V391 Pegasi b

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
V391 Pegasi b
V391 Pegasi planet.png
Stella madreV391 Pegasi
Scoperta2007
ScopritoriSilvotti et al.[1]
CostellazionePegaso
Distanza dal Sole4570 anni luce
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta22h 04m 12,2s
Declinazione+26° 25′ 08″
Parametri orbitali
Semiasse maggiore1,7 ± 0,1 UA
Periodo orbitale1170 ± 44 giorni
Eccentricità0
Dati fisici
Massa
>3,2 ± 0,7 MJ
Temperatura
superficiale
≈470 K (media)

Coordinate: Carta celeste 22h 04m 12.2s, +26° 25′ 08″

V391 Pegasi b è un pianeta extrasolare che ruota attorno alla stella V391 Pegasi, posta nella costellazione di Pegaso ad una distanza di oltre 4.500 anni luce dal sistema solare, scoperto da un team internazionale di astrofisici dell'osservatorio di Capodimonte guidato da Roberto Silvotti.

Ha una massa di circa tre volte quella di Giove ed orbita ad una distanza dalla stella pari a circa 1,7 au che, nel sistema solare, lo porrebbe poco oltre Marte.

La particolarità che ha reso unico, alla sua scoperta, questo corpo celeste è quella di essere il primo caso di esopianeta che sia sopravvissuto dopo che la sua stella aveva esaurito, dopo circa dieci miliardi di anni di vita, la propria scorta di idrogeno diventando una gigante rossa.

La sua attuale temperatura superficiale è ipotizzabile attorno ai 200 °C, tuttavia si esclude che anche in un suo remoto passato possa aver ospitato la vita dato che si tratta di un gigante gassoso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ R. Silvotti, S. Schuh, R. Janulis, S. Bernabei, R. Ostensen, J.-E. Solheim, I. Bruni, R. Gualandi, T. Oswalt, A. Bonanno, B. Mignemi, the Whole Earth Telescope Xcov23 collaboration, The O-C diagram of the subdwarf B pulsating star HS2201+2610: detection of a giant planet?, in ASP conf. series, 2007. URL consultato il 9 agosto 2009.
Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica