Vanessa Atler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vanessa Atler
Nome Vanessa Marie Atler
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 149 cm
Peso 42 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Corpo libero
Società Aerials,
Gymnastics Unlimited,
AV Twisters,
Charter Oak Gliders,
WOGA,
Rohnert Park Gym[1]
Ritirata 16 aprile 2001
Carriera
Giovanili
1987 - 1996
  • 1994-1996: Charter Oak Gliders
Squadre
1997-1999 Charter Oak Gliders 17 presenze
2000 WOGA 4 presenze
2001 Rohnert Park Gymnastics
Nazionale
1994-2000 Stati Uniti Stati Uniti 32 presenze[2]
Palmarès
Fictional Logo for Goodwill Games.svg Goodwill Games
Oro New York 1998 Corpo libero
Oro New York 1998 Volteggio
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Parigi 1999 Volteggio
Oro Città del Messico 1998 Volteggio
Oro Sydney 1998 Individuale
Oro Sydney 1998 Volteggio
Oro Sydney 1998 Corpo libero
Argento Parigi 1999 Individuale
Bronzo Città del Messico 1998 Individuale
Pacific Logo.svg Giochi del Pacifico
Oro Winnipeg 1998 Squadra
Oro Winnipeg 1998 Corpo libero
Oro Winnipeg 1998 Volteggio
Oro Christchurch 2000 Squadra
Bronzo Christchurch 2000 Volteggio
USA Flag Map.svg American Cup
Oro Saint Petersburg 1999 Volteggio
Oro Saint Petersburg 1999 Corpo libero
Oro Saint Petersburg 1999 Trave
Oro Fort Worth 1998 Volteggio
Oro Fort Worth 1997 Volteggio
Oro Fort Worth 1997 Trave
Argento Fort Worth 1997 Individuale
Bronzo Saint Petersburg 1999 Individuale
Bronzo Fort Worth 1998 Parallele
USA Flag Map.svg Campionati Nazionali Statunitensi
Oro Sacramento 1999 Trave
Oro Sacramento 1999 Volteggio
Oro Indianapolis 1998 Corpo libero
Oro Denver 1997 Individuale
Oro Denver 1997 Volteggio
Oro Knoxville 1996 (jr.) Individuale
Oro Knoxville 1996 (jr.) Corpo libero
Argento Sacramento 1999 Individuale
Argento Indianapolis 1998 Individuale
Argento Indianapolis 1998 Volteggio
Argento Saint Louis 2000 Volteggio
Argento Knoxville 1996 (jr.) Trave
Argento New Orleans 1995 (jr.) Individuale
Argento New Orleans 1995 (jr.) Volteggio
Argento New Orleans 1995 (jr.) Corpo libero
Bronzo Denver 1997 Parallele
Bronzo Saint Louis 2000 Corpo libero
Bronzo Knoxville 1996 (jr.) Parallele
Transparent.png Campionato Internazionale a Squadre
Oro Knoxville 1998 Squadra
Argento Cincinnati 1997 Squadra
Argento Knoxville 1998 Trave
Argento Cincinnati 1997 Volteggio
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al aprile 2001

Vanessa Atler (Valencia, 17 febbraio 1982) è un'ex ginnasta statunitense.

È stata campionessa di volteggio e corpo libero ai Goodwill Games del 1998 e ai Giochi del Pacifico del 1998; ha vinto titoli anche in Coppa del Mondo, American Cup e ai Campionati Nazionali Statunitensi; è stata inoltre la prima ginnasta statunitense a completare un salto Rudi al volteggio.

