Valentina Marchei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valentina Marchei
Rostelecom Cup 2012 short program 011.jpg
Valentina Marchei alla Cup of Russia 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 161 cm
Peso 48 kg
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio a coppie
Record
Totale 173.33 (XXII Giochi olimpici invernali - Soci 2014)
P. corto 61.90 (NHK Trophy 2013)
P. libero 116.31 (XXII Giochi olimpici invernali - Soci 2014)
Squadra Olympic Dream Ice School
Palmarès
Campionati italiani 6 4 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio a coppie
Record
Totale 203.92 (Campionati mondiali 2017)
P. corto 71.04 (Campionati mondiali 2017)
P. libero 132.88 (Campionati mondiali 2017)
Palmarès
Campionati italiani 1 3 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 3 gennaio 2018

Valentina Marchei (Milano, 23 maggio 1986) è una pattinatrice artistica su ghiaccio italiana.

È stata per 5 volte campionessa italiana in singolo (2004, 2008, 2010, 2012 e 2014). Inoltre i suoi risultati migliori nelle competizioni dell'ISU sono stati un quarto posto agli europei del 2013 ed un ottavo posto ai mondiali del 2012. Dal 2014 gareggia in coppia con Ondřej Hotárek, insieme al quale ha vinto il campionato italiano nel 2015.

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Ha cominciato a pattinare all'età di 7 anni, a Milano, dopo aver inizialmente provato il pattinaggio a rotelle mentre era in vacanza, oltre che la ginnastica artistica.[1][2][3][4]

Stagioni 2003-2004, 2004-2005 e 2005-2006[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2003-2004 la Marchei ha vinto per la prima volta il titolo nazionale ed ha partecipato per la prima volta ai campionati europei ed ai mondiali, dove si è classificata rispettivamente 15° e 23°. Ha inoltre gareggiato nei mondiali juniores dove ha raggiunto la 14ª posizione.[5][6]

Nella stagione 2004-2005 si è classificata seconda nei campionati italiani. Per la prima volta ha preso parte al Grand Prix ed in particolare è stata invitata al Trophée Eric Bompard, dove si è classificata decima, ed all'NHK Trophy, dove ha ottenuto l'undicesima posizione.[5][6] Ai mondiali juniores si è classificata 16ª ed agli europei 31°.[5][6]

Durante la stagione 2005-2006 non ha partecipato al Grand Prix. Si è classificata 19ª agli europei e 23° ai mondiali.[5][6]

Stagione 2006-2007[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2006-2007 ha nuovamente partecipato alle competizioni del circuito del Grand Prix, prendendo parte a Skate America, dove si è classificata nona, ed al Trofeo Bompard, dove ha ottenuto la sesta posizione.[5][6]

Nei campionati nazionali del 2006 si è classificata terza, ma ha ottenuto la possibilità di partecipare agli europei ed ai mondiali del 2007. Nella competizione continentale, svoltasi a Varsavia e vinta dalla connazionale Carolina Kostner, la Marchei si è trovata in dodicesima posizione al termine del primo segmento di gara, ma è riuscita a conquistare il terzo posto nel programma libero e così a salire in quinta posizione con un totale di 144,28 punti.[7]

Ha poi gareggiato ai mondiali ospitati a Tokyo, in Giappone. Dopo la 14ª posizione del programma corto ha ottenuto un decimo posto nel libero e si è quindi classificata 11ª con 153,60 punti.[8]

Stagione 2007-2008[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2007-2008 la Marchei ha gareggiato nelle stesse competizioni del Grand Prix alle quali era stata convocata anche l'anno precedente. Si è classificata 10ª a Skate America e 9° al Trofeo Bompard.[5][6]

A dicembre del 2007 ha conquistato per la seconda volta il titolo italiano.[5][6]

Ha partecipato agli europei di Zagabria del 2008, dove ha ottenuto il sesto posto con 153,34 punti,[9] ed ai mondiali dello stesso anno, dove, dopo una 17ª posizione nel programma corto e la nona nel libero, si è classificata 13ª con 142.93 punti.[5][6][10]

