, Maryann., Bruno, Maryann. e Daniels, Elizabeth A. (Elizabeth Adams), Vassar College, Arcadia Pub, 2001, ISBN 978-0-7385-0454-4, OCLC 47634812.
  48. ^ a b (EN) A Cappella Preview Concert showcases campus voices – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  49. ^ Miscellany News 29 March 2012 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchive.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  50. ^ Miscellany News 6 April 1990 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchive.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  51. ^ “Pitch Perfect” in Real Life - The New Yorker, su newyorker.com, 20 maggio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2016).
  52. ^ (EN) James Monroe Taylor e Elizabeth Hazelton Haight, Vassar, Oxford University Press, American branch, 1915. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  53. ^ a b (EN) Seniors reflect on theatre community, past experiences – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  54. ^ (EN) Britomartis creates novel pastiche – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  55. ^ Miscellany News 25 February 1994 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchive.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  56. ^ Miscellany News 15 September 2000 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchives.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  57. ^ Miscellany News 4 February 2010 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchive.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  58. ^ (EN) Indecent Exposure to introduce its new members – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  59. ^ Miscellany News 9 December 2010 — Vassar Newspaper Archive, su newspaperarchive.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  60. ^ (EN) VCVI splits sides at finale – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  61. ^ (EN) Improv group traverses spectrum of comedic material – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  62. ^ (EN) HEL show uses collective approach to create sketches – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  63. ^ (EN) Vassar Greens | A student-led environmental organization at Vassar College in Poughkeepsie, NY, su vsa.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  64. ^ (EN) Brian Farkas, Covering The Campus: A History Of The Miscellany News At Vassar College, iUniverse, 5 marzo 2009, ISBN 978-1-4401-2683-3. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  65. ^ Organizations | Vassar Student Association, su vsa.vassar.edu. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  66. ^ Claire Stanford, Exposed, in Yale Daily News, 20 febbraio 2004 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2011).
  67. ^ (EN) Mission Statement | Boilerplate Magazine, su boilerplatemagazine.com. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  68. ^ (EN) cmaadmin, Vassar College Students Protest as National, Campus Issues Mount, in Diverse, 11 dicembre 2014. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  69. ^ (EN) VSA passes BDS Resolution, fails BDS Amendment – The Miscellany News, su miscellanynews.org. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  70. ^ (EN) Vassar College student government passes BDS resolution, in Jewish Telegraphic Agency. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  71. ^ Men's Volleyball Captures Fifth National Championship With 3-0 Win Over Vassar, su spfldcol.edu, 26 settembre 2008. URL consultato il 10 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2008).
  72. ^ Vassar College and Hudson Valley to host East Coast's largest collegiate cycling championships. April 28–29, 2007, in Vassar College Office of Communications, 16 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 1º maggio 2007).
  73. ^ (DE) http://www.miscellanynews.com/2.1580/crew-to-transition-to-club-team-over-next-two-years-1.2052809, su www.miscellanynews.com. URL consultato il 10 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2009).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno, Maryann; Daniels, Elizabeth A. (2001). Vassar College. Charleston, SC: Arcadia Publishing. ISBN 978-0-7385-0454-4.
  • Horowitz, Helen Lefkowitz (1993). Alma mater: design and experience in the women's colleges from their nineteenth-century beginnings to the 1930s (2nd ed.). Amherst, MA: University of Massachuchusetts Press. ISBN 0-87023-869-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN295806955 · ISNI (EN0000 0001 2290 5183 · LCCN (ENn78088008 · GND (DE126587-8 · BNF (FRcb123726027 (data)