Van Gend en Loos c Nederlandse Administratie der Belastingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Van Gend en Loos c Nederlandse Administratis der Belastingen (1963) Case 26/62 è una importante sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea, la quale stabilì che le norme del Trattato istitutivo della Comunità economica europea erano in grado di creare per le persone fisiche e giuridiche diritti soggettivi esercitabili nell'ordinamento dello Stato membro e meritevoli di tutela di fronte al giudice nazionale. Questi diritti sono attribuiti dall'ordinamento europeo senza bisogno di intervento da parte degli Stati.

Questo caratteristica prende il nome di efficacia diretta.

La sentenza rappresenta una pietra miliare nell'evoluzione dell'Unione europea. In seguito, dalla sentenze Costa c ENEL (n. 6/64, EU:C:1964:66, pag. 1144) al parere n. 1/09 (EU:C:2011:123, punto 65), fu assodato che i Trattati fondativi dell’Unione hanno dato vita, diversamente dai trattati internazionali ordinari, ad un ordinamento giuridico nuovo, che riconosce come soggetti non soltanto gli Stati, ma anche i cittadini degli stessi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]