Utente:Pat O'Brien/Sandbox4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
  • Attenzione: A differenza della pagina utente principale, questo utente NON ha dato il permesso di modificare questa pagina, per nessun motivo. Si prega cortesemente di adeguarsi e rispettare la scelta di questo utente e pertanto la sua pagina.



Episodi di Piccoli Brividi[modifica | modifica wikitesto]

Episodi

Stagione 1 (1995-1996)

Il mistero dello scienziato pazzo


Trama

.


Differenze rispetto al libro

Stagione 2 (1996-1997)

La casa della morte


Trama

Questo episodio è diviso in due parti, introdotto dall'autore di Piccoli Brividi R. L. Stine.

Nella prima parte, la famiglia Benson si trasferisce nella cittadina di Cascata Tenebrosa, comprandovi casa, con il capofamiglia Jack che pensa di intraprendere la carriera di scrittore. I figli Amanda e Josh non sono entusiasti del trasferimento, soprattutto quando scopriranno che la cittadina è un luogo deprimente e inquietante, nota per il basso tasso di occupazione, seminascosta dalle ombre dei grandi alberi che crescono dappertutto. La casa poi è molto vecchia e cupa, ha bisogno di una ristrutturazione. Mentre i genitori incontrano l'agente immobiliare locale Compton Dawes per firmare le ultime formalità e la madre Penelope appende per decorazione un vecchio cimelio della famiglia di lei (una brutta ghirlanda che si dice porti fortuna e protezione), il loro cane Petey tende ad abbaiare sospettoso e spaventato contro il luogo e i suoi abitanti. Amanda inizierà la sua esperienza nella nuova casa avendo l'impressione di aver visto un ragazzo sconosciuto passeggiate per i corridoi la prima notte. La mattina dopo, mentre Jack e gli operai danno inizio ai lavori, il resto della famiglia farà la conoscenza di alcuni esponenti della comunità, come la calorosa vicina Agnes Thurston e un gruppo di ragazzini molto silenziosi e inquietanti capeggiati da un giovanotto di nome Ray, che in un primo momento Amanda pensò fosse l'intruso in casa, ma egli nega ciò. Amanda sospetterà che ci sia qualcosa di strano nella casa, sospetti acuiti dalla visita notturna di una ragazza morta che la invita ad andarsene.

Nella seconda parte, dopo l'apparizione notturna, attraverso un articolo di giornale la famiglia Benson scoprirà che c'era stato un incidente nella fabbrica di sostanze chimiche in loco tre anni prima. Chiamato il signor Dawes per le spiegazioni, l'agente immobiliare rassicurerà che non ci sono pericoli di dispersione di scorie chimiche. Il giorno dopo Amanda si lascerà andare in confidenze con la nuova amica Karen, la figlia dei Thurston, riguardo le sue preoccupazioni sugli individui che ha visto, ma non creduta dalla famiglia. Karen, dal canto suo, le confessa che avverte una sensazione di pericolo, disturbante, sulla ghirlanda di famiglia, consigliandole di sbarazzarsene. Nel frattempo, Petey è scappato e Josh, preoccupato, parte per cercarlo, e Amanda lo segue. La ricerca del cane, che stranamente ogni volta che avvista i padroncini si mostra schivo e fugge via, porterà i ragazzi nei boschetti e all'interno del cimitero comunale. Lì, troveranno l'intera comunità di Cascata Tenebrosa a riunione, confabulando riguardo a un pasto di cui sono in impaziente attesa. Finendo per essere scoperti, Amanda e Josh scopriranno con orrore che i cittadini sono tutti dei morti viventi. Uno di loro, Ray, rivelerà che ogni anno attirano persone per potersi nutrire del loro sangue per sopravvivere, trasformandoli a loro volta in morti viventi. I ragazzi fuggiranno disperatamente dall'orda e si barricheranno a casa loro, mentre i genitori avevano invitato a pranzo i Thurston. I vicini riveleranno che sapevano dell'esistenza dei non morti, spuntati a causa di quell'incidente all'impianto chimico, ma che erano sicuri che se ne fossero andati. Amanda, per intuizione, dichiarerà che la colpa deve essere della ghirlanda se i morti si sono destati e la famiglia si affretterà a bruciarla. Tuttavia, i morti viventi non arretrano ed entreranno in casa. I Benson scopriranno che anche i Thurston sono dei morti viventi, che li avevano ingannati sia per metterli in trappola, sia per far distruggere loro la ghirlanda, effettivamente un oggetto che li proteggeva da quegli esseri mostruosi. Fuggendo in soffitta e con i morti che avanzano, Amanda avrà un'altra intuizione su una reazione di uno dei morti alla luce solare e con l'aiuto di Josh farà filtrare la luce solare in soffitta, eliminandone così alcuni e mettendo in fuga gli altri. La famiglia scapperà via dalla cittadina in auto, mentre un non morto signor Dawes tenta invano di convincerli a restare perché sta morendo di fame. Per strada ritroveranno l'amato Petey che caricheranno a bordo, ma la puzza di cadavere e il pallore che l'animale fa mostra faranno intuire troppo tardi che sia diventato un non morto.

R. L. Stine chiude l'episodio, mentre umoristicamente lo si vedrà alle prese con Petey il cane non morto.


Differenze rispetto al libro
  • Nell'episodio televisivo i personaggi mostrano aspetti diversi dalle loro controparti cartacee.
    • Amanda e Josh hanno i capelli ricci e neri, gli occhi castani su un viso serio e dalla carnagione olivastra, e sono alti e slanciati, magri. Nell'episodio Amanda ha i capelli castani, lisci e corti a caschetto, mentre Josh ha i capelli lunghi fino alla nuca, mossi e color biondo sporco.
    • I signori Benson hanno i capelli neri, la madre lisci e lunghi, il padre li ha ricci ed è grassoccio. Nell'episodio, Jack è alto, magro, castano di capelli e barbuto, mentre Penelope è i capelli mossi e biondo-rossicci.
    • Se nel libro Petey è un terrier dal pelo bianco, nel doppio episodio è un cane di tipo Border Collie/Golden retriever, e quando diventa un morto vivente il suo pelo si colora tutto di grigio.
    • I cittadini non morti di Cascata Tenebrosa mostrano segni leggeri di decadimento sui loro volti pallidi e grigi, e si vestono con abiti pesanti e un po' fuori moda, la maggior parte indossa copricapi per proteggersi dal sole. Compton Dawes si mostra come un uomo di mezza età vestito con un vecchio completo da ufficio color acquamarina stinto e il farfallino, invece che con un aspetto giovanile, i capelli biondi e un cappello dalla tesa molto larga stile cowboy dal libro. Ray porta un cappello tipo paglietta e ha corti capelli castani, a differenza del suo aspetto nel libro, con i capelli biondi, occhi color azzurro pallido, e un buffo naso all'insù su un viso dall'espressione severa e austera. Invece che dei capelli corti e dei suoi calzettoni verdi, Karen presenta capelli castani legati da trecce e abiti scuri con un cappello e una gonna lunga.
  • Riguardo i nomi, alla signora Benson le viene dato il nome di Penelope. Il cognome di Karen nel libro, Somerset, viene sostituito con Thurston, prendendolo da Ray che presenta questo cognome, lasciando quest'ultimo senza cognome nell'adattamento televisivo. Il nome dell'amica di Amanda, Kathy, viene ridenominato come Jennifer.
  • Nell'episodio sono assenti i personaggi di Bill Gregory e di Kathy, quest'ultima come detto prima ridenominata Jennifer e solo menzionata.
  • La Casa della Morte è diversa dalla versione cartacea, è bianca con un portico in legno invece che alta e di mattoni rossi, con un tetto nero inclinato e file di finestre incorniciate da persiane nere.
  • L'episodio TV aggiunge una sottotrama riguardante una "ghirlanda portafortuna" che la signora Benson appende sopra il camino, tramandata da generazioni nella famiglia di lei. Successivamente viene rivelato che era davvero un portafortuna, poiché impediva ai residenti di Cascata Tenebrosa di attaccare la famiglia. Non viene ulteriormente spiegato altro riguardo le origini di questo oggetto.
  • Tutta l'avventura si svolge all'esterno della Casa della Morte, nel libro, a differenza dell'episodio televisivo in cui avviene soprattutto all'interno della casa stessa.
  • Nel libro i Benson ereditano la Casa della Morte dal misterioso prozio Charles (poi rivelatosi una falsità ad opera del signor Dawes), mentre nell'episodio televisivo l'hanno effettivamente acquistata.
  • Vengono introdotti nuovi personaggi, come il sindaco di Cascata Tenebrosa, un operaio dal comportamento irascibile e soprattutto i genitori di Karen, i Thurston, i vicini finti amici dei Benson e morti viventi, del tutto assenti nel libro.
  • La ricerca di Petey nell'adattamento televisivo avviene di giorno e non a mezzanotte nel cimitero come nel libro, e oltre a questo, nel cimitero non vi è presente alcun anfiteatro.
  • I Benson vengono asserragliati in casa dai morti viventi assieme ai Thurston, scoprendo poi in un secondo momento dell'inganno di questi. Nel libro, invece, non avviene nulla di tutto questo, e Amanda e Josh scoprono la verità sugli abitanti leggendo i loro nomi sulle lapidi al cimitero.
  • Parte della trama di fondo sul passato della cittadina viene cambiata. Se erano passati molti anni dall'incidente alla fabbrica, qui ne sono passati solo tre. Peraltro, la fabbrica in questione viene cambiata nell'episodio in una produttrice di materiali chimici, a differenza nel libro che era produttrice di materiali plastici.
  • Nel libro i morti viventi, quando esposti a fonti di luce forte (non solo quella solare, ma anche artificiale secondo il libro), i loro corpi si squagliano, lasciando loro solo le ossa. Nell'episodio, invece, spariscono tra nubi di vapore bianco, lasciandosi dietro i loro abiti vuoti. Probabilmente, questo cambiamento è stato fatto per non mostrare una scena horror particolarmente macabra in una serie televisiva per ragazzi.
  • Nell'episodio televisivo Ray sopravvive fuggendo con gli altri morti appena i ragazzi Benson hanno esposto i loro compari alla luce solare. Nel libro, invece, Ray viene ucciso durante la ricerca di Petey nel cimitero, grazie a Josh che gli punta accidentalmente contro il raggio di luce di una torcia. Il destino analogo degli abitanti della cittadina avviene sì sempre a causa della luce solare, ma non nella casa come visto nella serie TV, bensì nell'anfiteatro posto nel cimitero. Tra l'altro, nel libro si suggeriva che forse solo il signor Dawes e Petey sopravvivono e tutti gli altri muoiono, mentre nell'episodio solo alcuni vengono eliminati, tra cui Karen, il sindaco e l'operaio.
  • Nell'episodio televisivo, dopo la sua sparizione, Petey appare solo nel finale rivelandosi anch'esso un morto vivente, a differenza del libro in cui viene ucciso dai morti viventi, risorge ed esce di scena.
  • Nell'episodio una ragazza sconosciuta si intrufola nella Casa della Morte per avvertire Amanda di andarsene via dalla cittadina. Tuttavia, non sarebbe utile ai fini degli abitanti stessi.

Note

Goosebumps HorrorTown[modifica | modifica wikitesto]

Goosebumps HorrorTown
videogioco
PiattaformaMobile (iPhone, iPad, Android)
Data di pubblicazioneFlag of the United States.svg 30 maggio 2018
GenereGestionale (city building-game)
TemaFantasy, Horror
SviluppoPixowl
PubblicazioneScholastic

Goosebumps HorrorTown è un videogioco gestionale di tipo city building-game e di genere umoristico, horror, fantastico e fantascienza per ragazzi, basato sul franchise di Piccoli Brividi. È stato sviluppato da Pixowl e pubblicato da Scholastic Corporation per piattaforme mobile (iPhone, iPad, Android) il 26 novembre 2017 in Australia e successivamente il 30 maggio 2018 negli Stati Uniti d'America e nel Regno Unito.

Trama

La trama del gioco, raccontata da Curly lo Scheletro, vede come panoramica la fittizia cittadina americana di Borgomostro (HorrorTown), abitata sia da umani che dai mostri. Lo scopo dei mostri è invadere la cittadina stessa, su piano di Slappy il pupazzo, e terrorizzarne gli abitanti, che all'inizio ne sono ignari, ma a poco a poco diventano consapevoli della loro esistenza e cercheranno delle soluzioni per affrontarli o conviverci. Un gruppo di ragazzini, gli eroi del gioco, crea il Club dei Mille Misteri per poter risolvere i molteplici casi che coinvolgono queste creature, vivendo tante avventure.

La storia stessa è costellata da missioni ed eventi, le cui sottotrame sono basate e ispirate ai libri e ai film del franchise Piccoli Brividi.

Modalità di gioco

Il giocatore ha il controllo di una città abitata da umani e dai mostri presenti in Piccoli Brividi. L'obiettivo del gioco è costruire la città più grande con la collezione più completa di questi elementi.

