Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Vampire Hunter D

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vampire Hunter D
バンパイアハンターD
(Bampaia Hantā Dī)
Vampure Hunter D.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana del manga
Genere azione, fantasy, horror
Light novel
Autore Hideyuki Kikuchi
Disegni Yoshitaka Amano
Editore Asahi Sonorama
1ª edizione 1983 – in corso
Volumi 25 (in corso)
Manga
Autore Hideyuki Kikuchi
Disegni Saiko Takaki
Editore Media Factory
1ª edizione 2007
Tankōbon 8 (completa)
Editore it. J-Pop
Volumi it. 6 / 8 Completa al 75%

Vampire Hunter D (バンパイアハンターD Bampaia Hantā Dī?) è una serie di romanzi iniziata nel 1983, scritta dall'autore giapponese Hideyuki Kikuchi e illustrata da Yoshitaka Amano. Il manga ruota attorno alla figura di D, un dampiro (essere nato dall'unione di un vampiro e di una donna umana) che caccia i vampiri sfruttando la capacità del suo sangue di uccidere questi esseri.

La serie ha dato vita ad un numero di adattamenti, tra cui un anime, un audio drama e un manga. In Italia il manga è stato distribuito dalla J-Pop[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

D è un cacciatore di vampiri come pochi o nessuno è mai vissuto sulla terra. Siamo nel 12090, un futuro molto lontano da ogni percezione, e sul nostro pianeta la razza dei vampiri è finalmente venuta allo scoperto. Nuovi mutanti e specie abitano il nostro mondo e gli umani sanno tenersi bene alla larga dai luoghi infestati. Ma i vampiri, esseri millenari, entrano nella vita dei poveri mortali di tanto in tanto e i motivi non sono mai buoni. La storia inizia con la vicenda del Conte Magnus Lee e della sua voglia di avere vicino, come moglie, una tra le più belle ragazze della cittadina: Doris. In suo soccorso arriva il cacciatore di vampiri D, tenebroso e misterioso uomo a cavallo con addosso i poteri necessari per contrastare la razza dei vampiri in quanto Dhampir, ovvero essere partorito da padre vampiro e madre umana. Azione e avventura intrisi in atmosfere dark porteranno D, Doris e il Conte ad una serie di inevitabili scontri. Il bene nato dal male contro il male.

OAV[modifica | modifica wikitesto]

Vampire Hunter D[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 venne realizzato un OAV di 80 minuti ispirato al primo dei romanzi di Kikuchi.

Vampire Hunter D - Bloodlust[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Vampire Hunter D - Bloodlust.

Nel 2001 è stato realizzato un altro film dedicato alle gesta del vampiro D, intitolato Vampire Hunter D - Bloodlust, ispirato al terzo dei romanzi di Kikuchi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vampire Hunter D 1, J-Pop. URL consultato il 24 agosto 2013.
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga