Valerie Martin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valerie Martin nel 2014

Valerie Martin (Sedalia, 14 marzo 1948) è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Sedalia, nel Missouri, nel 1948, vive nella Contea di Dutchess, a New York, dove insegna inglese al Mount Holyoke College[1].

Cresciuta a New Orleans, nella Louisiana, si è laureata alla UMass Amherst prima di intraprendere la carriera di scrittrice[2].

Nella sua trentennale carriera ha dato alle stampe una decina di romanzi, tre raccolte di racconti, un saggio e un libro per ragazzi[3].

Insignita del Premio Janet Heidinger Kafka nel 1990 con La governante del dottor Jekill[4], nel 2003 il suo romanzo Proprietà ha vinto l'ottava edizione dell'Orange Prize[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Set in Motion (1978)
  • Alexandra (1979)
  • A Recent Martyr (1987)
  • La governante del dottor Jekill (Mary Reilly, 1990), Milano, Bompiani, 1991 ISBN 88-452-1744-2.
  • The Great Divorce (1993)
  • Italian Fever (1999)
  • Proprietà (Property, 2003), Milano, Ponte alle Grazie, 2004 ISBN 88-7928-718-4.
  • Trespass (2007)
  • The Confessions of Edward Day (2009)
  • The Ghost of the Mary Celeste (2014)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Love: Short Stories (1976)
  • The Consolation of Nature, and Other Stories (1988)
  • The Unfinished Novel and Other Stories (2006)
  • Sea Lovers (2015)

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura per l'infanzia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anton and Cecil: Cats at Sea (2013) scritto con la nipote Lisa Martin

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Profilo della scrittrice, su bookbrowse.com. URL consultato il 24 novembre 2017.
  2. ^ (EN) Valerie Martin awarded 2011, su gf.org. URL consultato il 24 novembre 2017.
  3. ^ (EN) Q&A with author Valerie Martin, su ft.com. URL consultato il 24 novembre 2017.
  4. ^ (EN) Albo d'oro, su sas.rochester.edu. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Valerie Martin wins Orange Prize for Fiction, su peninsulaclarion.com. URL consultato il 23 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017). Testo "24 novembre 2017" ignorato (aiuto)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN101831920 · ISNI (EN0000 0000 8170 726X · LCCN (ENn78007281 · GND (DE131454986 · BNF (FRcb12091656t (data) · BNE (ESXX967270 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n78007281