Cominciò ad avere problemi fisici e psicologici nel 1999,[3] che non solo non le permisero di gareggiare al meglio o di entrare a far parte della squadra olimpica del 2000, ma la portarono a sviluppare comportamenti bulimici.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vanessa Atler ha origini messicane, francesi e tedesche, ed è figlia di Ted e Nanette Atler. Durante la sua carriera si è fatta conoscere come abile volteggiatrice e corpoliberista, ma anche per un «blocco mentale» verso le parallele, che le causava perdita di fiducia in sé stessa e problemi psicologici, che le impedivano di gareggiare al meglio.[4]

Nel 2005 è apparsa nel programma tv Starting Over per parlare dei suoi problemi psicologici sorti durante la carriera da ginnasta, che non aveva ancora superato.[5] Si è di nuovo espressa a riguardo nel 2017, toccando argomenti quali i suoi problemi di bulimia sorti nel 2000 dopo aver cominciato ad allenarsi con Valeri Liukin (raccontando di come venisse pesata tre volte al giorno, non le fosse permesso bere acqua durante gli allenamenti perché la faceva sembrare gonfia, e venisse portata a correre sul tapis-roulant con addosso sacchi della spazzatura) e lo scandalo riguardante le violenze sessuali di Larry Nassar, ex fisioterapista della nazionale femminile, su più di 100 ginnaste ("Mi ha fatto arrabbiare vedere persone che implicavano che solo perché a loro non aveva mai fatto nulla, non potesse quindi aver fatto qualcosa ad altri. Mi ha fatto ripensare a quando, durante la mia carriera, parlavo ma mi sembrava che nessuno mi ascoltasse").[6]

Oggi lavora come allenatrice all'American Kids Sports Center a Bakersfield, ed ha avuto un figlio nel gennaio del 2014.[7]

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Carriera Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Come Junior vince varie medaglie ai Campionati Nazionali tra il 1995 e il 1996.

Comincia a farsi conoscere nel 1995, con un 3º posto all'U.S. Olympic Festival, dietro alla futura campionessa olimpica Kerri Strug e a Heather Brink, e con l'oro al corpo libero agli International Junior Gymnastics Championships a Yokohama.[8]

Nel 1996, poiché troppo giovane di sole sei settimane, non può gareggiare per tentare di entrare nella squadra olimpica poi divenuta nota come Magnificent Seven, che alle Olimpiadi di Atlanta vince il primo oro olimpico nella storia della ginnastica artistica statunitense.

1997: passaggio a senior[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 gareggia all'American Cup vincendo due ori e un argento, e vince la Canberra Cup. Conduce una buona gara ai campionati nazionali, fino a quando non viene raggiunta in classifica da Kristy Powell dopo un esercizio alle parallele asimmetriche con una caduta.[9]

1998 e 1999: Goodwill Games e mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 la Atler raggiunge l'età minima per competere in gare internazionali.

[10] Un esercizio alle parallele con molti errori non le permette di vincere il concorso generale individuale all'American Cup (chiude quarta), pur gareggiando bene nelle finali ad attrezzo della stessa competizione (oro al volteggio e bronzo alle parallele).

Vince una medaglia d'oro al volteggio ed una di bronzo nell'all-around alla Copa Gimnastica di Città Del Messico; vince anche l'oro al volteggio e al corpo libero ai Goodwill Games di New York.[11][12]

Ai campionati nazionali 1998, cade due volte alle parallele durante il primo giorno di gara, il che le impedisce di vincere l'oro nell'all-around nonostante una gara diversamente ben condotta.[13]

Nel 1999, all'American Cup, la Atler diventa la prima ginnasta statunitense a completare un salto Rudi al volteggio.[14] Vince tre ori (corpo libero, trave e volteggio),[15] ma a causa di due cadute dalle parallele non vince il concorso generale individuale, finendo terza.[16]

Ai campionati nazionali del 1999 perde il titolo all'ultima rotazione a causa di una ennesima caduta dalle parallele.[17]

Nonostante la sua discontinuità alle parallele asimmetriche ed un infortunio alla caviglia procuratosi al corpo libero durante un incontro in Francia,[18] la Atler viene convocata insieme a Kristen Maloney, Elise Ray, Jeanette Antolin, Alyssa Beckerman (poi rimpiazzata da Jamie Dantzscher per un infortunio al polso) e Jennie Thompson (poi rimpiazzata da Morgan White per un infortunio alla caviglia) per i mondiali del 1999. Sempre a causa dell'infortunio alla caviglia, deve però rinunciare a gareggiare ai World Team Trials, determinanti nella selezione della squadra.[19]

Durante i mondiali la Atler gareggia in maniera piuttosto imprecisa; nell'esercizio al corpo libero durante la finale individuale, cade due volte, ottenendo 7,900 punti,[20] e nell'esercizio alla trave nella finale a squadre cade altre due volte, con vari sbilanciamenti annessi, ottenendo 8,025 punti.[21]

La Atler porta a casa quindi un 6º posto a squadre, un 31º posto nel concorso generale individuale, e non riesce a competere nelle finali al corpo libero e alla trave, dove avrebbe dovuto sostituire la Maloney a sua volta infortunata, a causa dello stato sempre più critico della sua caviglia, che necessiterà poi di due interventi chirurgici: i dottori della squadra americana avevano diagnosticato l'infortunio come una slogatura, ma in realtà si presentavano varie fratture.[22]

2000:Olympic Trials[modifica | modifica wikitesto]

Vanessa cambia allenatore dopo il ritorno dai campionati mondiali, a causa di problemi mai specificati. La Atler insistette nell'affermare che il problema non fossero le parallele. L'atleta aveva apparentemente chiesto più volte che venisse cambiato il suo esercizio, cosa che non avvenne mai in quanto il suo allenatore, Steve Rybacki, era determinato a dimostrare che potesse portare a termine senza particolari problemi l'esercizio, il che avvenne raramente.

Molti pensarono che il problema fosse dovuto a un'animata discussione tra la Atler e Rybacki dopo i campionati nazionali 1999.[23] Vanessa si trasferì a Dallas, in Texas, per allenarsi con l'ex ginnasta sovietico Valeri Liukin.[24]

La prima competizione importante di Vanessa dopo l'operazione alla caviglia sono i campionati nazionali 2000 a Saint Louis, nel Missouri, dove arriva quarta nel concorso generale, il suo peggior risultato individuale di sempre in quella competizione.[25]

Poco tempo dopo la Atler prende parte agli Olympic Trials, gara che sarebbe servita per decidere i componenti della squadra olimpica. Non riesce, in nessuna delle due giornate di gara, a completare un esercizio in maniera pulita; i suoi errori più gravi sono sbagliare completamente l'uscita dell'esercizio alla trave, rischiando la paralisi, durante la prima giornata di gara, e durante la seconda cambiare, nonostante si trovasse già in fase di volo, il suo secondo volteggio. Nonostante la deludente performance si piazza sesta, il che non basta però per guadagnarsi un posto in squadra o tra le riserve. La sua esclusione dalla squadra desta grande clamore a causa della grande popolarità di cui gode tra i fan della ginnastica americana.[26]

Dopo l'incontro,la ginnasta dichiara di essersi sentita "sollevata, nel profondo, perché so di non essermi impegnata, di non essere pronta e di non meritare un posto in squadra" dopo aver scoperto di essere stata esclusa dalla squadra.

Dopo il 2000[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i Trials, la Atler partecipa al TJ MAXX Tour Of Champions. Nel 2001 ricomincia ad allenarsi per un breve periodo di tempo con Ben Corr alla Rohnert Park Gymnastics, ma si ritira ad aprile del 2001 a causa di problemi personali.[27]

Esercizi (1998-1999)[modifica | modifica wikitesto]

  • Corpo libero:Doppio teso+salto avanti raccolto+doppio stag; enjambe cambio ad anello+enjambe cambio con giro+cosacco con giro; flik tempo+doppio carpio; salto raccolto con doppio giro; triplo avvitamento.

Le sue musiche del corpo libero sono state:Phil's Piano Solo (1995-1996), Jack's Conga (1997-1998), La Cumparsita (1998-1999[28]) e Les Deux Guitares (2000[29]).

Ha eseguito anche: Tsukahara; doppio sallto avanti; mezzo avvitamento+doppio avvitamento avanti; 2.5 avvitamenti+ salto teso avanti; avvitamento avanti+ raccolto avanti. Ha preparato (ma mai presentato) il Chusovitina.[30]

  • Volteggio: Doppio avvitamento Yurchenko; Cuervo teso; Rudi teso (American Cup 1999)

Ha eseguito anche: Yevdokimova; raccolto avanti con avvitamento. Ha preparato (ma mai presentato) l'Amanar.

  • Trave: Entrata con salto avanti raccolto + cosacco; flik+flik+salto teso indietro; giro intero; salto carpiato+cosacco; salto avanti carpiato+beat jump; enjambe cambio+gainer LOSO; uscita in salto indietro raccolto.

Ha eseguito anche: Grigoras; doppio stag ad anello; salto avanti raccolto+salto artistico. Ha preparato (ma mai presentato) lo Tskukahara e il doppio salto avanti (uscite).

  • Parallele asimmetriche: Entrata Hecht; granvolta con giro+granvolta Hop con mezzo giro+Dawes; Tkatchev+Comaneci; granvolta con mezzo giro+Pak; overshoot; doppio teso con avvitamento d'uscita.

Ha eseguito anche: doppio teso d'uscita; Ray I; undershoot verso la sbarra bassa; Healy con giro.

Televisione, spettacolo e libri[modifica | modifica wikitesto]

La Atler ha partecipato a varie gare professionali per le emittenti televisive (Rock 'n' Roll Championships, Reese's Cup, USA vs the World), ed a documentari per Fox Sports News e ESPN.[31]

Ha partecipato al film Per un posto sul podio, come controfigura per le parallele asimmetriche dell'attrice principale, insieme alla compagna di squadra Jamie Dantzscher.[32]

La Atler è apparsa anche in uno spot del Comitato Olimpico degli Stati Uniti, mandato in onda nel 2000, e a uno spot per le merendine Reese's.[33]

A novembre 2014 ha pubblicato un libro per bambini, "Let The River Flow".[34][35]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia
  2. ^ Risultati
  3. ^ Filmato audio Vanessa Atler Mental Block, su YouTube.
  4. ^ Great Expectations
  5. ^ Filmato audio Starting Over, YouTube.
  6. ^ Former National Champion Speaks Out About USA Gymnastics' Problems With Eating Disorders And Abuse
  7. ^ Moving Forward- An Interview With Vanessa Atler
  8. ^ Official USAG Biography
  9. ^ Atler,Powell Share All-Around Title
  10. ^ Karpenko Wins Prelims;Maloney And Atler Advance For USA
  11. ^ Jump for joy:Atler wins vault:Nemov bounces back in floor exercise
  12. ^ Three Gold To USA In Gymnastics Event Finals
  13. ^ Maloney Earns All-Around Title At John Hancock U.S Gymnastics Championships
  14. ^ Vanessa Atler's Rudi vault
  15. ^ 1999 VISA AMERICAN CUP:America's Top Female Gymnast Vanessa Atler Leads After Preliminaries;Defending Champion Viktoria Karpenko From Ukraine Trails In Second
  16. ^ 1999 VISA AMERICAN CUP:American Blaine Wilson Makes History With Three-Peat;U.S. Gymnasts Earn Four Of Six Medals
  17. ^ Maloney Wins Second Consecutive John Hancock U.S. Gymnastics Championships All-Around Title
  18. ^ Gymn Forum:Vanessa Atler
  19. ^ Elise Ray Gains Top Spot In World Team Trials
  20. ^ Filmato audio Atler floor at worlds, YouTube.
  21. ^ Filmato audio Atler beam at worlds, YouTube.
  22. ^ 1999 World Championships Maloney And Atler Withdraw From Event Finals
  23. ^ Filmato audio Vanessa Atler 1999 US Nationals AA-Uneven Bars, YouTube.
  24. ^ Decidedly different:Atler's path not routine
  25. ^ Elise Ray Captures Her First All-Around Title At The 2000 John Hancock U.S. Gymnastics Championships
  26. ^ Atler Falters At Gymnastics Trials
  27. ^ Retirement Announce
  28. ^ Vanessa Atler Floor Music 1998-1999
  29. ^ Vanessa Atler Floor Music 2000
  30. ^ Skills
  31. ^ Filmato audio Going Deep Gymnastics Documentary With Vanessa Atler Part 1, YouTube.
  32. ^ Vanessa Atler - IMDb
  33. ^ Filmato audio How does Vanessa Atler eat a Reese's Peanut Butter Cup, YouTube.
  34. ^ Sito del libro
  35. ^ U.S All-Around Champion Atler Writes Children's Book

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]