Val di Daone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Val di Daone
Lago di Malga Bissina.jpg
Il lago di Malga Bissina, 1789 m s.l.m.
StatiItalia Italia
RegioniTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinceTrento Trento
Località principaliValdaone
Comunità montanaGiudicarie
Altitudineda 500 a 3000 m s.l.m.

La Val di Daone o più brevemente Val Daone è una vallata alpina del Trentino, percorsa dal fiume Chiese. La sua parte superiore è propriamente chiamata Val di Fumo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si sviluppa per circa 30 chilometri, con un dislivello di quasi 2500 metri, incuneandosi all'interno del massiccio montuoso dell'Adamello di cui rappresenta una delle valli principali. Il suo imbocco è posto a 510 metri sopra il livello del mare, in prossimità del centro di Creto (comune di Pieve di Bono) nelle Valli Giudicarie, mentre la sua testata è il Passo della Val di Fumo, a 2939 metri di quota, tra i vasti ghiacciai dell'Adamello, dalla cui fusione ha origine il Chiese.

Nella parte più alta la valle ha un andamento nord-sud, per piegare in direzione nordest-sudovest nella parte che precede il lago di Malga Bissina. In questi due primi settori la valle assume il nome di Val di Fumo. Su uno sperone roccioso poco sopraelevato rispetto al fondo valle, ad una quota di circa 1900 m.s.l.m. sorge il Rifugio Val di Fumo. Sulla sinistra orografica della parte più alta della valle, i monti che la contornano raggiungono la quota più alta con il monte Carè Alto, la cui vetta raggiunge i 3462 m.s.l.m. Scendendo dopo il lago di Malga Bissina la valle riprende un andamento nord-sud fino al lago di Malga Boazzo. Nella sua parte finale, dove sorge l'abitato di Daone assume invece una direzione nordovest-sudest.

La valle amministrativamente è in gran parte compresa nel comune di Valdaone. L'abitato più popolato è la frazione di Daone. Nella parte più alta invece è pressoché priva di insediamenti umani permanenti ma vi si trovano alcuni rifugi e alberghi di montagna. La valle è percosrsa dalla strada provinciale SP27 che da Lardaro passa dapprima per Daone, e risale quindi la valle e sino ai 1789 metri di quota del lago di Malga Bissina, ove termina trasformandosi in sentiero sul quale il transito è vietato ai mezzi motorizzati.

Il lago di Malga Boazzo (1224 m s.l.m.)

Caratteristica importante della valle sono i laghi. Oltre ai due grandi bacini artificiali, sfruttati per la produzione di energia elettrica, che sono il già citato lago di Malga Bissina e il lago di Malga Boazzo (situato a 1224 metri di quota), vi sono numerosi piccoli laghetti di origine naturale che costellano le brevi e ripide valli laterali. Tra di essi sono da menzionare il lago Nero (o lago Scuro), posto a 2150 metri ai piedi del Monte Bruffione (2664 m), il lago di Campo (1944 m), il lago di Copidello (1968 m) e il lago di Casinei (2060 m).

Per quanto riguarda gli sport connessi con l'ambiente montano e le attività alpinistiche, la Val di Daone è nota soprattutto per le sue cascate, che nella stagione invernale diventano templi dell'arrampicata su ghiaccio e sono frequentate da numerosi appassionati di questa pratica alpinistica. La val di Daone è inoltre conosciuta per la pratica del Bouldering sui massi granitici presenti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Marando, con la collaborazione di Emanuele e Gianni Mosca, VAL DI FUMO - Sui passi della storia tra gli echi delle montagne, Bandecchi&Vivaldi, Pontedera, maggio 2015, ISBN 978-88-8341-608-8

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]