Valentina Ševčenko (lottatrice)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valentina Ševčenko
Valentina Shevchenko 2014.jpg
Nazionalità Kirghizistan Kirghizistan
Altezza 165 cm
Peso 61 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Muay Thai[1], Taekwondo[2], Judo, Kickboxing
Categoria Pesi gallo, Pesi mosca
Squadra Russia Tiger Muay Thai[3]
Stati Uniti Gracie Barra Texas[4]
Carriera
Soprannome Bullet
Vittorie 16
per knockout 4
per decisione 5
Sconfitte 3
 

Valentina Anatol'evna Ševčenko (Frunze, 7 marzo 1988) è una lottatrice di arti marziali miste kirghisa di origine russa[5].

Combatte nella divisione dei pesi mosca per la promozione statunitense UFC, nella quale è campionessa di categoria dal 2018. Precedentemente era stata una contendente al titolo dei pesi gallo venendo tuttavia sconfitta dalla campionessa Amanda Nunes.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Valentyna Ševčenko è una lottatrice completa abile sia nella lotta in piedi che in quella a terra benché preferisca la prima, essendo una specialista nella Muay Thai e nel Taekwondo.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

La Ševčenko compie il suo debutto per la UFC il 19 dicembre 2015, sostituendo Germaine de Randamie nel suo match contro Sarah Kaufman, all'evento UFC on Fox 17.[6] Vince l'incontro per decisione non unanime.[7][8]

Nel suo secondo incontro, datato 5 marzo 2016, affronta invece la brasiliana Amanda Nunes in occasione di UFC 196. Pur avendo messo in scena una buona prestazione nel corso del terzo round, ciò non le basta per recuperare lo svantaggio accumulato nelle riprese precedenti e la kirghisa si deve così arrendere per decisione unanime.

Ciò nonostante, il 23 luglio ritrova subito un'occasione per riprendersi quando disputa il suo primo main event contro l'ex campionessa dei gallo Holly Holm a UFC on Fox 20.[9] A grande sorpresa, la Ševčenko riuscirà a imporre il proprio stile per tutta la durata del match, aggiudicandosi una vittoria per decisione unanime dopo cinque round.

Il 28 gennaio 2017 vince contro Julianna Peña al secondo round per sottomissione (armbar), diventando la prima sfidante al titolo di Amanda Nunes e ottenendo il premio Performance of the Night. L'incontro per il titolo avrebbe dovuto tenersi l'8 luglio a UFC 213, ma all'ultimo momento è stato annullato a causa di alcuni problemi di salute della Nunes. Il rematch si tiene il 9 settembre a UFC 215, ma la Nunes si impone di nuovo per decisione non unanime.

Il 3 febbraio 2018 debutta nella divisione dei pesi mosca imponendosi sulla brasiliana Priscila Cachoeira a UFC Fight Night 125, vincendo inoltre il riconoscimento Performance of the Night.

Campionessa dei pesi mosca UFC[modifica | modifica wikitesto]

L'8 dicembre 2018, all'evento UFC 231, affronta l'ex campionessa dei pesi paglia Joanna Jędrzejczyk, che aveva già battuto per tre volte nella sua carriera nella Muay Thai, con in palio il vacante titolo femminile dei pesi mosca UFC: Valentina riesce ad imporsi per decisione unanime al termine di cinque round e a vincere il titolo.