Valentina Marchei agli Europei del 2010

Stagione 2008-2009[modifica | modifica wikitesto]

Dal mese di settembre 2008 si allena a Hackensack, negli Stati Uniti, con il tecnico russo Nikolai Morozov che in precedenza aveva allenato la campionessa olimpica Shizuka Arakawa.[11][12]

Durante la sua prima tappa del Grand Prix 2008-2009, Skate America, la Marchei è stata costretta a ritirarsi a causa di un infortunio ad un piede che non le ha permesso di partecipare quasi a nessuna competizione della stagione, eccezion fatta per i campionati nazionali ove la pattinatrice si è classificata quarta.[5][6][11][12]

Stagione 2009-2010[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2009-2010 la Marchei non ha ricevuto alcuna convocazione per le competizioni del Grand Prix e per questo ha partecipato ad alcune competizioni minori come il Finlandia Trophy, nella quale si è classificata ottava.[11]

A dicembre del 2009 ha vinto per la terza volta il titolo nazionale, superando anche Carolina Kostner che si è però in seguito aggiudicata l'unico posto disponibile per le Olimpiadi del 2010 con la vittoria della medaglia d'oro agli europei di Tallinn del 2010, dove Valentina Marchei si è invece classificata ottava con 149,46 punti.[5][6][13][14]

Stagione 2010-2011[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2010-2011 la Marchei è stata invitata a partecipare a Skate Canada ed alla Cup of Russia. Nella prima delle due competizioni del Grand Prix, dopo un nono posto nel programma corto, ha concluso la gara classificandosi ottava con 137,78 punti.[15] Nell'evento in Russia invece ha ottenuto il quinto posto con 153,71 punti, segnando un record personale nel punteggio.[5][6][16]

Nei campionati italiani si è classificata seconda, mentre ha concluso gli europei del 2011 di Berna in decima posizione anche a causa di un infortunio che non le ha permesso in seguito di partecipare ai campionati mondiali.[5][6] La pattinatrice italiana si è infatti procurata una distorsione della caviglia destra durante il riscaldamento per il programma libero, alla quale si è poi aggiunto uno stiramento del legamento collaterale del ginocchio sinistro durante la prova stessa.[17]

Stagione 2011-2012[modifica | modifica wikitesto]

Valentina Marchei alla Cup of China 2011

Nel 2011 la Marchei ha nuovamente cambiato allenatore, trasferendosi a Detroit ed iniziando ad allenarsi con Jason Dungjen e Yuka Satō, già campionessa del mondo nel 1994.[18][19]

Ha partecipato a Skate America 2011, dove si è classificata 9ª nel corto e 6° nel libero, rimanendo però comunque in nona posizione al termine della gara, conclusa con 135,17 punti.[20] Anche nella Cup of China 2011, svoltasi a Shanghai, dopo un settimo posto nel programma corto ed un nono posto nel libero si è classificata nona con 133,86 punti.[5][6][21]

Per la quarta volta ha vinto il titolo italiano a dicembre del 2011. Nel campionato italiano ha infatti ottenuto 51,94 punti per il programma corto, portandosi in prima posizione già nel primo segmento di gara,[22] ed è poi riuscita a mantenere il suo posto in classifica anche dopo il programma libero nel quale è caduta due volte, guadagnando in conclusione un totale di 141,63 punti.[5][6][23]

Agli europei del 2012 a Sheffield si è classificata ottava con 146.84 punti totali, dopo un settimo posto nel programma corto ed un nono posto nel libero.[24]

Ha poi partecipato ai mondiali del 2012 a Nizza, prendendo parte al campionato mondiale per la prima volta dal 2008. Al termine del primo segmento di gara si è trovata in undicesima posizione, mentre dopo il nono posto del programma libero è riuscita a chiudere la competizione in ottava posizione con 150,10 punti.[5][6][25]

Nel 2012 Valentina Marchei ha inoltre fatto parte della squadra italiana che ha partecipato all'ISU World Team Trophy, tenutosi a Tokyo, in Giappone, dal 19 aprile al 22 aprile.[26][27] In tale competizione la Marchei si è classificata ottava, mentre la squadra italiana ha concluso la gara al sesto posto.