Per raggiungere tale scopo, il giocatore deve giocare eventi e missioni delle storie principali, secondarie e speciali per salire di livello (qui indicato da macchie di Sangue di Mostro), e guadagnare monete e banconote del gioco. Le monete e le banconote serviranno per il Mercato, che mette a disposizione edifici ed elementi di gioco che si sbloccano a ogni livello e che il gioco richiede per andare avanti o a scelta del giocatore stesso, che possono essere selezionati, spostati, stoccati in deposito o girabili su due lati. Edifici e costruzioni hanno bisogno del loro tempo di lavorazione per essere ultimati e rendersi funzionali, dipendendo dal tempo specifico per ciascuno di essi. Gli elementi di Mercato sono suddivisi nelle categorie seguenti:

  • Mostri
Case, nascondigli e luoghi di ritrovo dei mostri, gli antagonisti principali del gioco. Vi sono due tipologie di questi posti.
La meccanica principale della prima tipologia di edifici è quella di evocare i suddetti mostri giocando delle scene; pagando una valuta in monete e banconote del gioco, si seleziona il mostro scelto e lo si scatena nella cittadina, percorrendo le strade in cerca degli abitanti e di altri personaggi del gioco per spaventarli. Ogni spavento procura al giocatore smorfie di paura, che regolarmente raccoglie. Ogni mostro ha un tempo limitato per agire, dopodiché lo si ritira, rilasciando le smorfie con del Sangue di Mostro per ricompensa. I luoghi di scena possono liberare mostri unici o mostri collettivi; alcuni di questi mostri collettivi presentano delle loro varianti potenziate, una sorta di boss pagabili con le banconote. I luoghi di scena si distinguono per la possibilità di rilasciare oggetti unici in maniera casuale, e nel caso di luoghi con più mostri al loro interno può aumentare la percentuale di possibilità di ottenere quell'oggetto unico, a seconda di quanti e quale tipo di mostro selezionati. Questi edifici non hanno bisogno di un limite di tempo per essere edificati, né rilasciano valuta o risorse di alcun tipo.
La seconda tipologia di edifici per mostri è quella delle case di personaggi unici, che si renderanno disponibili una volta edificati. A differenza dei mostri dei luoghi dei scena, questi personaggi mostruosi possono liberamente andarsene in giro per le strade come i comuni cittadini. L'ottenimento di questi personaggi li porterà a disposizione del giocatore per selezionarli nei luoghi di scena e rilasciarli; durante le scene questo personaggi normalmente non possono essere spaventato dagli altri mostri scatenati. Un'altra meccanica che condividono questi mostri con il resto delle tipologie di altri personaggi è il poter assegnare loro dei compiti, nelle rispettive liste di azioni che quel personaggio è in grado di fare. Ogni azione ha un suo limite di tempo per essere completata, e rilascia come ricompensa per il giocatore monete, Sangue di Mostro, e oggetti e risorse varie per poter andare avanti nel gioco. I loro edifici rilasciano regolarmente in autonomo monete di gioco.
Tutti i mostri sono l'unica categoria di personaggi che non aumentano il numero di abitanti della città. Tutti gli edifici di entrambe le tipologie non possono essere rivenduti, né stoccati in deposito.
  • Eroi
Le case abitate dagli eroi del gioco, protagonisti principali delle storie da sbloccare per poter andare avanti. I personaggi sono i tipici ragazzi di Piccoli Brividi di entrambi i sessi, che frequentano le scuole medie e il liceo. Una volte ultimati, gli edifici mettono a disposizione questi personaggi che andranno in giro per le strade e possono compiere azioni, ricompensando con monete di gioco, Sangue di Mostro, oggetti e risorse. Quando non assegnati ai loro compiti e durante le scene giocate, come i personaggi non giocanti possono essere spaventati e fuggire dai mostri che incontrano, rilasciando smorfie di paura. Contribuiscono all'aumento del numero di abitanti della città. I loro edifici sono edificabili a tempo, rilasciano costantemente monete di gioco e non possono essere rivenduti, né stoccati in deposito.
  • Vicini
Le case abitate da quei personaggi che in realtà sono gli antagonisti di Piccoli Brividi, il cui aspetto o camuffamento per la maggior parte di loro serve per potersi muovere liberamente nella comunità umana,nascondendo i loro aspetto e segreti mostruosi. Funzionano esattamente come i personaggi mostri della seconda tipologia degli edifici appartenenti a questa categoria, potendo passeggiare in giro, essere richiamati nei luoghi di scena per essere scatenati sulla città, e risolvendo compiti assegnati in cambio di monete di gioco, Sangue di Mostro, oggetti e risorse. Poiché devono mantenere il loro camuffamento da umani (o forse, perché i mostri stessi possono essere pericolosi tra loro), la maggior parte si spaventa durante gli incontri con i loro colleghi a piede libero, contribuendo la loro utilità rilasciando smorfie di paura. Contribuiscono anche all'aumento del numero di abitanti della città, mentre i loro edifici sono edificabili a tempo, rilasciano costantemente monete di gioco e non possono essere rivenduti, né stoccati in deposito.
  • Popolazione
Gli edifici del resto dei personaggi presenti nel gioco, tutti cittadini rigorosamente umani. Si suddividono in due sottocategorie.
La popolazione di personaggi non giocanti sono disponibili creando le loro abitazioni. L'unica funzione che hanno è contribuire all'aumento del numero di abitanti della città e rilasciare smorfie di paura quando minacciati dai mostri che incontrano per le strade.
Vi sono personaggi secondari e di sfondo la cui funzione è quella di essere funzionari della comunità per la maggior parte di loro, cosa che si riflette nei loro edifici che sono tipiche istituzioni pubbliche e civili. Questi ultimi condividono le stesse caratteristiche della popolazione di personaggi non giocanti, ma presentano anch'essi delle azioni che possono compiere, rilasciando le stesse tipologie di ricompense delle precedenti categorie di personaggi.
Tutti i loro edifici sono edificabili a tempo, rilasciano costantemente monete di gioco e non possono essere rivenduti, né stoccati in deposito.
  • Fornitori
Posti come negozi o elementi urbani come bancarelle improvvisate e altro, che servono per rilasciare regolarmente in autonomo materiali e risorse base per il crafting o per la vendita al Banco dei Pegni o da scambiare al Mercante di tesori. Le risorse possono andare da oggetti quotidiani come scarafaggi, giornali, bouquet, eccetera a oggetti presenti in Piccoli Brividi come grumi di blob o la macchina fotografica dai rispettivi racconti L'avventura del mostruoso blob e Foto dal futuro. Possono essere rivenduti e stoccati in deposito, e appena comprato e posti sulla mappa sono edificabili a tempo.
  • Arredi urbani
Ogni altro immobile che serva a decorare la città e la mappa di gioco, rappresentano ogni cosa, dalle recinzioni alle vetture, ai cartelli, panchine, oggetti grandi eccetera. Anche questi possono essere rivenduti e stoccati in deposito, né hanno bisogno di tempo per edificsrsi. Non danno valuta, smorfie di paura o risorse in generale.
  • Arredi macabri
Un certo numero di arredi decorativi presentano un aspetto più pauroso, sovrannaturale, e quindi rilasciano smorfie di paura dopo un certo tempo, proprio come le case dei personaggi e i fornitori. Possono essere rivenduti e stoccati in deposito. Non c'è limite di tempo per edificarli.
  • Deposito
Dove gli oggetti comprati possono essere stipati momentaneamente dal giocatore, che può riutilizzarli gratuitamente. Nel caso di svariati edifici e costruzioni, riprende il conto alla rovescia per i lavori di costruzione.
  • Promozioni

La mappa di gioco è suddivisa in aree che devono essere sbloccate. Inizialmente lo si può fare pagando una percentuale in monete, ma man mano si sale di livello aumenta il prezzo e vengono aggiunti altri oggetti da usare per sbloccarlo quali mappe, bussole, astrolabi, gemme preziose, gioielli e banconote.
Nella mappa di gioco si possono trovare zone ed edifici preesistenti, che non sono rivendibili né depositabili, ma si possono comunque spostare o ruotare sulla mappa stessa. Alcune di queste zone ed edifici rappresentano luoghi di scena per il rilascio di mostri. Altri ancora, invece sono i craft shops, ovvero luoghi dove combinare oggetti e materie prime in altri oggetti; si trattano di punti fondamentali per l'avanzamento del gioco.
I craft shops di base del gioco sono i seguenti:

  • Club dei Mille Misteri, una casa sull'albero e base dell'omonimo gruppo di eroi del gioco, da cui si sviluppano oggetti da investigazione quali documenti, prove raccolte e fotografie sui mostri e i misteri della città, nonché invenzioni base create amatorialmente dai ragazzini e alcune avanzate create da Eric una volta unitosi al gruppo.
  • Monster Diner, una tavola calda malfamata gestita dai mostri che servono piatti disgustosi con ingredienti come scarafaggi e grumi di blob.
  • Laboratorio dello scienziato pazzo, il laboratorio gestito dal Dottor Fritz Fredericks, da cui si sviluppano invenzioni altamente tecnologiche, composti chimici e piccoli esperimenti mutageni.
  • Capanno della strega, posto un po' fuori città, gestito da Clarissa. Da qui si possono commissionare pozioni, ingredienti e artefatti magici.
  • L'orefice, una casa isolata gestita dalla Signora Smith. Commissiona gemme preziose, anelli e medaglioni in cui vengono incanalati misteriosi poteri occulti.

Una menzione a parte lo meritano certi luoghi, che presentano ulteriori funzioni nel gioco:

  • Banco dei pegni, un magazzino gestito da Zio Sader in cui si possono rivendere tutti gli oggetti di gioco in cambio di soldi e Sangue di Mostro.
  • Mercante di tesori, un altro magazzino di Zio Sader, che fa commissioni fuori città. Soddisfacendo una combinazione di oggetti, il luogo in cambio rilascia mappe, bussole e astrolabi utili per sbloccare aree della mappa o, nel caso degli astrolabi, per fabbricare gioielli presso L'orefice.
  • Drive-in, da cui si possono visionare gli spot commerciali di app di pochi secondi in cambio di banconote.
  • Libro di pietra, che porta il giocatore alla collezione di libri con le storie principali, secondarie e speciali.

I mostri sono i principali antagonisti del gioco. Il giocatore deve scatenarli sulla città selezionandoli nei luoghi di raccolta specifici dedicati a ciascuno di essi per poter spaventare i cittadini e raccogliere le smorfie di paura con cui riempire il Brividometro per avere sbloccati banconote del gioco, mappe, bussole e astrolabi, e gemme preziose.

Personaggi

Mostri

.
Nella prima versione dell'evento La casa della morte, Slappy è preoccupato a proposito del nuovo complesso chimico industriale di Compton Dawes e, per potersene accertare, suggerirà alla Professoressa Maaargh di organizzare una gita scolastica. Quando scoprirà da lei dell'attacco di Dawes e del suo staff, rivelatisi dei vampiri non morti, sospetterà del Conte Ala della Notte.
.
.
.
.
.
.
.
.
Nella prima versione dell'evento La casa della morte, sempre in pensiero per l'amato Conte, si lascerà convincere dal Signor Gambadilegno a prendere il controllo di Compton Dawes per avere a disposizione i terreni dell'agenzia immobiliare di questi e avere più possibilità di ritrovare il Conte. Così trasformerà Compton e il suo staff in non morti vampiro al suo servizio.
.
.
Nella prima versione dell'evento La casa della morte, per ostacolare Slappy nei piani di questi per il controllo della cittadina, decide di mettersi in mezzo agli affari di Compton Dawes e con un sotterfugio farà in modo che la Contessa Yvonne sia dalla sua parte.
  • Pupazzi viventi
Anfiteatro.
Armatura magica e malvagia, antagonista del libro Il cavaliere malefico e mostro ricorrente evocabile dal museo di storia. Il suo aspetto è completamente ridisegnato a nuovo per il gioco rispetto alla copertina del libro, l'armatura è blu scuro decorata con finimenti in oro brunito, con la maschera azzurra e dagli occhi rossi, con un paio di corna nere e ricurve da demone poste ai lati dell'elmo e il mantello rosso sulle spalle. È armato di spada e scudo, e cavalca un cavallo nero bardato negli stessi colori del proprietario e la testiera di colore grigio. Evocandolo, occasionalmente ricompensa il giocatore con un Medaglione scintillante.
Nell'evento a lui dedicato, si desterà quando Dustin, infiltratosi nel museo di notte con Brooke per accompagnarla a scrivere un articolo per il giornalino della scuola, ha provato ad indossarla. Il cavaliere si limiterà a spaventare il ragazzo per poi svanire, lasciandosi dietro di sé il suo medaglione d'oro con una gemma rossa al centro.
parco acquatico abbandonato giù lungo il fiume
serra.
quartier generale del mutante mascherato
laboratorio e fabbrica sulla scogliera una volta di frigoriferi.
fabbrica sulla scogliera.
tribunale.
tunnel dell'amore.
casa di Jack.
campo di zucche.
  • Lupi mannari
nel loro nascondiglio.
.
Campo di granturco.
Popolazione di morti viventi, antagonisti del libro La casa della morte, disponibili con l'evento speciale dedicato al libro, sono mostri rilasciabili dalla Casa della Morte fino a 3 individui. Il loro aspetto unico è basato sulla versione non morta del personaggio di Ray Thurston interpretato da Marc Marut nella trasposizione televisiva del 1995. Evocandoli, occasionalmente ricompensano il giocatore con una Sostanza volatile. Sembrano privi di volontà come zombie semplici; si scopre che erano umani che sono stati infettati da un composto chimico tossico, il tanofosfato, che li ha portati a uno stato di pseudo-morte, ingrigendo loro la pelle, nutrendosi di sangue, trasformando gli esseri viventi come loro e deboli alla luce solare, a loro fatale; una iniziale prima versione della loro condizione suggerisce che il loro status di non morti sia implicitamente dovuto ai poteri vampirici della Contessa Yvonne, e che il Dottor Fredericks si sbagli riguardo al tanofosfato. Sono comandati da Compton Dawes.
Nell'evento La casa della morte, scoprono Eric e Chuck intrufolatisi nella loro casa e li inseguono affamati di sangue. I non morti attaccheranno la scolaresca su ordine di Dawes, ma verranno disintegrati da una delle invenzioni di Fredericks, colpiti da luce solare artificiale. Nella prima versione dell'evento, è implicito che siano divenuti vampiri non morti per la prima volta a causa della Contessa, che assoggettò la loro volontà alla sua.

Eroi

  • Lucy Del Rio
.
  • Dustin Williams
.
  • Shaeron
.
  • Marty Ricardo
. In alcuni eventi storia si comporta come i mostri, perseguitando i bambini e i ragazzi della sua età per spaventarli travestito da fantasma con un lenzuolo in testa o per picchiarli, ottenendo smorfie di paura.
.
  • Brooke Buchenberg
.
  • Eric Tylor (Tyson)
Nell'evento La casa della morte, parteciperà entusiasta alla gita scolastica in vista dell'inaugurazione del complesso chimico di Dawes. Eludendo la sorveglianza del dottor Fredericks, indagherà nella Casa della Morte, scoprendovi i non morti e sfuggendogli via. Allerterà Fredericks dell'emergenza e usando una delle sue invenzioni luminose ucciderà tutti i non morti.
  • Chuck Reed
Nell'evento La casa della morte, anche lui parteciperà annoiato alla gita scolastica al complesso chimico di Dawes, e con Eric indagherà nella Casa della Morte, scoprendovi i non morti e sfuggendogli via. Contribuirà anche lui all'eliminazione di questi con un'invenzione del dottor Fredericks.
  • Megan Standish
.
  • Greg Mikkelsen
Il padre è Marcus Mikkelsen
casa di Ricky.
  • Jordan Jones Jr.
Ragazzo afroamericano liceale, reclutabile costruendo casa sua. È un giocatore di football della omonima squadra della scuola, passione derivata da suo padre Jordan Jones Sr., Ex giocatore di football professionista universitario. Jordan ha una sorellina, Cynthia, a cui è molto legato.
casa sua.
casa sua.
  • Emily Green
casa sua.

Vicini

.
.
Nell'evento La casa della morte, viene invitata da Compton Dawes con la scolaresca in un tour al complesso industriale chimico di questi, risultandone entusiasta. Ma quando Dawes intrappola lei e la scolaresca in una stanza e li fa attaccare dai non morti, si trasforma e proteggerà gli alunni fino alla fine dell'emergenza. Nella prima versione dell'evento è lei a organizzare una gita scolastica su suggerimento di Slappy, per poi fargli rapporto dell'attacco subito.
.
  • Zio Sader
.
Agente immobiliare di Cascata Tenebrosa e morto vivente, antagonista del libro La casa della morte, è un vicino disponibile dopo aver edificato la sua agenzia immobiliare, Better Call Dawes! (forse in riferimento alla serie televisiva statunitense Better Call Saul), ed è un mostro rilasciabile dalla Casa della Morte. Appare sia in forma umana che come un cadavere vivente, ed entrambi gli aspetti sono basati su quelli interpretati da Ian D. Clark nella trasposizione televisiva del 1995.
Ricompensa il giocatore organizzando riunioni d'affari al municipio (Sostanza-Y), facendo offerte immobiliari alla scuola media (Foto sospetta), facendo ricerche di mercato in biblioteca (Sostanza-Z) e stringendo patti con forza magiche presso un santuario dell'albero (Macchina fotografica di Fredericks).
Nell'evento La casa della morte, Dawes stringerà un accordo fraudolento con il Sindaco Johnson per mettere in piedi il suo complesso chimico industriale costiero di Cascata Tenebrosa, fingendosi benefattore scientifico, ma con il solo scopo di arricchirsi e per potersi nutrire del sangue degli esseri umani necessario alla sua sopravvivenza poiché anche lui è affetto da tanofosfato. È a capo dei cittadini non morti di Cascata Tenebrosa, vivendo insieme nella Casa della Morte accanto al complesso. Terrorizzerà la scolaresca al tour inaugurale, rinchiudendoli in uno stanzone, per trasformarli in non morti, ma fallirà quando il Dottor Fredericks, Eric e Chuck elimineranno i suoi scagnozzi con fasci di luce solare artificiale. Dawes sopravvive e fugge via, giurando vendetta. Nella prima versione dell'evento, in principio era un umano avido, ma divenne un non morto vampiro al servizio della Contessa Yvonne.
Scheletro vivente, personaggio ospite della serie di raccolte di storie Tales to Give You Goosebumps e mascotte del franchise di Piccoli Brividi negli anni '90, ha il ruolo di antagonista secondario ma soprattutto di narratore principale del gioco, ed è un vicino e un mostro rilascisbile, disponibile dopo aver edificato la sua cripta. Il suo aspetto è basato su quello usato da Scholastic per pubblicizzare il merchandise, con la differenza della coda di cavallo, le lenti degli occhiali da sole di colore rosso scuro e il foulard arancione chiaro privo di spilla. Seppure come Slappy adora provocare il caos e spaventare gli umani, non ha una partecipazione molto attiva nei piani di questi, preferendo raccontare ai giocatori gli eventi che si susseguono a Borgomostro, commentando e prendendo in giro le azioni dei personaggi con il suo spiccato senso dell'humor, concludendo con delle cosiddette morali.
Nella maggioranza degli eventi, quindi, Curly appare per svolgere la sua funzione di narratore. A volte comunica con altri personaggi mostruosi, Slappy in primis.
.
.
pub parco e acquatico abbandonato.
casa di Drool.
disponibile casa sua, gestisce il capanno della strega e giocabile nella scena del campo di granturco.

Popolazione

  • Cittadini di Borgomostro
Popolazione umana che abita la cittadina, sempre in crescita con l'aumentare delle residenze su campagna promozionale del Sindaco Johnson, e attirati dalle voci sui fenomeni paranormali presenti a Borgomostro. Sono tra i principali obiettivi dei mostri per terrorizzarli. Vi sono quattro modelli in gioco, una coppia di giovani adulti e una coppia anziana, e indossano camicie e magliette grigie per distinguersi dai personaggi unici.
  • Mr. Muffin
Il gatto domestico della Professoressa Maaargh, dal pelo color giallo-arancio. Si tratta di un modello standard di animale randagio a Borgomostro, esente dal terrore operato dai mostri. Alcuni personaggi, come la proprietaria e Eric, interagiscono con lui per poter dare delle ricompense al giocatore.
  • Sindaco Louise Johnson
municipio.
Nell'evento La casa della morte, viene ingannata avendo stretto un accordo con Compton Dawes per inaugurare il complesso chimico industriale di questi, credendo di portare energia pulita e progresso scientifico nella cittadina.
Nell'evento La casa della morte, viene invitato da Compton Dawes con la scolaresca in un tour al complesso industriale chimico di questi, risultandone entusiasta. Sarà una delle guide di una scolaresca, ma se ne allontanerà distraendosi e studiando i macchinari e le provette di sostanze chimiche del posto, scoprendo l'alta presenza di tanofosfato. Allertato da Eric e Chuck e correlando la presenza dei non morti con il tanofosfato (nella prima versione dell'evento la sua teoria è errata, data la partecipazione della Contessa a sua insaputa) costruirà i Luminifiers-5000, eliminando i non morti e salvando gli umani in fabbrica.
  • Pompiere Flores
Il vigile del fuoco sudamericano della caserma dei pompieri di Borgomostro, riconoscibile dai capelli castani, la pelle abbronzata, e la tuta rossa e gialla da pompiere tenuta da bretelle con maglietta nera. Del suo carattere si intuisce la costanza nel suo dovere con gli addestramenti. Ricompensa il giocatore aprendo porte di addestramento (Walkie talkie), praticando il soccorso in altezza con finestre di addestramento (Kit componenti), facendo pause sotto le querce (Sostanza-Y) e spegnendo incendi controllati da un generatore di fiamme (Prove documentate).
  • Dottor Dany Kim
Il medico dell'ospedale di Borgomostro.
  • Diamond Eddie
Il disc jockey che gestisce la stazione radio di Borgomostro. Quando Megan gli portò la demo della sua canzone, ha pensato di farla debuttare con il nome d'arte di Mega Stardust, facendo un gioco di parole con il nome della ragazza.
  • Agente Ramone
stazione di polizia.

Altri personaggi ed elementi di gioco

.
.
.
.
Scienziato malvagio antagonista del libro The Deadly Experiments of Dr. Eeek, menzionato da Sader.
Scienziato malvagio antagonista del libro Il diabolico Dottor Maniac, menzionato da Sader.
  • Signora Smith
Orefice misteriosa che fabbrica gioielli dotati di poteri nel suo apposito laboratorio di oreficeria. Il suo nome di battesimo è Gertrude e ha ereditato da suo padre la vocazione per l'oreficeria assieme a suo fratello. Possiede l'nello di suo padre è un prezioso e potente ricordo.

Riferimenti al franchise

Note


Collegamenti esterni


Serie originale Riferimenti
La casa della morte Evento speciale a pagamento da cui è stato basato. Appaiono Compton Dawes come vicino e mostro evocabile, e i cittadini di Cascata Tenebrosa come mostri evocabili. L'agenzia immobiliare di Dawes, l'impianto chimico e la Casa della Morte appaiono come edifici edificabili, rispettivamente nelle funzioni di casa del vicino, craft shop (sostanze chimiche, ricette a base di gelato e invenzioni legate alla morte) e tana di mostri.
Il mistero dello scienziato pazzo Evento secondario da cui è stato basato. Appaiono il clone del Dottor Brewer come vicino e mostro evocabile, e le sue Piante mutanti come mostri evocabili.
Mano di mummia Evento principale da cui è stato basato.
Il pupazzo parlante Evento principale da cui è stato basato. Appare Slappy il pupazzo come vicino e mostro evocabile.
Al mostro! Al mostro! Evento principale da cui è stato basato. Appare il Signor Mortman come vicino e mostro evocabile, assieme alla biblioteca.
Il ritorno della mummia Evento secondario da cui è stato basato. Appaiono il Principe Khor-Ru e Nila Rahmad come mostri evocabili. Il sarcofago e la piramide sepolta del Principe appaiono come luoghi edificabili, e lo scarabeo di Nila viene menzionato.
L'attacco del mutante Evento secondario da cui è stato basato. Appare il Mutante Mascherato come mostro evocabile, mentre la sua identità come Libby e il Formidabile Molecola Man appaiono come vicini e mostri evocabili. Appare la base segreta del Mutante Mascherato come edificio edificabile, e i fumetti del personaggio e la pistola sciogli-molecole come oggetto di scambio.
La vendetta degli gnomi Evento secondario da cui è stato basato. Appaiono gli Gnomi da giardino come mostri evocabili. Il loro giardino decorativo appare come luogo edificabile.
Il fantasma senza testa Evento principale da cui è stato basato. Appare Andrew Craw come mostro evocabile.
Il mostro delle nevi a Pasadena Evento secondario da cui è stato basato. Appare il Mostro delle Nevi come mostro evocabile, le palle di neve congelanti come oggetto di scambio.
Le zucche della vendetta Evento secondario da cui è stato basato. Appaiono le Zucche come mostri evocabili.
Metamorfosi totale Evento principale da cui è stato basato. Appaiono gli Esseri striscianti come mostri evocabili e Ricky Beamer come eroe e mostro evocabile.
Serie 2000 Riferimenti
Morto ma non sepolto Evento principale da cui è stato basato. Appaiono i ghoul del cimitero come mostri evocabili. Il cimitero, presumibilmente quello di Tombalta dal libro, appare come luogo edificabile.
Serie Give Yourself Goosebumps Riferimenti
The Deadly Experiments of Dr. Eeek Il Dottor Eek viene menzionato.
Nella giungla del terrore Prima traduzione italiana del titolo di un libro inedito in lingua originale inglese. Evento secondario da cui è stato basato. Appaiono Cronby il Troll, il Mostro Pesce e un Muglani come mostri evocabili.
Le invenzioni sinistre del Professor Shock Prima traduzione italiana del titolo di un libro inedito in lingua originale inglese. Evento principale da cui è stato basato. Appaiono il Professor Shock e i Cyborg come mostri evocabili.
Serie HorrorLand Riferimenti
Il diabolico dottor Maniac Il Dottor Maniac viene menzionato.
Ululato di sangue Appare il Segugio a pelo blu come mostro evocabile.
Serie Most Wanted Riferimenti
Un clown da incubo Prima traduzione italiana del titolo di un libro inedito in lingua originale inglese. Evento secondario da cui è stato basato. Appaiono Murder il clown e Bingo-Bongo come mostri evocabili. L'Accademia Klown di Koko appare come luogo edificabile.
L'attacco del mostro Prima traduzione italiana del titolo di un libro inedito in lingua originale inglese. Appare il Mostro della palude come mostro evocabile.
Principali Secondarie Speciali
That's No Easter Bunny[1]
Un mostro in cattedra
Il fantasma della porta accanto
L'avventura del mostruoso blob
Foto dal futuro L'anello maledetto
La sfera di cristallo
Una testa di mummia per me
Spaventapasseri viventi Brividi dagli abissi
Il giocattolo terrificante: batterie incluse[2] Valentine's at Poison Lake[3]
Il mistero della caverna di ghiaccio The Beast Benath the Sink[4]
Il lupo della palude Gli orrori di Shock Street
La notte dei mostri di fango La scuola maledetta
Terrore dagli abissi Trick or Trap
Alito di vampiro Prigionieri di un incantesimo
The 12 Screams of Christmas

La casa della morte[modifica | modifica wikitesto]

La casa della morte
Titolo originaleWelcome to Dead House
AutoreR. L. Stine
1ª ed. originaleluglio 1992
1ª ed. italianagiugno 1994
GenereRomanzo
Sottogenerehorror per ragazzi
Lingua originaleinglese
AmbientazioneCasa della Morte, Cascata Tenebrosa
ProtagonistiAmanda Benson
CoprotagonistiFamiglia Benson
Josh
i signori Benson
Petey
AntagonistiCittadini di Cascata Tenebrosa
Compton Dawes
Ray Thurston
Karen Somerset
George Carpenter
Jerry Franklin
Bill Gregory
Altri personaggiKathy

Famiglia sconosciuta

SeriePiccoli Brividi
Seguito daIl mistero dello scienziato pazzo
(EN)

«Look alive!»

(IT)

«Sembra vivo!»

(Slogan sul retro di copertina in lingua originale inglese, tradotto amatorialmente in lingua italiana.)

«Una volta abitavo in questa casa...»

(Citazione da La casa della morte, Arnoldo Mondadori Editore.)


La casa della morte (Welcome to Dead House) è la prima storia della serie horror per ragazzi Piccoli Brividi, in originale lingua inglese appartenente alla serie originale, scritta da R. L. Stine e pubblicato da Scholastic Publishing. È stato pubblicato per la prima volta nel luglio del 1992 insieme a Il mistero dello scienziato pazzo e a Un barattolo mostruoso, rispettivamente il secondo e il terzo libro della serie. Inoltre, è stato ripubblicato nel 2010 come tredicesimo libro della serie ristampa ''Classic Goosebumps, con un nuovo restyle di copertina ad opera di Brandon Dorman. In Italia il libro e la sua ristampa vennero pubblicate da Arnoldo Mondadori Editore rispettivamente nel giugno 1994 e il 31 maggio 2016.

L'illustrazione di copertina originale ad opera di Tim Jacobus raffigura una vecchia casa di notte, con la porta d'ingresso leggermente socchiusa e una strana figura alla finestra, una luce arancione proviene dall'interno dell'edificio.

Trama

La famiglia Benson fa il suo primo viaggio a Cascata Tenebrosa per incontrare l'agente immobiliare locale Compton Dawes e vedere la loro nuova casa. Il signor Benson ha ereditato una casa che apparteneva a un suo prozio, deceduto recentemente, di cui non sapeva nemmeno l'esistenza. La dodicenne Amanda Benson, il suo fratellino undicenne Josh e il loro cane Petey percepiscono immediatamente che qualcosa non va in quel posto. Nonostante sia metà luglio, l'intero quartiere sembra coperto da un'oscurità indotta, creata dalle ombre di massicci alberi i cui rami fanno da tetto. Le foglie marroni morte e le ombre sono ovunque, creando un ambiente spento, ombroso e mortalmente silenzioso. Poi c'è la vecchia ed enorme casa inquietante, che sembra essere stata costruita molti anni fa, in mattoni rossi e col tetto nero, e due grandi vetrate al secondo piano che sembrano stranamente un paio di occhi scuri che fissano la strada sottostante. Mentre Josh continua a lamentarsi impaziente in segno di protesta per il trasferimento e ne fa una tragedia, il signor Dawes accoglie la famiglia in casa. Mentre esplora la sua nuova stanza, Amanda con stupore intravede un ragazzo in piedi sul pianerottolo del secondo piano, prima che questi scompare rapidamente in fondo al corridoio.

Amanda si riprenderà da quell'evento dopo aver visto la sua futura camera da letto. Quando esce per raccontare a Josh della casa, lui e Petey sono spariti. Il signor Dawes si offre di fornire indicazioni mentre la famiglia guida in giro per la cittadina per trovare il ragazzo e il cane. Per strada Amanda troverà strano che non ci siano persone nelle case o nei cortili, o per strada. Alla fine, il gruppo trova Josh che cerca di catturare un agitato Petey tra le lapidi del cimitero comunale. Il padre dei ragazzi, Jack, riuscirà a riacciuffare l'animale e a metterlo al guinzaglio nonostante lo strano comportamento frenetico di questi. La famiglia poi lascia il signor Dawes nel suo ufficio immobiliare, che informerà i Benson che potranno tornare la settimana successiva per firmare il contratto di acquisizione della casa. Dopo quella prima visita movimentata, la famiglia Benson lascerà Cascata Tenebrosa e tornerà a casa nel loro vecchio quartiere per prepararsi al trasloco.

La migliore amica di Amanda, Kathy, farà visita l'ultima notte della famiglia nella loro vecchia casa, rassicurando Amanda che la distanza tra le due città è di sole poche ore e di tenersi in contatto. La mattina seguente è il giorno del trasloco, piovoso e ventoso a Cascata Tenebrosa per la famiglia nella loro nuova casa. Amanda continua a percepire a vista altri bambini in casa e a sentire strani rumori, ma nessuno in famiglia le crede e la prendono per visionaria, troppo occupati come sono nel mezzo dei lavori in casa. La ragazza e Josh iniziano a fare la conoscenza con i ragazzi del posto, come Ray Thurston, un tipo che sembra abbastanza amichevole, ma anche un po' strano e scoraggiante. Sia Ray che una ragazza di nome Karen Somerset e altri ragazzi affermeranno di aver vissuto in precedenza nella loro nuova casa. Un'altra particolarità che i due fratelli noteranno è che essi tendano a non esporsi sotto il sole, e che Petey ringhia a loro in loro presenza.

Due settimane dopo, Petey scompare e sembra che i due ragazzi non riescano a trovarlo. Quella notte, Josh convince Amanda che Petey possa essere andato al cimitero, proprio come l'ultima volta. Quando escono per controllare, si imbattono in Ray, che li rimprovera di essersi recati al cimitero così tardi e li sconsigliò di proseguire. Giunti nel lugubre cimitero, i due trovano Petey che però appare molto strano e con addosso una terribile puzza di cadavere. Amanda poi nota qualcosa di agghiacciante: sulle lapidi di pietra, infatti, troveranno incisi i nomi dei loro nuovi amici, tutti morti in età prematura. Noteranno che una lapide reca il nome di Ray. Ray conferma che è la sua tomba e che in realtà lui e gli altri ragazzi sono dei morti viventi.

Rivelerà alla ragazza la raccapricciante verità: i morti viventi hanno bisogno del sangue umano fresco per poter sopravvivere, e ripetono questa bevuta di sangue ogni anno. Era effettivamente lui il ragazzo che Amanda aveva percepito in casa, e che hanno ucciso Petey perché i cani percepiscono i morti viventi e l'animale è diventato uno di loro. Il provvidenziale intervento di Josh salva la vita ad Amanda dall'attacco di Ray, puntando inconsapevolmente la torcia contro il morto vivente e uccidendolo, facendolo squagliare e riducendolo a un mucchio d'ossa. Amanda e Josh corrono a casa, ma quando arrivano vengono circondati dagli altri bambini morti. Essi spiegheranno che non esiste nessun prozio morto e che la lettera inviata ai loro genitori è stata un trucco per attirare la famiglia Benson a Cascata Tenebrosa, abitata totalmente da morti viventi, com'è successo a loro, precedenti vittime attirate in quella casa (la Casa della Morte) e ora aggregatisi alla macabra comunità. All'improvviso i bambini morti scompaiono, quando il signor Dawes arriva e incontra Amanda e Josh.

Il signor Dawes dice loro di aver già trovato i loro genitori e che porterà i bambini da loro, al sicuro. Guidati dall'agente immobiliare fino al cimitero e pensando di essere in salvo, Amanda e Josh scopriranno una lapide che rivela loro che anche il signor Dawes è un morto vivente. Dawes confessa ad Amanda e Josh la verità: anni addietro, Cascata Tenebrosa era una cittadina normale, e molti residenti lavoravano in una fabbrica alla periferia della città che produceva materiali plastici. Tutto sarebbe partito, infatti, da un incidente mai chiarito avvenuto in quella fabbrica, e nell'aria venne liberata una nube di gas tossico giallo che uccise tutti gli abitanti di Cascata Tenebrosa, trasformandoli in morti viventi assetati di sangue. Josh colpirà Dawes e con Amanda gli sfuggiranno via. Trovando al mattino i loro genitori in balia dell'intera popolazione cittadina nell'anfiteatro all'interno del cimitero, Amanda e Josh abbattono il gigantesco albero che fa ombra per esporre i morti viventi sotto la luce solare a loro fatale, eliminandoli tutti. Salvano i loro genitori e tornano a casa per fare i bagagli velocemente.

Mentre la famiglia Benson sta lasciando la Casa della Morte, Amanda vede una nuova famiglia parcheggiare sul vialetto. La ragazza nota che queste persone sono guidate da qualcuno che assomiglia al signor Dawes. Non volendo restare per sincerarsene che sia lui, Amanda farà in tempo a dire a uno dei bambini che lei viveva in quella casa (una frase ricorrente nel libro, detta dai ragazzi non morti), per poi con la famiglia Benson andarsene via.

Personaggi

Protagonisti

  • Famiglia Benson
La famiglia protagonista della storia, attratta nella cittadina di Cascata Tenebrosa per mezzo dell'inganno di un'eredità lasciata da un presunto e sconosciuto zio Charles, eredità consistente in una grande casa del posto. Dovevano essere le prossime vittime degli abitanti della cittadina che si volevano nutrire del loro sangue. Riusciranno a uscirne vivi, eccetto Petey.
  • Amanda Benson
Protagonista del libro, è la figlia maggiore di 12 anni. Ha i capelli ricci e neri, gli occhi castani su un viso serio e dalla carnagione olivastra, ed è alta e slanciata, magra. È molto matura, paziente e sensibile alla sua età, tiene alla sua famiglia e cerca di essere forte per gli altri. Non le piaceva la casa nuova e la cittadina, ma ha provato ad adeguarsi, scoprendo la verità dietro il mistero degli abitanti del luogo e salvando la sua famiglia da morte certa.
  • Josh Benson
Co-protagonista del libro, è il figlio minore di 11 anni e fratello di Amanda. Di aspetto è uguale a sua sorella, ma di carattere opposto. È testardo, impaziente, cocciuto, e piuttosto immaturo e viziato. Ma ha un lato premuroso nei confronti di chi ama, come la sua famiglia e Petey. Non gli è mai piaciuta la casa e ha tentato più volte di trattenere o riprendersi il suo cane in fuga. Sarà lui a scoprire casualmente il punto debole dei morti viventi.
  • Jack Benson
Padre di Amanda e Josh e marito della signora Benson. Ha i capelli ricci e neri ed è grassoccio. Lavorava in ufficio, prima di ricevere la lettera d'eredità che ha portato al trasferimento di tutta la famiglia a Cascata Tenebrosa. Sogna di fare lo scrittore. Verrà rapito dai cittadini di Cascata Tenebrosa a poche settimane dal trasferimento, rischiando di venire ucciso se i loro figli non fossero intervenuti a salvarlo.
  • Signora Benson
Madre di Amanda e Josh e moglie di Jack. Ha i capelli lisci, lunghi e neri. Era entusiasta del trasferimento nella casa di Cascata Tenebrosa come il marito. Anche lei verrà rapita dai cittadini di Cascata Tenebrosa e in seguito salvata dai figli.
  • Petey
Cane di famiglia, un terrier dal pelo bianco noto per essere mansueto e molto amato dai bambini della famiglia. Da quando i padroni si sono trasferiti a Cascata Tenebrosa è sempre in uno stato agitato, fuggendo dalla nuova casa e ringhiando ai cittadini. Questo perché i cani avvertono subito la presenza dei non morti, e proprio per questo, dopo una sua fuga, verrà eliminato e trasformato in un morto vivente, con occhi rossi e furenti. Il suo destino è sconosciuto dopo che la famiglia fuggì via, lasciandoselo dietro di sé.

Antagonisti

  • Cittadini di Cascata Tenebrosa
Abitanti di una cittadina sconosciuta, presumibilmente americana o canadese, sono gli antagonisti principali della storia. Anni prima vivevano in tranquillità, dediti al lavoro e alla famiglia, e un gran numero di loro era impiegata in una fabbrica di materiali plastici posta alla periferia; finché un giorno accadde un incidente mai chiarito da cui si sprigionò un gas denso e giallo che avvolse l'intera città, e semplicemente si ritrovarono tutti morti viventi. Ora vivono isolati dal mondo, sostenendosi con un gran quantità di sangue da cui si nutrono dalle vittime, che attirano con l'inganno di offerta o eredità di trasferimento in una casa del posto (la cosiddetta Casa della Morte, poiché funge da trappola mortale per gli incauti). Normalmente, appaiono come normali esseri umani taciturni e seri, indossando abiti dai colori spenti, ma quando rivelano la loro natura sono pallidi o grigiastri, con occhiaie pesanti, mostrano segni di vecchiaia su alcuni e uno sguardo feroce negli occhi rossi, e attorno a loro aleggia un forte puzzo di putrefazione. I cani possono intuire la loro presenza, quindi li eliminano per non farsi scoprire. Quando uccidono, le loro vittime risorgono e si uniscono a loro. L'unico punto debole sono le luci forti, solare o artificiale, che li uccidono squagliandone i corpi fino alle ossa, per questo se ne stanno all'ombra di giorno o coperti in qualche modo. Erano riusciti ad attirare la famiglia Benson come le loro vittime precedenti, ma stavolta fallirono negli intenti quando Amanda e Josh salvarono i loro genitori e riuscirono a esporre molti non morti sotto la luce solare, eliminandoli. Non si sa quanti ne siano sopravvissuti, seppure si presume siano morti quasi tutti. Di alcuni si conoscono le date di nascita e di morte.
  • Compton Dawes
Agente immobiliare che aiuta la famiglia Benson a trasferirsi nella loro nuova casa a Cascata Tenebrosa. Ha un aspetto giovanile, con corti capelli biondi e indossando un cappello da cowboy a tesa larga per proteggersi dal sole. In realtà, è molto più vecchio di come appare, nato nel 1950 e morto nel 1980. Presenta un lato molto sinistro, feroce e folle quando affamato di sangue, visto che è lui ad aver attratto molte famiglie in passato nella cittadina, e i Benson non hanno fatto eccezione. Si presume sia morto quando la folla di cittadini venne esposta alla luce solare, ma Amanda ebbe l'impressione di vederlo prima di fuggire dalla cittadina, suggerendo che sia sopravvissuto e continuando ad attirare nuove vittime.
  • Ray Thurston
Ragazzo di 11 anni, vissuto tra il 1977 e il 1988. Ha i capelli biondi molto corti, occhi color azzurro pallido, e un buffo naso all'insù su un viso dall'espressione severa e austera. Indossa una felpa marrone a maniche lunghe, jeans neri e un cappello da baseball blu. Ray fu una delle vittime precedenti dei cittadini di Cascata Tenebrosa, divenuto un malvagio non morto. Ha stretto amicizia con Amanda e Josh per ingannarli. Quando i fratelli scoprirono la sua reale identità lo uccisero casualmente puntandogli contro il fascio di luce di una torcia.
  • Karen Somerset
Ragazza di 12 anni, vissuta tra il 1960 e il 1972. Ha lunghi capelli biondi e indossa calzettoni verdi. Karen fu una delle vittime precedenti dei cittadini di Cascata Tenebrosa, divenuta una malvagia non morta. Ha stretto amicizia con Amanda e Josh per ingannarli. Morirà quando la folla di cittadini venne esposta alla luce solare.
  • George Carpenter
Ragazzo di 13 anni, vissuto tra il 1975 e il 1988. Ha i capelli rossi. Anche lui fu una vittima di Cascata Tenebrosa e divenne un non morto. Dopo aver ingannato i fratelli Benson, si presume sia morto come gli altri cittadini alla luce solare.
  • Jerry Franklin e Bill Gregory
Amici di Ray, Karen e George, ragazzi vittime precedenti di Cascata Tenebrosa, ora non morti assetati di sangue, presumibilmente morti bruciati dal sole.
  • Ragazza
Ragazza non morta senza nome dai capelli neri, apparsa nella camera da letto di Amanda nella casa di Cascata Tenebrosa, e si presume sia morta.

Altri personaggi

  • Kathy
Amica d'infanzia di Amanda fin dall'asilo, ha i capelli biondi, la pelle bianca ed è rotondetta di corporatura. In un capitolo si danno l'addio prima del trasferimento di Amanda.
  • Famiglia sconosciuta
Nel libro una nuova famiglia, genitori e due figli, arriverà alla Casa della Morte nel momento in cui la famiglia Benson fuggirà dalla cittadina, accolti forse da Compton Dawes, lasciando intendere che andranno incontro a una possibile brutta fine.

Accoglienza

Il libro aveva venduto oltre un milione di copie nel 1996[5]. Dimostrava molti temi in comune ai libri dell'orrore per bambini e ragazzi della stessa età dei protagonisti e a cui viene indirizzato, compreso il fatto che le loro esperienze fossero date come per scontato dagli adulti[6].

Ristampe, raccolte ed edizioni internazionali

La casa della morte è il libro della serie tra i più ripubblicati. Oltre a quattro ristampe indipendenti, è stato incluso come storia in alcuni omnibus, ovvero:

Inoltre è apparso come una delle tre storie presenti all'interno dell'omnibus ''Tales of Suspense for Boys di Scholastic (1° aprile 2006), dedicato ai primi libri di tre serie di romanzi per ragazzi della casa editrice. Gli altri sono Chasing the Falconers della serie On the Run di Gordon Korman e L'invasione della serie Animorphs di K. A. Applegate.

Nella già citata ristampa Classic Goosebumps, il libro è accompagnato da un estratto de La vendetta di Badboy, primo libro della serie Piccoli Brividi HorrorLand. E le date di nascita e di morte sulle lapidi dei cittadini di Cascata Tenebrosa sono state aggiornate, spostandole più anni in avanti.

Il libro si mantiene primo anche nelle edizioni giapponese, portoghese e inglese. Nell'edizione coreana è terzo, in quella francese sesto. È assente nell'edizione ebraica.
L'edizione inglese del libro, insieme a Il mistero dello scienziato pazzo e Foto dal futuro, è raccolta nel primo Goosebumps Collection.
Nell'edizione francese del libro ci sono state alcune ridenominazioni: Amanda e Josh sono stati chiamati Anna e Jimmy, Petey il cane è diventato Pat, il nome di Ray è stato sostituito con Eric, e la stessa cittadina di Cascata Tenebrosa è stata cambiata in "Tombstone" ("lapide" in italiano).

Il libro ha ricevuto tre diverse versioni audiolibro: una nel maggio 1997 dalla Walt Disney Records narrato da Ted Kryczko, una nel 1997 dalla Tempo Records nel Regno Unito, e infine una il 1° aprile 2015 nella ristampa Classic Goosebumps dalla Scholastic Audiobooks narrato da Tara Sands come promozione del film Piccoli Brividi. Gli audiolibri del 1997 sono stati entrambi registrati su musicassette da 60 minuti, quello del 2015 su due CD da 2 ore e 42 minuti.

Goosebumps Gold

Secondo il progetto della serie di libri Goosebumps Gold, era stato pianificato un seguito del libro dal titolo Happy Holidays from Dead House. Tuttavia, a causa delle causa legale del 2000 tra Scholastic Publishing e Parachute Press che portarono al termine del contratto di Stine con la Scholastic, il progetto venne annullato.

Solo il titolo e la copertina di Tim Jacobus rilasciata sul vecchio sito web dell'artista sono conosciuti, e mostravano che il seguito si sarebbe forse nuovamente ambientato a Cascata Tenebrosa durante il periodo natalizio[7]. La copertina presentava la porta della Casa della Morte (presumibilmente) socchiusa dal cui interno proviene una luce arancione e una strana nube giallastra, decorata ai lati da due candele accese, da luci natalizie e al centro una ghirlanda natalizia che nei dettagli assume la forma di un teschio.

Non si sa nulla della trama del libro, né se sarebbero tornati i personaggi apparsi nel libro originale, poiché in un'intervista Stine ha affermato che nessun libro della serie venne mai scritto[8].

In altri media

Gli eventi del libro, i luoghi e i suoi personaggi sono apparsi, menzionati o fatti riferimento in altri media del franchise.

Televisione

Film

Videogiochi

Curiosità

  • È probabile che per questa storia Stine si sia ispirato al film House of the Living Dead (1974), o anche alla saga cinematografica di Amityville Horror per la descrizione della Casa della Morte. La storia presenta poi delle similitudini con il romanzo Le notti di Salem di Stephen King (1975).
  • R. L. Stine afferma che questo libro potrebbe essere troppo spaventoso per i bambini, perché non aveva ancora sviluppato gli elementi umoristici che caratterizzano la serie di libri, e dice che se avesse potuto riscrivere il libro lo avrebbe reso un po' divertente.
  • All'inizio del libro vi è un errore nel racconto, che si mantiene anche nella versione italiana. Il signor Dawes si offre di portare in giro la famiglia Benson per la cittadina per ritrovare Josh e Petey, e la storia sembra suggerire che l'agente immobiliare guiderà la sua macchina, recuperandone persino il cappello dal cofano. Tuttavia, dopo aver recuperato Petey, il signor Dawes si ferma davanti alla sua agenzia e scende, e la famiglia Benson se ne va con la macchina, suggerendo che abbiano usato la propria.
  • Viene fatto riferimento al libro all'interno della collana di libri, nel numero sessantanove Io sono la vendetta della serie 2000. Entrando in una casa abbandonata, il protagonista Wade Brill e il suo amico Carl Jeffers la chiamano la Casa della Morte.

Note

  1. ^ Evento basato sul libro Magico Inganno.
  2. ^ Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore first
  3. ^ Evento basato sul libro Weekend at Poison Lake.
  4. ^ Il titolo è un riferimento a quello originale del libro Un mostro in cucina, ma non basato su questa storia
  5. ^ (EN) All-Time Bestselling Paperback Children's Books, su publishersweekly.com.
  6. ^ RANDI DICKSON, Horror: To Gratify, Not Edify, in Language Arts, vol. 76, n. 2, 1998, pp. 115–122.
  7. ^ Goosebumps Gold 20th Anniversary Special, Goosebumps Wiki.
  8. ^ Buzzfeed: 13 Things You Never Knew About The "Goosebumps" Book Series From R.L. Stine Himself.

Edizioni

Collegamenti esterni

Predecessore Piccoli brividi Successore
Il mistero dello scienziato pazzo
Portale

La famiglia Addams[modifica | modifica wikitesto]


Addams Family: Mystery Mansion Gomez afferma che gli uomini della famiglia Addams non lavorano da secoli

Personaggi secondari de La famiglia Addams[modifica | modifica wikitesto]

Parenti

Introdotti in La famiglia Addams (serie TV 1964-1966)

  • Cugino Imar: Un parente a cui Morticia gli fa un maglione ai ferri. Da questi si può presumere che abbia 3 braccia e che il colore dei suoi occhi è blu-viola. Menzionato anche nella serie televisiva del 1998-1999.
  • Cugino Farouk:
  • Cugino Eustachio: Un parente a cui Morticia gli fa un maglione ai ferri. Da questi si può presumere che abbia un collo lungo e stretto. Parente omesso nella serie televisiva del 1998-1999.
  • Nonno Squid e Zia Vendetta: Due parenti che presumibilmente vivono in soffitta, ma i coniugi Addams hanno dei dubbi se siano ancora vivi o meno. Menzionati anche nella serie televisiva del 1998-1999.

Introdotti in La nuova famiglia Addams

  • Cugino Vlad: Cugino di primo grado di Gomez e di Fester, era considerato il più insidioso, ambiguo, viscido e sadico degli Addams, e un rubacuori. In passato era molto affiatato con Morticia e quindi diretto rivale in amore di Gomez. Sfortunatamente, morì quando uno stuzzicadenti si conficcò nella sua gola, e venne seppellito nel cimitero di famiglia mentre Gomez e Morticia si sposarono. Tredici anni dopo, Mercoledì e Pugsley lo resuscitarono con la stregoneria, e ritornò come un morto vivente immortale, tentando più volte di eliminare Gomez e riconquistare Morticia, ostacolato dai familiari; nel suo ultimo duello con Gomez morì definitivamente quando Mercoledì riuscì a pronunciare un contro incantesimo, riducendolo a un mucchietto di cenere, che finirà per essere usato come ingrediente in una delle ricette disgustose della Nonna.
  • Prozio Zeke e Cassandra: Zeke (Zee in originale) è un parente a cui venne somministrato una goccia della Pozione d'Amore 666, che fa amare in eterno il proprio partner. Ama così tanto sua moglie Cassandra (che si presume sia deceduta) che continua a seppellirla più volte.
  • Zio Ramis: Un parente degli Addams le cui ossa sono state riesumate da Mercoledì e Pugsley per usarle per un compito di scienze, prima che queste venissero spazzate via da un regalo bomba di una delle fidanzate carcerate di Zio Fester. Trovarono i resti dentro una fossa di serpenti. Lo scheletro appare deforme, e secondo Gomez in vita era così basso che sui mezzi pubblici pagava sempre il ridotto.
  • Emma Gwin, Jabez Smith e Odin Addams: Parenti deceduti, sono seppelliti nel cimitero di famiglia. Emma era sposata con un certo Joshua. La tomba di Odin è stata in seguito scavata da Mercoledì e Pugsley.

Animali e creature domestiche

Introdotti in La famiglia Addams (serie TV 1964-1966)

  • Pierre:
  • Orso:
  • Bruno la pelle d'orso:
  • Gorgo: Pericoloso gorilla e attrazione principale del circo di Oscar Webber, un amico di Gomez ed ex mangiatore d spade. Fuggito dalla gabbia per seguire Pugsley con cui strinse amicizia, per un breve periodo sarà ospite degli Addams, ma Lurch si sente geloso di lui in quanto questi ha tentato di rubargli il posto di maggiordomo, ma inadatto a servire le ospiti di Morticia perchè spaventoso. Quando Webber venne a riprenderlo, notò che non era più così feroce, ma Gomez gli suggeri di cambiare attrazione per lui, presentandolo come il gorilla più addomesticato del mondo Appare anche nella serie televisiva del 1998-1999, con la differenza che il suo ruolo è quello di acrobata, il suo padrone mostra i segni fisici degli incidenti del suo mestiere precedente (tra cui, entramb gli uncini al posto dele mani e un occhio nero), e che invece di spaventare le ospiti Gorgo le fece ubriacare e guidandole a un comportamento disdicevole.
  • Aristotele:

Introdotti in La nuova famiglia Addams

  • Facocero: Una testa imbalsamata di suddetto animale, ma ancora viva. Mercoledì afferma che suo padre Gomez l'ha salvato dall'attacco di una iena impazzita. Apparso nella serie televisiva del 1998-1999.
  • Avvoltoi: Gli Addams sembrano possedere degli avvoltoi, come menzionato nella serie televisiva del 1998-1999.

Introdotti in La famiglia Addams (film 2019)

  • Ichabod: Albero vivente piantato nel già fino degli Addams, molto legato ai bambini e alla salvaguardia della famiglia.

Introdotti in Addams Family: Mystery Mansion

  • Pro-prozio Jimmy: Un prozio proprietario di un'armatura medievale, a cui tiene molto. Menzionato solamente.

Altri personaggi

Introdotti in La famiglia Addams (serie TV 1964-1966)

  • Sam Hilliard:
  • Signora Comstock:
  • Signorina Morrison:
  • Il Postino:

Piccoli Brividi[modifica | modifica wikitesto]

Piccoli Brividi (Goosebumps[1]), generalmente stampato come Piccoli brividi con la 'b' di 'brividi' minuscola, è una serie di libri per ragazzi ad ambientazione horror dell'autore statunitense R. L. Stine, pubblicata da Scholastic Publishing a partire dal 1992 con La casa della morte. La serie originale è costituita da 62 libri pubblicati fino al 1997. Seguirono diverse serie di libri spin-off, una serie televisiva, merchandise e due film, creando un franchise redditizio.

I libri della serie hanno venduto oltre 400 milioni di copie in tutto il mondo e sono stati tradotti in 32 lingue[2]. Secondo il Guinness dei primati, Piccoli brividi è la serie di libri per ragazzi più venduta della storia[3], record successivamente superato dalla serie di romanzi Harry Potter di J. K. Rowling, facendo piazzare la serie al secondo posto. I singoli libri della serie sono stati inseriti in diversi elenchi di bestseller, incluso l'elenco dei best seller per bambini del New York Times.

Le copertine dei libri della serie originale e di un paio di spin-off sono state realizzate dall'illustratore Tim Jacobus[4]. Altri tre artisti vi si sono cimentati maggiormente sulle copertine, come Mark Nagata e Craig White su una serie spin-off dal 1995 al 2000, e Brandon Dorman con le recenti serie spin-off e le ristampe delle vecchie serie a partire dal 2008[5][6].

In Italia i libri sono stati pubblicati da Arnoldo Mondadori Editore a partire dal 1995[7].

Struttura e tematiche

R. L. Stine, l'autore di Piccoli Brividi.

La serie Piccoli Brividi[8] rientra nel genere di narrativa per bambini, mista all'horror e al thriller, anche se Stine caratterizza la serie come "libri di paura che sono anche divertenti"[9]. Le storie presentano personaggi bambini diversi[10] e ambientazioni diverse[11]. I protagonisti principali sono generalmente ragazzini delle scuole medie, di dodici anni (a volte anche di undici o tredici), e possono essere maschi o femmine[12]. I personaggi tipici in una storia di questa serie sono spesso situati in un luogo remoto o in qualche modo isolati dalle convenzioni tipiche della società. Questo può variare ovunque, da comode aree suburbane a collegi, villaggi stranieri o campeggi[13]. I libri in genere presentano personaggi che si sono recentemente trasferiti in un nuovo quartiere o che vengono mandati a stare con i parenti[12].

I libri della serie presentano strutture di trama simili[14], con bambini immaginari che si trovano in situazioni spaventose, che di solito coinvolgono mostri e altri elementi soprannaturali[15][16]. I racconti della serie sono in genere brevi, hanno un massimo di 150-160 pagine (più raramente 170 o più); l'intreccio nelle storie è di solito semplice, ma con frequenti colpi di scena e i toni non sono mai particolarmente forti nonostante il presunto intento "horror". Come ha affermato lo stesso autore, non vi è presente alcuna morte nelle sue storie e che i bambini nei suoi romanzi non sono mai messi in situazioni che sarebbero considerate troppo gravi[17], e ha attribuito il successo dei suoi libri alla loro assenza di droghe, depravazione e violenza tipici di quel genere; tuttavia, non includendo alcune serie spin-off successive, nella serie originale la violenza tipica del bullismo e la morte occasionalmente emergono nei libri stessi contrariamente alle sue affermazioni. La narrazione solitamente è in prima persona, ma talvolta viene utilizzata anche quella in terza persona. Al suo apice, Stine era noto per completare queste storie con estrema rapidità, alcune delle quali furono scritte in soli sei o dieci giorni[18][19].

All'interno della collana sono presenti una sorta di miniserie, come ad esempio quella de Il pupazzo parlante, che raccoglie un ciclo di cinque storie, e quella di Un barattolo mostruoso, che raccoglie quattro volumi.

Ispirazione e temi

Secondo il documentario Tales from the Crypt: From Comic Books to Television, R. L. Stine ha detto di ricordarsi di aver letto i fumetti popolari e famigerati della serie antologica Tales from the Crypt quando era giovane e lo ha attribuito come una delle sue maggiori ispirazioni. I libri e i personaggi sono stati spesso ispirati da altri libri e film. Ad esempio, per il personaggio di Slappy il pupazzo è stato ispirato dal classico letterario italiano Le avventure di Pinocchio[20].

Alcune delle idee di Stine per i libri provengono anche dalla vita reale; Stine ha avuto l'idea per il libro La maschera maledetta dopo che suo figlio, Matt, indossava una maschera di Halloween che aveva difficoltà a togliersela[21].

Stine usa anche le sue paure d'infanzia per aiutarlo a scrivere i suoi libri. L'autore ha commentato: "Fortunatamente, ho una grande memoria. Mentre scrivo una storia, posso ricordare come ci si sente ad avere paura e panico"[22].

Stine afferma che spesso pensa prima al titolo di un romanzo, poi lascia che il titolo lo guidi nella stesura di una storia[23].

Due temi comuni nella serie sono i bambini che trionfano sul male e i bambini che affrontano situazioni orribili o spaventose e usano il proprio ingegno e la propria immaginazione per sfuggirgli[24]. Stine non tenta di incorporare lezioni morali nei suoi romanzi, e dice che i suoi libri hanno "una motivazione strettamente di lettura"[25].

Elenco dei libri

Serie principale

In Italia, stampata sotto il titolo Piccoli brividi, per serie principale si intende l'unione di due serie:

  • La serie originale, pubblicata da Scholastic Publishing, dal 1992 al 1997.
  • La serie 2000, sempre pubblicata da Scholastic Publishing, dal 1998 al 2000.

Serie originale (1992-1997)

Dopo il successo dei romanzi horror per adolescenti di Stine, la co-fondatrice di Parachute Press (la società che ha sviluppato la serie[26]), Joan Waricha, lo convinse a scrivere libri spaventosi per i bambini più piccoli nonostante i dubbi iniziali dell'autore[27]. Stine disse che per il nome della serie di libri si è ispirato dopo aver visto l'annuncio di una stazione televisiva su TV Guide che reclamizzava "It’s goosebumps week on Channel 11" (tradotto, "È la settimana della pelle d'oca su Canale 11")[28][29]. In origine firmò un contratto di sei libri con la casa editrice Scholastic[30], i cui primi tre sono La casa della morte, Il mistero dello scienziato pazzo e Un barattolo mostruoso, pubblicati nel luglio 1992. Le vendite dei libri furono inizialmente lente, ma alla fine aumentarono, portando i libri a essere pubblicati bimestralmente a partire dal nono libro, Il campeggio degli orrori. Nel 1996 la serie era molto popolare e molto richiesta, con Scholastic che spediva 4 milioni di libri ai rivenditori ogni mese. La serie era originariamente destinata alle ragazze, ma sia i ragazzi che le ragazze hanno apprezzato la serie allo stesso modo, con metà della posta dei fan inviata a Stine scritta dai ragazzi[17]. Le illustrazioni di copertina, dal caratteristico design di melma colorata che incornicia un'immagine, furono affidate all'illustratore Tim Jacobus per l'uso dei colori saturi[31], eccetto per le copertine di due libri, Il mistero dello scienziato pazzo e La sfera di cristallo, illustrate rispettivamente da Jim Thiesen e da Stanislaw Fernandes. Stine continuò a scrivere fino a raggiungere 62 libri in totale nella serie originale, chiudendo con Un barattolo mostruoso N° 4.

Serie 2000 (1998-2000)

(EN)

«2000 volte spaventoso!»

(IT)

«2000 times the scares!»

(Slogan della serie in lingua originale inglese, tradotto amatorialmente in lingua italiana.)
(EN)

«Benvenuto nel nuovo millennio di paura!»

(IT)

«Welcome to the new millennium of fear!»

(Slogan della serie in lingua originale inglese, tradotto amatorialmente in lingua italiana.)


A causa del calo delle vendite di Piccoli Brividi e della crescente concorrenza (principalmente da parte di un'altra serie di libri della Scholastic, Animorphsdi K. A. Applegate), la casa editrice e R. L. Stine decisero di creare una nuova serie per mantenere vivo l'interesse per il franchise[32]. La serie successiva denominata "Serie 2000" ha debuttato il mese dopo la fine della serie originale, con il libro L'urlo del gatto nel gennaio 1998, durata per venticinque volumi per poi terminare nel 2000 con Il fantasma nello specchio.

La serie ha seguito lo stesso formato e contenuti della serie originale[33], ma è stata commercializzata (e a conferma di Stine) come "più spaventosa" della precedente[30]. Le copertine dell'ediziome americana sono cambiate, con la rimozione dei bordi della melma (in Italia mantenutasi), e i disegni hanno delle tonalità più scure e cupe prive della cornice di melma colorata della serie precedente; anche queste copertine furono opera di Tim Jacobus[31]. Nel 2000, i libri del franchise vendevano 200.000 copie al mese, ben lontano dai 4 milioni di vendite mensili di pochi anni prima[34].

Alcuni dei libri erano i seguiti di altri libri della serie precedente, come per il seguito di Una giornata particolare (Ritorno a Horrorland) e altri due libri per la saga de Il pupazzo parlante. Curiosamente, nonostante la dicitura 2000, la maggior parte dei libri vennero pubblicati tra il 1998 e il 1999, lasciando che solo Il fantasma nello specchio venne pubblicato nel 2000; ironicamente, invece, quasi tutti i libri di questa serie vennero pubblicati in Italia nei primi anni 2000.

Raccolte di racconti

Negli anni '90 Scholastic pubblicò due serie brevi di antologie di racconti brevi, ciascun libro composto da un certo numero di racconti brevi. Ciascuna serie era presentata da una sorta di mascotte mostruosa sulla copertina.

Serie Tales to Give You Goosebumps (1994–1997)

La serie di Tales to Give You Goosebumps venne pubblicata a partire con l'omonimo libro nell'ottobre 1994[35]. Era composta da sei libri, ciascun libro a sua volta composto da dieci storie brevi. Le copertine, sempre disegnate da Tim Jacobus, si rifacevano al design della cornice di melma della serie originale, tranne per l'ultimo volume, Il vampiro di ghiaccio e altri racconti, decorata con una cornice in stile quadro. Ogni libro veniva venduto abbinandolo con un pezzo di merchandise del franchise Piccoli Brividi.

A differenza della serie precedente, il nuovo contratto con Scholastic prevedeva che l'autore scrivesse le storie insieme a dei ghostwriters[36]. Di questi collaboratori, solo Carolyn Crimi e Kathryn Lance, in precedenza già ghostwriters per i libri della serie precedente di Stine La strada della paura[37], sono note, rispettivamente autrici di Fun With Spelling(More & More Tales to Give You Goosebumps) e Perché odio lo gnomo del gelo (Il vampiro di ghiaccio e altri racconti).

In Italia la Mondadori pubblicò solo la metà di queste raccolte negli anni 1998-1999. Le copertine presentavano un effetto a prisma olografico metallico che coinvolgeva un unico disegno astratto ripetuto sulla copertina (a diamante) che cambiava forma quando veniva esposto a diverse aree di luce.

Serie Goosebumps Triple Header (1997–1998)

(EN)

«Tre scioccanti racconti di terrore»

(IT)

«Three Shocking Tales of Terror»

(Slogan della serie in lingua originale inglese, tradotto amatorialmente in lingua italiana.)


La serie Goosebumps Triple Header venne pubblicata negli anni 1997–1998. Con due soli volumi (Nonna fantasma e altri racconti e La scuola dei mostri e altri racconti) è la serie di libri più breve dell'intero franchise. Il numero di storie presenti in ciascun libro è stato ridotto fino a tre. Le copertine sono ad opera di Jacobus, ma avevano la particolarità di presentare elementi olografici che cambiavano i volti dei personaggi in copertina, nel secondo libro solo su un ovale in cima al titolo in cui appare il viso di R. L. Stine.

In Italia entrambi i libri vennero pubblicati nell'ottobre degli anni 1999-2000, ma con l'effetto a prisma olografico sulla copertina come nella raccolta precedente Tales to Give You Goosebumps, ma privo ovale o non posto sui volti dei personaggi in copertina.

Personaggi ospiti

Come menzionato prima, i libri di queste raccolte avevano dei personaggi ricorrenti sulle copertine che avevano la funzione di mascotte e presumibilmente presentatori e narratori di questo raccolti. Questi personaggi vennero disegnati da Tim Jacobus su commissioni di Scholastic, che all'epoca la casa editrice tentava di promuovere i libri di Piccoli Brividi attraverso i merchandise con un personaggio che fungesse da mascotte poiché nei libri, nonostante l'uso dei personaggi ricorrenti più tardi, non vi erano personaggi che potessero ricoprire quel ruolo.

Curly lo Scheletro
Uno scheletro umano vivente, appare nelle copertine di Tales to Give You Goosebumps. Originariamente, era stato disegnato da Jacobus come un essere a metà tra uno scheletro con gli occhi umani dalle pupille nere infossati nelle orbite e un fantasma, con i lunghi capelli fluenti e scompigliati e le vesti bianche rovinate (design mantenuto nel prima volume), ma né agli appassionati dei né allo stesso Jacobus piacque e quindi venne ridisegnato. La versione finale presenta una forma corporea da scheletro completo, senza vestiti, con un corto taglio di capelli bianchi dritti sul cranio. Dopo averlo battezzato come Curly lo Scheletro, Scholastic usò il personaggio per tutti gli anni '90 come mascotte ufficiale del franchise. Nelle copertine della raccolta di storie, su alcune raccolte di ristampe dei libri della serie originale e sui calendari si usò l'aspetto che Jacobus dette, mentre sul merchandise e nel resto dei media Scholastic usò un aspetto alternativo del personaggio, sempre uno scheletro ma con occhi dalle pupille rosse, una sciarpa o un foulard rossi, una spilletta verde con la 'G' di 'Goosebumps', un paio di occhiali da sole dalla montatura rotonda e un taglio alla Mohawk rosa, in alcuni casi con l'aggiunta di una coda di cavallo.
Il personaggio lo si vede spesso mentre sghignazza, urla, indossa parzialmente vestiti umani e fa varie attività ricreative o tenendo in mano un libro aperto di Piccoli Brividi in un mondo simile a quello reale, ma popolato da esseri scheletrici (animaletti inclusi). Attraverso informazioni rilasciate dalle newsletter del Goosebumps Fan Club negli anni, allo scheletro sono state date delle informazioni fittizie: il suo compleanno è ad aprile, è scapolo, ha un cane di nome Drool e tre sorelle scheletro di nome Skelly, Boo e Nightshade. Ironicamente, per Halloween Stine appende fuori alla porta una replica di Curly.
Negli anni 2000 venne sostituito da Slappy il pupazzo come mascotte, ma fa regolarmente delle apparizioni minori nel franchise.
Drool
Il cane bulldog inglese dal pelo bianco chiazzato di marrone che appartiene a Curly, apparso sulle copertine di Tales to Give You Goosebumps a partire dal terzo libro (La casa degli spiriti e altri racconti). Il suo nome venne rivelato nelle newsletter del Goosebumps Fan Club. Ha la particolarità di essere l'unico essere vivente in carne nel mondo di scheletri di Curly.
Appare in tutti quei media in cui viene affiancato a Curly, anche lui partecipante in varie attività ricreative e indossando vestiti o gadget umani.
Lefty, Righty e Slim
Un mostro grottesco, appare nelle copertine di Goosebumps Triple Header come mascotte, seppure di minore importanza rispetto a Slappy e a Curly. Ha un corpo umanoide grosso e tozzo con il pancione, simili a quello di un rospo, la pelle verde e bitorzoluta, mani e piedi a quattro dita ciascuno dalle estremità rosate e terminanti in aguzzi artigli bianchi. La caratteristica particolare di questo mostro però è quella di avere tre teste enormi, dalle facce brutte, rugose, bitorzolute con labbra rosate, ciascuna con il suo nome, aspetto e personalità:
  • Lefty è la testa a sinistra, con una faccia da lucertola, denti aguzzi e con il Mohawk bianco. Ama fare paura o combinare di peggio.
  • Righty è la testa a sinistra, porta gli occhiali e ha i capelli pettinati. È molto cauto, e la sua apparenza più sistemata potrebbe indicare che è lui quello intelligente.
  • Slim è la testa centrale, dalla testa calva e i denti inferiori aguzzi. Sembrerebbe essere il leader tra loro.
Originariamente, secondo la biografia di Tim Jacobus It Came from New Jersey!, il mostro sembrava un ragazzo umanoide dalla pelle rosa, con facce rettiliane e indossando abiti umani. L'artista scartò questa prima versione perché non la trovava spaventosa[38].

Serie Give Yourself Goosebumps (1995-2000)

(EN)

«Reader beware, you choose the scare!»

(IT)

«' Lettore attento, scegli tu lo spavento!»

(Slogan della serie in lingua originale inglese, tradotto amatorialmente in lingua italiana.)

Dopo il successo ricevuto dalla serie originale, Scholastic ha utilizzato la precedente esperienza di R. L. Stine nella stesura dei librigame per creare una serie spin-off dei Piccoli Brividi strutturata in questa formula, dal titolo Give Yourself Goosebumps, che fu pubblicata dal 1995 al 2000 a partire dal libro Escape from the Carnival of Horrors; lo scopo era creare una serie di racconti dai finali multipli[39][40], similmente alla serie di libri della Bantam Books Scegli la tua avventura. A differenza della serie principale, il contratto di Stine con la Scholastic per questa nuova serie non prevedeva che Stine dovesse essere l'unico autore della serie. Mentre tutti i libri sono attribuiti a Stine, molti di questi sono stati scritti da diversi ghostwriters; la maggior parte degli autori effettivi rimangono sconosciuti, eccetto per Kathryn Lance (già collaboratrice in Tales to Give You Goosebumps), la cognata dell'autore Megan Stine[41][42][43], e Scott Westerfeld (All-Day Nightmare). La copertina del primo libro venne disegnata Tim Jacobus, seppure la sua firma non viene identificata a causa dell'adesivo a forma di macchia "Con più di 20 finali spaventosi!"[44], ma il resto delle copertine furono disegnate da altri due illustratori:

  • Mark Nagata[45][46], che disegnò le copertine a partire dal secondo libro (Tick Tock, You're Dead!) fino al ventiquattresimo libro (Lost in Stinkeye Swamp). Il suo stile presentava colori molto brillanti nelle sue illustrazioni per creare copertine vibranti e sature, che era molto simile allo stile di disegno di Jacobus. Negli Stati Uniti le copertine fino al ventitreesimo libro (Zapped in Space) vantavano un effetto prisma olografico metallico che coinvolgeva un unico disegno astratto ripetuto sulla copertina che cambiava forma quando veniva esposto a diverse aree di luce.
  • Craig White[47], che disegnò le copertine dal venticinquesimo libro (Shop Till You Drop...Dead!) al quarantaduesimo libro (All-Day Nightmare), ha fatto uso della grafica digitale al computer, cosa che il suo predecessore trovò che abbia fatto un buon lavoro[48].

Come premessa, i libri sono semplicemente romanzi con trame ramificate. Il lettore è il protagonista del racconto, a cui viene rivolto in seconda persona e lasciando ambigua la sua identità e il suo genere (o quasi, in alcuni casi capita che venga accennato come un lui). Al lettore spesso gli viene chiesto di fare delle scelte lanciando una moneta, tirando un dado o usando altri mezzi non convenzionali, come informazioni personali del lettore che influenzino tali scelte, giochi con mappe, una sfida a sé stesso nella vita reale influenzando il risultato da un suo esito positivo o meno e altro ancora. Se il lettore fa la scelta ovviamente sbagliata, gli può essere detto di tornare indietro e scegliere un'altra opzione, oppure può semplicemente "morire" proprio lì sul posto. Nella parte inferiore di una pagina di un libro di questa serie, c'è una scelta su quale pagina andare; il libro quindi non è stato pensate per essere letto nell'ordine numerico delle pagine, altrimenti non avrà senso. Ci sono pagine che indicano che la storia si divide e porta ad almeno due pagine, a scelta del lettore o con i metodi proposti.

Spesso, tuttavia, un "personaggio amico" a cui viene affiancato al lettore, con un nome e un genere, e questo tipo di personaggi sono normalmente presenti in tutta la trama, come ad esempio amici e familiari.

A volte vengono menzionati personaggi di altri libri di Piccoli Brividi, e alcuni appaiono effettivamente facendo un'apparizione cameo, o viene riferimento ai libri stessi quando al lettore vengono poste delle domande a cui per rispondere dovrebbe aver letto quei libri. I libri lasciano intendere che il lettore/personaggio protagonista sia un auto proclamato "esperto di Piccoli Brividi"[49].

La maggior parte dei libri della serie ha due storie separate basate sulla stessa trama a cui il lettore può prendere parte. In alcuni libri, la continuità tra gli scenari è abbastanza buona, ma a volte viene ignorata (come ad esempio l'uso dello stesso colpo di scena in entrambi gli scenari principali, ma con origini diverse). Alcuni libri hanno anche una terza trama, generalmente chiamata "storia secondaria", che consiste solo di pochi finali, e finisce dopo non molto tempo, ma alcune di quelle storie secondarie, in realtà, non hanno un buon finale e devono essere evitate. In alcuni libri, la scelta che porta alla storia secondaria appare in realtà prima del "ramo" tra le due storie principali. In certi casi i libri presentano una trama sola.

La caratteristica principale della serie sono i finali, generalmente ce ne sono più di venti per libro[49]. Le morti e i finali negativi sono molto comuni. In genere, ci sono solo pochi finali lieti o addirittura ambigui per libro. In molti dei brutti finali, il lettore muore, ma la morte è in genere implicita e non dichiarata direttamente. In genere, a ogni finale, il lettore troverà scritta la parola "FINE". A volte, questa parola è incorporata in una frase, e altre volte usa una frase diversa che ha senso all'interno del finale (ad esempio, "GAME OVER", se il finale coinvolge la realtà virtuale).
In molti dei brutti finali, il libro critica il lettore per le sue cattive decisioni o per la sua codardia. In alcuni casi il lettore può perdere l'avventura vera e propria facendo scelte poco o per niente avventurose; nella maggior parte di questi finali, il libro sarà in qualche modo si lamenta e prende in giro il lettore, facendogli notare di aver scelto un finale "noioso". Stesso dicasi se il giocatore farà una scelta ovviamente e palesemente sbagliata; in questi casi, il libro di solito rompe la quarta parete e richiede che il lettore vada alla pagina "corretta" o gli suggerisce di smettere di leggere. Questo tropo letterario è caratteristico di molte opere di metafinzione occidentali della fine del XX secolo.
Ovviamente, tra i pochi finali buoni è essere sopravvissuto alle vicende del racconto, avendola vinta sulla situazione. Vi sono finali tra l'altro che sono una combinazione di entrambi gli esiti, definibili come ambigui, poiché l'avventura può terminare con qualcosa di inusuale, come ad esempio rimanere trasformato in una creatura, ma comunque scappando o sconfiggendo il pericolo/cattivo di turno e simili. Sebbene i finali differiscano tra loro in ogni libro e vi ne siano molti di più, i tipi di finali che un lettore può ottenere sono spesso simili. Tra i più comuni include i seguenti:

  • Morte
  • Trasformazione permanente
  • Schiavitù o perdita di controllo
  • Congelarsi o trasformarsi in un oggetto statico (a volte ancora consapevole dell'ambiente circostante)
  • Morire e diventare un fantasma o un essere non morto in generale
  • Perdere l'avventura
  • Rimanere intrappolati
  • Terminare il racconto nel momento e/o nel luogo sbagliato
  • Scoperta della vera identità del lettore
  • Essere rimproverato dal libro per aver fatto una scelta palesemente cattiva o debole
  • Sopravvivere all'avventura, ma con qualcosa che non va (come rimanere trasformato in qualcosa, per esempio)
  • Sopravvivere all'avventura, ma non realizzando nulla di importante o senza divertirsi
  • Sopravvivere all'avventura e raggiungere l'obiettivo

I libri sono attualmente fuori catalogo, ad eccezione di quelli stampati in India e Please Don't Feed the Vampire![49], che ha ricevuto anche una ristampa recente. In Italia la Mondadori pubblicò solo quattro libri di questa serie, tutti con le illustrazioni di Mark Nagata e con copertine decorate nella stessa maniera deLl'edizione italiana dei libri delle serie Tales to Give You Goosebumps e Goosebumps Triple Header.

Serie Special Edition (1998-1999)

Dal 1998 al 1999 vennero pubblicati otto libri che si aggiungono alla serie Give Yourself Goosebumps portandoli a cinquanta volumi, etichettati come Special Edition[50]. La formula è l'amarezza, si differenziano dagli altri libri per la complessità nel terminare la trama unica, o per l'uso di espedienti di scelte come portare uno o un numero limitato di oggetti tra una decina di quelli proposti. Alcuni di questi libri sono dei seguiti di un paio di libri dalla serie originale e da quella 2000. In un caso (Weekend at Poison Lake) il lettore può vivere quattro trame principali diverse tra loro mantenendo l'ambientazione della storia.