L'8 giugno 2019 difende per la prima volta il titolo contro Jessica Eye, che batte per KO con un fulmineo calcio alla testa nei primi secondi del secondo round che le vale il riconoscimento Performance of the Night.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Vittoria 17-3 Stati Uniti Jessica Eye KO (calcio alla testa) UFC 238: Cejudo vs. Moraes 8 giugno 2019 2 0:26 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti Difende il titolo femminile dei pesi mosca UFC, Performance of the Night
Vittoria 16-3 Polonia Joanna Jędrzejczyk Decisione (unanime) UFC 231: Holloway vs. Ortega 3 febbraio 2018 5 5:00 Canada Toronto, Canada Vince il titolo femminile dei pesi mosca UFC
Vittoria 15-3 Brasile Priscila Cachoeira Sottomissione (rear-naked choke) UFC Fight Night: Machida vs. Anders 3 febbraio 2018 2 4:25 Brasile Belém, Brasile Debutto nei pesi mosca, Performance of the Night
Sconfitta 14-3 Brasile Amanda Nunes Decisione (non unanime) UFC 215: Nunes vs Schevchenko 2 9 settembre 2017 5 5:00 Canada Edmonton, Canada Per il titolo dei pesi gallo femminili UFC
Vittoria 14-2 Stati Uniti Julianna Peña Sottomissione (armbar) UFC on Fox: Shevchenko vs. Peña 28 gennaio 2017 2 4:29 Stati Uniti Denver, Stati Uniti Performance of the Night
Vittoria 13-2 Stati Uniti Holly Holm Decisione (unanime) UFC on Fox: Holm vs. Shevchenko 23 luglio 2016 5 5:00 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Sconfitta 12-2 Brasile Amanda Nunes Decisione (unanime) UFC 196: McGregor vs. Diaz 5 marzo 2016 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 12-1 Canada Sarah Kaufman Decisione (non unanime) UFC on Fox: dos Anjos vs. Cerrone 2 19 dicembre 2015 3 5:00 Stati Uniti Orlando, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 11-1 Stati Uniti Jan Finney Decisione (unanime) Legacy FC 39 27 febbraio 2015 3 5:00 Stati Uniti Houston, Stati Uniti
Vittoria 10-1 Hellen Bastos KO tecnico (stop medico) Fusion FC 6 26 febbraio 2014 2 3:00 Perù Lima, Perù
Vittoria 9-1 Priscila Orellana KO tecnico (pugni) Fusion FC 5 18 dicembre 2013 1 0:50 Perù Lima, Perù
Vittoria 8-1 Akjarkyn Baiturbaeva Decisione (unanime) KF-1: MMA World Competition 30 aprile 2011 3 5:00 Corea del Sud Seul, Corea del Sud
Sconfitta 7-1 Stati Uniti Liz Carmouche KO tecnico (stop medico) C3 Fights: Red River Rivalry 30 settembre 2010 2 3:00 Stati Uniti Concho, Stati Uniti
Vittoria 7-0 Yulia Nemstova Sottomissione (Ezekiel choke) Professional Free Fight 3 marzo 2006 1 1:11 Russia Krasnodar, Russia
Vittoria 6-0 Kyung Aeh Kim Sottomissione (armbar) WXF: X-Impact World Championships 2005 9 luglio 2005 1 1:09 Corea del Sud Corea del Sud
Vittoria 5-0 Roza Kalieva Sottomissione (rear-naked choke) Kazakhstan Federation of Pankration 2 22 marzo 2005 1 1:09 Kazakistan Kökşetaw, Kazakistan
Vittoria 4-0 Alla Iskarenova Sottomissione (rear-naked choke) Kazakhstan Federation of Pankration 21 marzo 2005 1 1:12 Kazakistan Kökşetaw, Kazakistan
Vittoria 3-0 Erkesh Kokoeva KO tecnico (pugni) Kyrgyz Federation of Kulatuu 2 15 ottobre 2004 1 N/A Kirghizistan Kirghizistan
Vittoria 2-0 Mi Choi Kim Sottomissione (rear-naked choke) WXF: X-Impact World Championships 2003 9 dicembre 2003 1 1:55 Corea del Sud Seul, Corea del Sud
Vittoria 1-0 Eliza Aidaralieva KO tecnico (pugni) Kyrgyz Federation of Kulatuu 21 aprile 2003 2 N/A Kirghizistan Kirghizistan

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Valentina Shevchenko - Official UFC Fighter Profile, UFC.com. URL consultato il 7 marzo 2016.
  2. ^ Valentina Shevchenko Talks Cross Sport Success; Signing to Legacy MMA, Wombat Sports. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  3. ^ 16 x World Muay Thai Champion Valentina Shevchenko, Tiger Muay Thai. URL consultato il 26 ottobre 2014.
  4. ^ Valentina Shevchenko Signs with the UFC; Faces Kaufman in Debut | Wombat Sports, su Wombatsports.wordpress.com, 13 dicembre 2015. URL consultato il 17 dicembre 2015.
  5. ^ Russian fighting technique: History Valentina Shevchenko's, su novostiphuketa.com. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  6. ^ de Randamie out, Shevchenko to debut against Kaufman, UFC.com, 11 dicembre 2015. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  7. ^ Damon Martin, Valentina Shevchenko upsets Sarah Kaufman in UFC debut, FOX Sports, 16 dicembre 2015. URL consultato il 20 dicembre 2015.
  8. ^ Dann Stupp, UFC on FOX 17 results: Late replacement Valentina Shevchenko stifles Sarah Kaufman, su MMAjunkie.com, 15 dicembre 2015. URL consultato il 20 dicembre 2015.
  9. ^ Sherdog.com, UFC on Fox 20 ‘Holm vs. Shevchenko’ Results: Play-by-Play & Updates, su Sherdog. URL consultato il 24 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]