Stagione 2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

Valentina Marchei alla Cup of Russia 2012

Per la stagione 2012-2013 la Marchei è stata invitata a partecipare a Skate America ed alla Cup of Russia. Nella prima di tali competizioni la pattinatrice italiana si è classificata quarta,[28] mentre nella seconda ha ottenuto solo il nono posto, perdendo quindi ancora una volta la possibilità di partecipare alla finale del Grand Prix.[5][6]

A dicembre del 2012 si è svolta a Milano, nello stesso palaghiaccio in cui Valentina Marchei si è allenata per molti anni, l'edizione 2013 dei Campionati italiani di pattinaggio di figura.[29] Valentina ha ottenuto 56,23 punti nel programma corto, in cui si è classificata seconda,[30] e poi 111,51 nel libero dove ha confermato la propria posizione, vincendo la medaglia d'argento con un totale di 167,74 punti, preceduta da Carolina Kostner.[31][32]

Il 25 gennaio 2013 Valentina ha partecipato al Campionato europeo di Zagabria dove ha concluso il programma corto in terza posizione con 58,22 punti, preceduta dalla russa Adelina Sotnikova, prima con 67,61 e dalla connazionale Carolina Kostner, seconda con 64,19 punti.[33][34] Il giorno successivo ha pattinato il suo programma lungo ottenendo 113,28 punti e classificandosi quarta con 171,05 punti totali perché preceduta, oltre che dalla Kostner, vincitrice del titolo europeo con 194,71 punti, anche dalle russe Adelina Sotnikova ed Elizaveta Tuktamysheva, vincitrici rispettivamente dell'argento e del bronzo.[35][36]

A marzo 2013 la Marchei ha preso parte ai mondiali del 2013 che si sono svolti a London, in Canada. In tale competizione ha ottenuto 50,41 punti nel programma corto e poi 96,82 nel libero, per un totale di 147,23 punti, ed ha concluso la gara in diciottesima posizione.

Stagione 2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2013-2014 Valentina Marchei è stata invitata a partecipare a due eventi del Grand Prix ed in particolare a Skate America 2013 ed all'NHK Trophy 2013.[37]

Partecipa a dicembre alle Universiadi (argento). Vincitrice a gennaio 2014 dei campionati italiani assoluti con 162.49 punti. Sesta ai campionati europei di gennaio 2014 (punteggio di 165.25).

Alle olimpiadi invernali di Sochi 2014, gareggia per l'Italia nel libero del pattinaggio di figura a squadre, contribuendo a raggiungere il 4º posto finale. Nella competizione femminile, arriva undicesima con il punteggio di 173.33.

Stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 Valentina Marchei decide di passare dal singolo alle coppie di artistico gareggiando con Ondřej Hotárek, precedentemente partner di Stefania Berton.

Cambi di allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Valentina Marchei ha cambiato più volte allenatori. Ha iniziato a pattinare a Milano con Cristina Mauri,[38] ma per un periodo ha anche fatto la pendolare per potersi allenare in Francia con Pierre Trente.[39][40]

A settembre del 2008 si è trasferita nel New Jersey per allenarsi con il tecnico russo Nicolai Morozov e per un certo periodo si è allenata con lui anche in Russia.[4][11][12] Nei periodi in cui era in Italia ha lavorato anche con Valter Rizzo.[3][39][41]

Nel 2011 ha nuovamente cambiato allenatori e dopo essersi trasferita a Detroit ha iniziato ad essere seguita dall'americano Jason Dungjen e dalla giapponese Yuka Satō, campionessa mondiale nel 1994.[39][42]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Valentina Marchei è figlia di Marco Marchei, maratoneta che ha rappresentato l'Italia sia alle Olimpiadi di Mosca nel 1980 che alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984.[1][39]

Oltre a pattinare, Valentina Marchei studia per laurearsi in Scienze Motorie.[1][43]

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Valentina Marchei a Skate America 2006
Valentina Marchei ai Campionati europei 2011

In Coppia[modifica | modifica wikitesto]

(con Hotárek)

Stagione Programma corto Programma libero Esibizione
2015-2016
2014-2015
  • Malagueña

Carriera Singola[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Programma corto Programma libero Esibizione
2013-2014
  • Nyah
    di Hans Zimmer
    eseguita da CH2
    coreografia di Yuka Sato
2012–2013
[44][45]
  • Esperanza
    di Maxime Rodriguez
    coreografia di Massimo Scali e Giusy Galimberti
2011–2012
[18]
  • Johnny's Mambo
  • Medley di canzoni della band
    Big Bad Voodoo Daddy
2010–2011
2009–2010
[46]
2008–2009
[47]
2007–2008
[48]
2006–2007
[49]
2005–2006
[50]
  • Xotica
    di René Dupéré
2004–2005
[51]
  • Xotica
    di Rene Dupere
2003–2004
[52]
2001–2002
[53]
  • Flamenco

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

In Coppia[modifica | modifica wikitesto]

(con Hotárek)

Risultati
Internazionali
Evento 2014-15 2015-16 2016-17 2017-18
Olimpiadi
Campionati mondiali 11° 14° 10°
Campionati europei
GP Cup of China
GP Rostelecom Cup
GP Skate Canada R
CS Golden Spin
CS Warsaw Cup
CS Lombardia Trophy
Lombardia Trophy
Siebt Memorial
Nazionali
Campionati italiani
TBD = Assegnata; R = Ritirati

