Val Raccolana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Val Raccolana
StatiItalia Italia
RegioniFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinceUdine Udine
Località principaliChiusaforte
FiumeRaccolana
Superficie45 km² km²
Altitudine374-2753 m s.l.m.

Coordinate: 46°24′04.64″N 13°24′02.68″E / 46.401289°N 13.400744°E46.401289; 13.400744

La Val Raccolana (Cjanâl di Racolane in friulano) è una vallata delle Alpi Giulie. Si trova in comune di Chiusaforte (UD), ed è lunga 13 km. Ha direzione ovest-est ed è stretta fra le pareti della catena del Cimone a nord e del Canin a sud; l'omonimo torrente l'attraversa da est per poi gettarsi nel Fella all'altezza di Chiusaforte.

La valle è scarsamente popolata (110 ab.), e vi sorgono piccoli e sparuti villaggi ormai quasi disabitati: infatti, seguendo la Strada della Val Raccolana da ovest dopo aver attraversato l'abitato di Raccolana 374 m, si trovano Patoc 770 m, Chiout Michel 662 m, Pezzeit 506 m, Saletto 505 m, Chiout Cali 565 m, Tamaroz 616 m, Piani di Qua 665 m, Piani di Là 688 m, Pianatti 678 m, Stretti 766 m. La strada della Val Raccolana prosegue per Sella Nevea, noto centro di sport invernali.

Subito dopo la fine della seconda guerra mondiale furono iniziati dalla Società Idroelettrica Alto Friuli (S.I.A.F.) i lavori per realizzare un bacino idroelettrico nella valle. Fu costruita una variante alla strada di fondovalle che, benché non completata, è tuttora utilizzata per raggiungere Patocco e altre frazioni. La diga era prevista in corrispondenza del Ponte delle Lastre; il lago artificiale avrebbe sommerso i paesi di Pezzeit e di Saletto. A monte del Ponte delle Lastre fu costruita una briglia e una galleria di sorpasso (oggi utilizzate da un impianto idroelettrico ad acqua fluente). Il progetto fu abbandonato ai primi anni '50; i motivi dell'abbandono pare debbano essere ascritti ai deludenti esiti sulla qualità della roccia emersi dai sondaggi nella zona di imposta della diga.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]