Vanni Codeluppi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vanni Codeluppi (...) è un sociologo italiano, studioso dei fenomeni comunicativi presenti nel mondo dei consumi, dei media e della cultura di massa e autore di neologismi come "vetrinizzazione sociale",[1] "biocapitalismo",[2] "lusso democratico".[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È professore ordinario di Sociologia dei media presso l'Università IULM di Milano, dove è stato direttore del Dipartimento di Comunicazione, arti e media ed è coordinatore del Dottorato in Communication, Markets and Society. Ha insegnato anche nelle università di Urbino, Palermo, Modena e Reggio Emilia.

Ha creato e diretto il "Master in Management del Made in Italy. Consumi e comunicazione della moda, del design e del lusso" e diretto il "Master in International Communication" dell'Università IULM di Milano.

È stato inoltre docente presso il "Master in Comunicazione d'Azienda" dell'UPA e dell'Università Cà Foscari di Venezia. È Direttore di C3 (Centro internazionale di studi sulla comunicazione, la creatività e i consumi del Dipartimento di Comunicazione ed Economia dell'Università di Modena e Reggio Emilia) ed è membro di CESCOCOM (Centro Studi Avanzati sul Consumo e la Comunicazione dell'Università di Bologna).

È stato membro del Comitato scientifico del Triennale Design Museum della Triennale di Milano e attualmente è membro del Comitato scientifico dell'Archivio Cesare Zavattini e del Comitato scientifico della Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia.

Dirige presso l'editore Franco Angeli le collane “Impresa, comunicazione, mercato” e “Comunicazione e società” e presso l'editore Carocci (con Mauro Ferraresi) la serie editoriale “Consumi, comunicazione e cambiamento sociale”.

È membro dei Comitati scientifici delle collane editoriali "Societas" (Edizioni Nuova Cultura), “Consumo, comunicazione, innovazione” (Franco Angeli), “Biblioteca di cultura” (Bulzoni), “Sociologie” (Mimesis), "Social Theory, Communication and Media Studies" (Aracne), "Strutture e culture sociali" (Franco Angeli), iMedia (Edizioni Estemporanee), "Società, comunicazione, impresa (Guerini Next), "I pescatori di perle" (Meltemi) e "Motus. Studi sulla società" (Meltemi).

È inoltre membro dei Comitati scientifici delle riviste Micro & Macro Marketing, Sociologia del lavoro, Pensar la publicidad. Revista internacional de investigaciones publicitarias, Im@go. Rivista di studi sociali sull'immaginario, Mediascapes, ISR Italian Sociological Review, Zone Moda Journal, Studi di Sociologia, Origine, Doppiozero, Digit Cult, MeTis e Ocula.

Ha pubblicato più di 70 volumi (tra monografie e curatele). Alcuni suoi saggi sono usciti anche in Francia, Spagna, Inghilterra, Germania, Stati Uniti e Giappone. Nel 2013 il libro Ipermondo è stato premiato al Premio “Enrico Fermi” Città di Cecina per la Divulgazione Scientifica e le scienze umane.

Ha scritto numerosi articoli per quotidiani e testate online, tra cui La Repubblica, Il manifesto e Doppiozero. Ha pubblicato inoltre sulle riviste culturali Alfabeta e La Gola e ha tenuto rubriche continuative su Micro & Macro Marketing, Strategia e Mark Up.

Ha un H Index di 30 su Google Scholar, che ha registrato oltre 3.900 citazioni.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Consumo e comunicazione. Merci, messaggi e pubblicità nelle società contemporanee (FrancoAngeli, 1989)
  • I consumatori. Storia, tendenze, modelli (FrancoAngeli, 1992)
  • La pubblicità. Guida alla lettura dei messaggi (FrancoAngeli, 1997)
  • Lo spettacolo della merce. I luoghi del consumo dai passages a Disney World (Bompiani, 2000)
  • Che cos'è la pubblicità? (Carocci, 2001)
  • Il potere della marca. Disney, McDonald's, Nike e le altre (Bollati Boringhieri, 2001)
  • Che cos'è la moda (Carocci, 2002)
  • Il potere del consumo. Viaggio nei processi di mercificazione della società (Bollati Boringhieri, 2003)
  • Manuale di Sociologia dei consumi (Carocci, 2005)
  • La vetrinizzazione sociale. Il processo di spettacolarizzazione degli individui e della società (Bollati Boringhieri, 2007)
  • Dalla corte alla strada. Natura ed evoluzione sociale della moda (Carocci, 2007)
  • Il biocapitalismo. Verso lo sfruttamento integrale di corpi, cervelli ed emozioni (Bollati Boringhieri, 2008)
  • Tutti divi. Vivere in vetrina (Laterza, 2009)
  • Dalla produzione al consumo. Processi di cambiamento delle società contemporanee (FrancoAngeli, 2010)
  • Persuasi e felici? Come interpretare i messaggi della pubblicità (Carocci, 2010)
  • Il ritorno del medium. Teorie e strumenti della comunicazione (FrancoAngeli, 2011)
  • Stanno uccidendo la tv (Bollati Boringhieri, 2011)
  • Ipermondo. Dieci chiavi per capire il presente (Laterza, 2012)
  • L'era dello schermo. Convivere con l'invadenza mediatica (FrancoAngeli, 2013)
  • Storia della pubblicità italiana (Carocci, 2013)
  • Metropoli e luoghi del consumo (Mimesis, 2014)
  • I media siamo noi. La società trasformata dai mezzi di comunicazione (FrancoAngeli, 2014)
  • Il gusto. Vecchie e nuove forme di consumo (Vita e Pensiero, 2015)
  • Selfie. Un monumento per tutti (Consorzio per il Festival Filosofia, 2015)
  • Mi metto in vetrina. Selfie, Facebook, Apple, Hello Kitty, Renzi e altre "vetrinizzazioni" (Mimesis, 2015)
  • Moda & pubblicità. Una storia illustrata (Carocci, 2016)
  • Il divismo. Cinema, televisione, web (Carocci, 2017)
  • Il tramonto della realtà. Come i media stanno trasformando le nostre vite (Carocci, 2018)
  • Che cos'è la pubblicità. Nuova edizione (Carocci, 2019)
  • Ligaland. Il mondo di Luciano Ligabue (Mimesis, 2020)
  • Jean Baudrillard. La seduzione del simbolico (Feltrinelli, 2020)
  • Vita di Luigi Ghirri. Fotografia, arte, letteratura e musica (Carocci, 2020)
  • Dizionario dei media (FrancoAngeli, 2020)
  • Come la pandemia ci ha cambiato (Carocci, 2020)
  • Leggere la pubblicità (Carocci, 2021)
  • Vetrinizzazione. Individui e società in scena (Bollati Boringhieri, 2021)
  • Umberto Eco e i media (FrancoAngeli, 2021)
  • Creativi d'Emilia (Carocci, 2022)


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vocabolario, Vetrinizzazione, su treccani.it, 2008. URL consultato il 20 giugno 2018.
  2. ^ Lingua italiana, Biocapitalismo, su treccani.it. URL consultato il 20 giugno 2018.
  3. ^ Vanni Codeluppi: "Noi, ricchi o poveri, ma schiavi del lusso", su repubblica.it, 30 agosto 2014. URL consultato il 20 giugno 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64179044 · ISNI (EN0000 0000 8388 9191 · SBN CFIV094252 · LCCN (ENn92100634 · GND (DE14196183X · BNF (FRcb136059756 (data) · NSK (HR000470775 · CONOR.SI (SL99238755 · WorldCat Identities (ENlccn-n92100634