Utente:Vesasp/Sandbox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carlo Petrini (Torino, 6 novembre 1965) è un dirigente pubblico e bioeticista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La bioetica, e in particolare l'etica della ricerca e l'etica della sanità pubblica]] è l'ambito di attività di Carlo Maria Petrini. Nell'orizzonte transdisciplinare della bioetica, cui afferiscono competenze di filosofia, diritto, medicina, biologia e altre discipline, l'ambito di attività di Carlo Petrini è la biomedicina. Le responsabilità istituzionali di Petrini (come Presidente del Centro di Coordinamento Nazionale dei Comitati Etici, Direttore dell’Unità di Bioetica dell'Istituto Superiore di Sanità, nonchè Presidente del Comitato Etico Nazionale per le sperimentazioni degli Enti Pubblici di Ricerca e degli altri Enti Pubblici a carattere nazionale), infatti, riguardano principalamente la ricerca biomedica.

Il Centro di Coordinamento Nazionale dei Comitati Etici è istituito con la legge 11 gennaio 2018 n. 3. I Componenti sono nominati con decreto del Ministro della Salute. Il Centro di Coordinamento ha funzioni di indirizzo e di monitoraggio delle attività di valutazione degli aspetti etici relativi alle sperimentazioni cliniche sui medicinali per uso umano demandate ai comitati etici territoriali. Il Centro di Coordinamento monitora le attività svolte da ogni comitato etico territoriale e fornisce direttive di carattere generale per l'uniformità procedurale. Al Centro di Coordinamento spetta la funzione di supporto e consulenza per la valutazione di sperimentazioni cliniche su richiesta dei comitati etici territoriali. Inoltre, il Centro di Coordinamento stabilisce, in modo vincolante. i contenuti minimi di tutti i contratti per le sperimentazioni cliniche in Italia. Ai sensi della normativa, i comitati etici hanno la responsabilità di valutare e approvare le sperimentazioni cliniche e, più in generale, le ricerche biomediche svolte in Italia.

Il Comitato Etico Nazionale per le sperimentazioni degli Enti Pubblici di Ricerca (EPR) e degli altri Enti Pubblici a carattere nazionale è istituto con decreto del Ministro della Salute e ha sede presso l’Istituto Superiore di Sanità. Al Comitato Etico Nazionale afferiscono le sperimentazioni di ogni Ente pubblico italiano, e in particolare di ciascun Ente pubblico di ricerca della nazione.

Petrini è autore di centinaia di pubblicazioni,[1] la maggior parte delle quali su riviste scientifiche di livello internazionale.[2], tra le quali The Lancet, Journal of the American Medical Association (JAMA). British Medical Journal (BMJ). Le pubblicazioni riguardano principalmente l'etica della ricerca sull'uomo e l'etica della sanità pubblica.

Il suo libro Bioetica, ambiente, rischio, che riguarda l'etica della sanità pubblica e dei rischi ambientali, ha vinto il International Peccei Prize.[3]

Il suo libro “Bioetica nella sanità” è composto da articoli originariamente pubblicati ne L'Osservatore Romano. il Presidente emerito della Corte Costituzionale, Prof. Francesco Paolo Casavola, scrive nella Prefazione al libro: "Si incontrano in questo libro passaggi che lo abilitano a presentarsi come il più aggiornato contributo alla conoscenza della recente evoluzione delle interconnessioni tra i progressi della ricerca medica e la loro utilizzazione nella terapia e nella pratica clinica, insieme alla acquisizione di una cultura bioetica da parte di tutti, autori ed attori coinvolti nell’impegno della salvaguardia della salute dell’uomo".

Nel Portale di Bioetica italiano SIBIL [4], Petrini risulta l'autore italiano con il maggior numero di pubblicazioni nel settore della Bioetica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]