Vaglia cambiario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il vaglia cambiario è un titolo di credito, emesso dalla Banca d'Italia, assimilato a tutti gli effetti all'assegno circolare ed al vaglia postale.

Il vaglia cambiario è esigibile presso una qualunque sezione di Tesoreria provinciale dello Stato. L'uso, l'emissione e la modalità di riscossione di tale titolo sono rigorosamente normati, oltreché da leggi dello Stato, da specifiche normative interne dell'Istituto di via Nazionale e dall'Agenzia delle entrate, la quale autorizza l'emissione di tali titoli al fine di erogare i rimborsi IRPEF. Esso, tuttavia, può essere emesso su specifica richiesta di soggetti sia istituzionali che privati, e sono normalmente dotati della clausola di non trasferibilità; tale clausola può essere omessa su specifica richiesta solo per importi inferiori ai mille euro. La sua emissione è inoltre assoggettata ad imposta di bollo. Numerose Pubbliche Amministrazioni si servono di tale strumento per la liquidazione delle competenze del proprio personale, o per l'erogazione di contributi, indennità, rimborsi a vario titolo dovuti, attraverso la modalità di commutazione del titolo di spesa relativo, a tale scopo trasmesso alla Sezione di Tesoreria Provinciale territorialmente competente. La riscossione della somma non è assoggettata ad alcun costo fisso o percentuale, e può essere effettuata, per importi fino a mille euro, dietro semplice presentazione di un documento di identità e del codice fiscale, presso gli sportelli della Banca d'Italia che offrano servizi all'utenza. Qualora l'ammontare del titolo sia superiore ai mille euro il pagamento può essere immediato solo se il beneficiario si presenta allo sportello di Tesoreria accompagnato da un notaio che garantisca sulla sua identità; in alternativa si renderà necessaria una specifica richiesta di riscossione da parte del beneficiario, a seguito della quale l'Istituto effettuerà i controlli necessari ad una corretta ed inequivoca identificazione dell'utente. Solo al termine di tale iter sarà possibile la riscossione dell'importo. La prescrizione del vaglia cambiario scatta il 31 dicembre del decimo anno successivo a quello di emissione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]