Valle di Alaj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valle di Alaj
Alai Valley 1.jpg
StatoKirghizistan Kirghizistan
RegioneRegione di Oš
DistrettoDistretto di Alaj e di Čong-Alaj
RegioniAsia centrale
FiumeKyzyl-Suu
Superficie1700 km²
Altitudine2240/3536 m s.l.m.
Cartografia
Mappa di localizzazione: Kirghizistan
Valle di Alaj
Valle di Alaj
Mappa della Valle

Coordinate: 39°40′N 72°58′E / 39.666667°N 72.966667°E39.666667; 72.966667

La valle di Alaj (in chirghiso Алай өрөөнү; in russo Алайская долина, Alajskaja dolina) è un'ampia e asciutta valle nel sud della regione di Oš, in Kirghizistan; è divisa amministrativamente tra i distretti di Alaj e Čong-Alaj.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La valle si estende per circa 150 km in direzione est-ovest con un'altitudine compresa tra i 2240 ed i 3536 metri e un'ampiezza di 8/25 km[1][2]; è compresa tra le montagne Alaj a nord e la catena del Trans-Alaj a sud, al confine con il Tagikistan, dove si trova altresì il picco Ibn Sina.
Il fiume Kyzyl-Suu (fiume rosso in chirghiso) drena la valle, scorrendo verso ovest fino a una gola nei pressi del passo Karamyk dove entra in Tagikistan.

«Il paesaggio è mirabile, arcadico, antico. Prati, prati e prati, frotte di animali ovunque, marmotte che scorrazzano facendoci visibilissime boccacce, cavalli che ci scrutano solenni, un toro che insegue una giovenca sfoderando un vero e proprio palo rosa, minuscoli bunker abbandonati tra l'erba, ricordo delle tensioni cino-sovietiche. Sono ormai disposto a vedere di tutto, ma davanti a una yurta con davanti una Mercedes, l'unica cosa che riesco a chiedermi è come diavolo abbia fatto ad arrivare fino a lì quell'auto senza catalizzatore su quella strada. Il lontano splendore di piramidi bianche che si leva dai prati sulla sinistra è il Pamir, e la maestosta vetta là in fondo è il Picco Lenin…»

(Mario Biondi, Strada bianca per i Monti del Cielo. Vagabondo sulla Via della Seta[3])

Infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

La valle di Alaj è attraversata orizzontalmente dall'autostrada A371 che interseca a Sary Taš l'M41 (autostrada del Pamir) che a sud porta al passo Kyzylart e successivamente a Murghab in Tagikistan, mentre a nord porta a Osh attraverso il passo Taldyk; sono presenti altri due passi: quello di Irkeštam (che conduce in Cina), e un altro all'estremità occidentale della valle, il passo Karamyk, chiuso agli stranieri.

Le condizioni di vita in questa zona sono durissime: d'inverno il clima è molto rigido, non ci sono posti di lavoro e le condizioni atmosferiche non permettono l'agricoltura; per questo la maggior parte dei maschi adulti sono emigrati.[4]

Principali insediamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) Алайская долина. Алай, su centralasia-travel.com. URL consultato il 22 marzo 2019.
  2. ^ (RU) Алайская долина, su dic.academic.ru. URL consultato il 22 marzo 2019.
  3. ^ Mario Biondi, Strada bianca per i Monti del Cielo. Vagabondo sulla Via della Seta, Milano, Ponte alle Grazie, 2005, p. 255.
  4. ^ Laurence Mitchell, Kyrgyzstan, Bradt Travel Guides, 2008
Controllo di autoritàVIAF (EN315143397
Kirghizistan Portale Kirghizistan: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Kirghizistan