Valeria Montaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Valeria Montaldi (Milano, 5 agosto 1949[1]) è una giornalista e scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Valeria Montaldi è nata a Milano, dove ha seguito gli studi classici e si è laureata in Storia della Critica d'Arte. Dopo una ventina d'anni di giornalismo dedicato a luoghi e personaggi dell'arte e del costume milanese, nel 2001 ha esordito nella narrativa. Le trame dei primi sei romanzi sono ambientate nel Medioevo e si snodano fra i castelli della Valle d'Aosta, i vicoli di Milano, i boschi del contado lombardo, le strade di Parigi e i canali di Venezia. Nel settimo e nell'ottavo romanzo, rispettivamente La Randagia e Il pane del diavolo, l'azione si svolge in due epoche diverse, la contemporanea e la remota. Due storie noir che si intrecciano in uno stesso enigma, un gioco di specchi fra personaggi del passato e del presente.

I romanzi di Valeria Montaldi sono pubblicati in Francia, Spagna, Portogallo, Germania, Grecia, Serbia, Ungheria, Brasile.

Valeria Montaldi vive e lavora a Milano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

. Storia di Piazza San Babila, Edizioni L'Agrifoglio (1990)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

. Il sogno di Tarek, in “L'estate degli scrittori” (La Repubblica 2005)

. Il mistero di Piazza Cordusio, (Gulliver 2006)

. Grigino il cavallino, in “Le favole del Settimo Piano” (RCS 2007)

. L'affresco, in “History and Mistery” (Piemme 2008)

. Il medaglione, in “Eros e Thanatos” (Supergiallo Mondadori 2010)

. Il ramo, in “365 Racconti Erotici per Un Anno” (Delos Books 2010)

. La bambina con la valigia (Avvenire 2011)

. Venezia. A spasso nel Trecento (Panorama Travel 2013)

. La rosa del pantano, in “Milano Mia” (Polaris 2015)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Ostia Mare di Roma, 2002
  • Premio Frignano, 2002
  • Premio Città di Cuneo, 2002
  • Finalista Premio Bancarella, 2003
  • Finalista Premio Bancarella, 2006
  • Premio Saturo d'Argento, 2009
  • Premio Nazionale Rhegium Julii, 2009[2]
  • Premio Città di Penne, 2011
  • Premio Lamerica, 2011
  • Prix Fulbert de Chartres, 2014
  • Premio Città di Como 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ordine dei Giornalisti - Elenco iscritti - Pubblicisti M-Z (PDF), su odg.it. URL consultato il 12 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2012).
  2. ^ premio Rhegium Julii, su circolorhegiumjulii.wordpress.com. URL consultato il 3 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66685522 · ISNI (EN0000 0000 1723 6408 · LCCN (ENn95057374 · BNF (FRcb14445254x (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95057374