Carriera Singola[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Internazionali
Evento 2001–02 2002–03 2003–04 2004–05 2005–06 2006–07 2007–08 2008–09 2009–10 2010–11 2011–12 2012–13 2013-14
Giochi olimpici invernali 11°
Campionati mondiali 23° 23° 11° 13° 18° 16°
Campionati europei 15° 31° 19° 10°
Trophée Eric Bompard 10°
Cup of China
NHK Trophy 11°
Cup of Russia
Skate America 10° R
Skate Canada
Finlandia Trophy 12°
Lombardia Trophy
Ondrej Nepela Trophy
Challenge Cup
Coupe de Nice
Golden Spin di Zagabria
Ice Challenge
Karl Schäfer Memorial
Merano Cup
NRW Trophy
Universiade
Internazionali: categoria Junior
Campionati mondiali juniores 14° 16°
JGP - Bulgaria
JGP - Repubblica Ceca 12°
JGP - Germania 13°
JGP - Giappone
JGP - Olanda
JGP - Serbia
Gardena Spring Trophy
Nazionali
Campionati italiani
Eventi in squadra
Giochi olimpici invernali 4°S/ 3°P
World Team Trophy 6°S / 8°P
JGP = Junior Grand Prix; TBD = Assegnata; R = Ritirata
S = Risultato della Squadra; P = Risultato Personale (N.B. le medaglie sono state consegnate solo per i risultati della squadra)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Valentina Marchei: sul ghiaccio è nata una stella - Panorama, su sport.panorama.it. URL consultato il 7 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2012).
  2. ^ Sesto, la campionessa di pattinaggio Valentina Marchei quarta al Gran Prix disputato in Usa | Dialogo News
  3. ^ a b Valentina Marchei Official Website, su valentina-marchei.com. URL consultato il 7 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2012).
  4. ^ a b PIANETA-CALCIO.IT : classifiche e risultati di tutto il calcio dilettanti a Verona | Sito Web by Brain System
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Sito ufficiale di Valentina Marchei, su valentina-marchei.com. URL consultato il 7 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2012).
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Risultati ISU
  7. ^ Crystal Report Viewer
  8. ^ Crystal Report Viewer
  9. ^ Crystal Report Viewer
  10. ^ Entry/Resultlist
  11. ^ a b c d Intervista, testo aggiuntivo.
  12. ^ a b c Valentina Marchei: foto, scheda tecnica, biografia | Sportlive.it - Sport, News, risultati, classifiche, su sportlive.it. URL consultato l'8 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  13. ^ Kostner flop agli Italiani A rischio l'Olimpiade? - Notizie rugby, pallavolo, atletica e altri sport - La Gazzetta dello Sport
  14. ^ Entry/Resultlist
  15. ^ Pattinaggio Artistico: Valentina Marchei ottava a Skate Canada - Olimpiadi
  16. ^ Cup of Russia, grande rimonta di Miki Ando, ma Valentina Marchei non è da meno. Decimata la finale della danza | ArtOnIce
  17. ^ Valentina Marchei rinuncia ai Mondiali | ArtOnIce
  18. ^ a b WebCite query result, su isuresults.com. URL consultato il 27 aprile 2012 (archiviato il 27 aprile 2012).
  19. ^ Sottozeronews – Il Portale degli sport della neve e del ghiaccio » Figura. Valentina Marchei cambia allenatore, lascia Morozov e vola a Detroit
  20. ^ Entry/Resultlist
  21. ^ Entry/Resultlist
  22. ^ Campionati italiani: nel corto Senior in testa Valentina Marchei e Paolo Bacchini | ArtOnIce
  23. ^ Ghiacciofilia
  24. ^ Entry/Resultlist
  25. ^ Entry/Resultlist
  26. ^ L'Italia parteciperà all'ISU World Team Trophy | ArtOnIce
  27. ^ ISU : Events Calendar
  28. ^ Sport invernali, Coppa del Mondo di sci Alpino, Sci Nordico, Biathlon, Freeride, Freestyle, Sci alpinismo, Pattinaggio, Bob, Skeleton, Olimpiadi invernali - Neve Italia, su wintersport-news.it. URL consultato l'8 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2012).
  29. ^ Campionati Italiani Pattinaggio di Figura 2013 Milano Agorà lo stadio del ghiaccio
  30. ^ http://www.fisg.it/Figura/DocumentoDett.asp?IDNews=3046
  31. ^ http://www.fisg.it/Figura/DocumentoDett.asp?IDNews=3050
  32. ^ Assoluti pattinaggio a Milano: Carolina Kostner vince 7/o titolo
  33. ^ PATTINAGGIO/ Carolina Kostner seconda nel corto agli Europei di Zagabria
  34. ^ Europei, Kostner 2ª: "Ho fatto un cetriolo", Cappellini-Lanotte: è bronzo! - La Gazzetta dello Sport
  35. ^ Figura, trionfa Carolina Kostner, È ancora campionessa d'Europa - La Gazzetta dello Sport
  36. ^ Pattinaggio, Carolina Kostner sul trono d'Europa - Repubblica.it
  37. ^ Copia archiviata, su isu.sportcentric.net. URL consultato il 21 luglio 2013 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2014).
  38. ^ Passione pattinaggio con Valentina Marchei
  39. ^ a b c d Biography
  40. ^ http://www.goldenskate.it/it/gli-atleti/valentina-marchei
  41. ^ Absolute Skating
  42. ^ Dreaming On Ice: Valentina Marchei si trasferisce a Detroit
  43. ^ ICE SKATING : La Riviera tifa per "l'anti-Kostner" Valentina Marchei
  44. ^ WebCite query result, su isuresults.com. URL consultato il 2 dicembre 2012 (archiviato il 2 dicembre 2012).
  45. ^ Valentina Marchei: ecco come ho costruito i miei programmi | ArtOnIce
  46. ^ Valentina Marchei: "Ho tanti sogni e lotto per realizzarli" | ArtOnIce
  47. ^ Biography
  48. ^ Biography
  49. ^ Crystal Report Viewer
  50. ^ Crystal Report Viewer
  51. ^ Crystal Report Viewer
  52. ^ Crystal Report Viewer
  53. ^ Crystal Report Viewer

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]