Tutti i libri hanno le copertine illustrate da Craig White. Tutti i libri sono esauriti al momento e sono inediti in Italia.

Serie Piccoli brividi HorrorLand (2008–2011)

Serie Piccoli brividi La Galleria degli orrori (2011-2012)

«Entra e... te ne pentirai!»

(Slogan italiano della serie, Arnoldo Mondadori Editore.)


Altri libri su HorrorLand

Serie basata sui film (2015-2018)

Altri libri

Libri unici

Autobiografie (1997–1998)

Ristampe, raccolte ed edizioni internazionali

Ristampe
  • Goosebumps Presents
Vedi qui.
  • Ristampa serie originale 2003-2007
Dal 2003 al 2007, cinquantasette libri della serie originale ricevettero una nuova ristampa, aggiornandone le copertine, ma mantenendo i disegni originali di Jacobus. Quest'ultimo disegnò nuove copertine anche per Il mistero dello scienziato pazzo e La sfera di cristallo.
Solo cinque libri (Il fantasma del palcoscenico, La leggenda perduta, La casa dei lupi mannari, C'è qualcuno nel buio..., Un barattolo mostruoso Nº 4) non vennero ristampati, seppure tre di questi in seguito ricevettero delle ristampe (Il fantasma del palcoscenico su Classic Goosebumps, La casa dei lupi mannari in formato digitale e La leggenda perduta come parte di Goosebumps Retro Collector's Tins).
  • Classic Goosebumps
Dal maggio 2008 Scolastic pubblicò la serie Classic Goosebumps, ovvero una serie di ristampe delle precedenti serie di libri. Le copertine sono state completamente ridisegnato dall'artista Brandon Dorman, seguendo in molti casi e a esempio le copertine originali di Jacobus. Sono stati ristampati in Italia sempre da Arnoldo Mondadori Editore come Piccoli Brividi. Si tratta di una serie a rilascio costante, che attualmente ha raggiunto 36 volumi.
La ristampa mostra nuovi design di copertina basate su quelle originale, disegnate da Brandon Dorman. Inoltre, i primi ventidue libri contenevano un segmento chiamato "Behind the Screams" ("Dietro le urla"), che conteneva materiale bonus.
La serie è composta da 32 libri dalla serie originale[51], 3 dalla serie 2000[52] e uno dalla serie Give Yourself Goosebumps[53].
  • Ristampa serie Tales to Give You Goosebumps
Nel 1997 i primi tre libri della serie di racconti Tales to Give You Goosebumps vennero ristampati con un design di copertina che riflettesse quello del libro Il vampiro di ghiaccio e altri racconti, e senza merchandise allegato a questi.
Raccolte
  • Monster Blood Pack
La prima raccolta di storie di Piccoli Brividi, datata settembre 1995. Raccoglieva i primi tre libri della saga di Un barattolo mostruoso, con allegato un barattolino di slime verde.
  • Goosebumps Monster Edition
Quattro libri in cartonato che sono stati pubblicati tra il 1995 e il 1997. Ogni libro raccoglieva tre storie della serie originale. Nei libri avevano incorporato degli effetti speciali, un paio permettevano di illuminare gli occhi dei personaggi, l'altro paio emetteva suoni ad effetto simili a lamenti funebri appena aperta la copertina; in seguito questi due libri in particolare vennero ristampati nel 2003-2007. Le copertine sono opera di Tim Jacobus; tre mostravano Curly lo Scheletro e Drool come mascotte, intenti a leggere libri di Piccoli Brividi la notte.
I libri erano suddivisi così:
  • Il primo libro raccoglieva le prime storie della serie, escluso Un barattolo mostruoso (La casa della morte, Il mistero dello scienziato pazzo, Foto dal futuro). Datato ottobre 1995, aveva effetti sonori. Curly e Drool sono a letto sotto le coperte.
  • Il secondo raccoglieva le tre storie di Slappy il pupazzo (Il pupazzo parlante, Il pupazzo parlante Nº 2, Il pupazzo parlante Nº 3). Datato ottobre 1996, aveva effetti luminosi. Slappy è la mascotte di copertina, con un nuovo completo a scacchi giallo e viola, seduto a un banco in un'aula di scuola e agitando in aria la sua pagella con ottimi voti.
  • Il terzo raccoglieva storie con i campeggi e i campi estivi come ambientazione (Il campeggio degli orrori, Un mostro in vacanza, Ectoplasmi!). Datato maggio 1997, aveva effetti luminosi. Curly e Drool sono in cima a una casa sull'albero.
  • Il quarto raccoglieva storie di fantasmi (Il fantasma della porta accanto, La spiaggia degli spettri, I cani fantasma). Datato settembre 1997, aveva effetti sonori. Curly e Drool sono in un cimitero, poggiati di schiena contro la tomba dello scheletro.
  • Goosebumps Collection
Quattro libri in copertina rigida, poi tascabili, pubblicati tra il 2003 e il 2005 per l'edizione inglese. Anche qui ciascun libro raccoglie tre storie della serie originale, mentre uno raccoglie tre raccolte di storie brevi della serie Tales to Give You Goosebumps.
I libri erano suddivisi in:
  • The Campfire Collection, datato agosto 2003. Contiene le storie Il mistero del lago gelato, Ectoplasmi! e Il campeggio degli orrori. Di quest'ultimo, la copertina riprende quella originale sul dettaglio del personaggio di Sciabola.
  • Monster Blood Collection, datato agosto 2003. Contiene le storie di Un barattolo mostruoso. La copertina è nera e mostra Rivoli di melma verde (il Sangue di Mostro) colare dall'alto.
  • 30 Tales to Give You Goosebumps, datato luglio 2004. Contiene i racconti di Tales to Give You Goosebumps, La prima notte del lupo mannaro e altri racconti e La casa degli spiriti e altri racconti, con la copertina originale della prima raccolta.
  • Living Dummy Collection, gennaio 2005. Contiene le storie su Slappy, con quest'ultimo che si intravede lo sguardo attraverso uno squarcio sulla copertina rossa.
  • Goosebumps Bind-Up
Due libri in versione tascabile con copertina delle ristampe 2003-2007, datato novembre 2004, raccoglie al solito tre storie della serie originale.
I libri sono suddivisi in:
  • Hair-Raising Collection. Con la copertina del La casa della morte, contiene le prime storie della serie come la raccolta originale, eccetto che Un barattolo mostruoso sostituisce Foto dal futuro.
  • Vanishing Collection. Contiene le storie Foto dal futuro, Mano di mummia e 1, 2, 3... invisibile!, con copertina di quest'ultimo.
  • Goosebumps Retro Collector's Tins
Gruppi di cinque libri raccolti dentro contenitori in latta con decorazioni del franchise. Ne sono state rilasciate tre confezioni:
Omnibus di Scholastic di tre storie, pubblicato il 1° aprile 2006 e dedicato ai primi libri di tre serie di romanzi per ragazzi della casa editrice. Uno è La casa della morte per Piccoli Brividi, gli altri sono Chasing the Falconers della serie On the Run di Gordon Korman e L'invasione della serie Animorphs di K. A. Applegate.
Edizioni internazionali
  • Le edizioni inglesi di Give Yourself Goosebumps avevano le copertine coperte da una sostanza melmosa, fino al quattordicesimo libro quando questo particolare venne rimosso, ma anche le restanti copertine erano poco dettagliate rispetto all'edizione statunitense.

In altri media

Audiolibri

Curiosità

  • Durante gli anni '90, Stine ha rivelato diversi titoli di libri per la serie originale, che però non sono mai stati realizzati. Tra questi titoli includono: The Good, The Bad, And The Very Itchy, Feeding Frenzy e 43 Freakout Street[54].

Note

  1. ^ Logo del franchise dall'originale lingua inglese.
  2. ^ Piccoli brividi, su personaggi.ragazzimondadori.it. URL consultato il 15 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2014).
  3. ^ (EN) Goosebumps, su timjacobus.com, 15 aprile 2014. URL consultato il 15 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2014).
  4. ^ (EN) Tim Jacobus Biography, su timjacobus.com. URL consultato il 15 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2014).
  5. ^ Sito web ufficiale di Brandon Dorman.
  6. ^ Brandon Dorman illustration: bio, Brandondorman.com.
  7. ^ R.L. Stine - La casa della morte, su librimondadori.it. URL consultato il 15 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2014).
  8. ^ Un'illustrazione di RL Stine con alcune delle sue creazioni. Illustrazione tratta dalla copertina dell'autobiografia di Stine (It Came from Ohio!: My Life as a Writer).
  9. ^ Herbert N. Foerstel, Banned in the U.S.A.: A Reference Guide to Book Censorship in Schools and Public Libraries, Greenwood Press (2002), pag. 222.
  10. ^ Joyce M. Rosenberg, Goosebumps: So successful they're scary, in Lawrence Journal-World, 27 ottobre 1996.
  11. ^ Gary Westfahl, Science Fiction, Children's Literature, and Popular Culture: Coming of Age in Fantasyland, Greenwood Press (2000), pag. 44.
  12. ^ a b Tim Morris, You're Only Young Twice, University of Illinois Press (2000), pag. 69.
  13. ^ Get Goosebumps with R.L. Stine, in ChennaiOnline.
  14. ^ Tim Morris, You're Only Young Twice, University of Illinois Press (2000), pag. 68.
  15. ^ Tim Morris, You're Only Young Twice, University of Illinois Press (2000), pag. 70.
  16. ^ Diane G. Person & Bernice E. Cullinan, The Continuum Encyclopedia of Children's Literature, Continuum International Publishing Group (2005), pag. 707.
  17. ^ a b 'Goosebumps' writer R.L. Stine looks to his childhood for book ideas, in The Washington Post, Reuters, 4 settembre 2012.
  18. ^ (EN) R.L. Stine Explains How He Could Write An Entire 'Goosebumps' Book In 6 Days, in HuffPost Canada, 23 settembre 2014.
  19. ^ CNN - "RL Stine - A chat with the best seller children author" (28 ottobre 1999).
  20. ^ R. L. Stine, Where Do You Get Your Ideas?, Scholastic.
  21. ^ Tali Israeli, Author enjoys entertaining young readers, in News Transcript.
  22. ^ R.L. Stine – Part II, Reading Is Fundamental.
  23. ^ Lynn Neary, Goosebumps And Guffaws In Stine's 'HorrorLand', NPR, 31 ottobre 2008.
  24. ^ Amy Orndorff, He's Baaaack..., in The Washington Post, April 27, 2008.
  25. ^ Katie Aberbach, Invasion of the Books, in Express, 20 settembre 2012.
  26. ^ Template:Cite magazine
  27. ^ Brian Stelter, 'Goosebumps' Rises From the Literary Grave, 25 marzo 2008.
  28. ^ R.L. Stine, Library of Congress.
  29. ^ Joel H. Cohen, R. L. Stine, Lucent Books (1999), pag. 39.
  30. ^ a b Nightmare Room by R. L. Stine, KidsReads.com.
  31. ^ a b Biography, Timjacobus.com.
  32. ^ Patrick Jones, What's So Scary About R.L. Stine?, Scarecrow Press (1998), pag. 152-153.
  33. ^ Tim Morris, You're Only Young Twice, University of Illinois Press (2000), pag. 67.
  34. ^ Newsweek: More (Kidproof) Tales Of Terror.
  35. ^ Hal Marcovjtz, R. L. Stine, Chelsea House Publishers (2005), pag. 117.
  36. ^ "Scholastic Inc. -v- Parachute Press (Index No. 600512/99)"
  37. ^ Carolyn Crimi - Freelance: Short Stories.
  38. ^ Concept art iniziale di Lefty, Righty e Slim.
  39. ^ Gary Westfahl, Science Fiction, Children's Literature, and Popular Culture: Coming of Age in Fantasyland, Greenwood Press (2000), pag. 46.
  40. ^ Copertina del diciassettesimo libro di Give Yourself Goosebumps, Little Comic Shop of Horrors, disegnata da Mark Nagata.
  41. ^ Denise Gellene, Scaring Up Scads of Young Readers, in Los Angeles Times, 7 agosto 1996.
  42. ^ Publications, klance.com.
  43. ^ Patrick Jones, What's So Scary About R.L. Stine?, Scarecrow Press (1998), pag. 169.
  44. ^ Escape from the Carnival of Horrors, Gamebooks.org.
  45. ^ Mark Nagata, Discover Nikkei.
  46. ^ Mark Nagata, Gamebooks.org, 3 agosto 2004.
  47. ^ Craig White, Gamebooks.org.
  48. ^ Intervista all'illustratore Mark Nagata.
  49. ^ a b c Give Yourself Goosebumps, Gamebooks.org, 3 agosto 2004.
  50. ^ Copertina del terzo libro di Give Yourself Goosebumps Special Edition', Trapped in the Circus of Fea, illustrata da Craig White.
  51. ^ I Nº 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 9, 10, 11, 12, 14, 15, 16, 19, 20, 22, 23, 24, 27, 31, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39, 40, 48, 49 e 55.
  52. ^ I Nº 64, 73 e 83.
  53. ^ Il Nº 15.
  54. ^ "The Bumps", fan-site — "Ask R.L. Stine!", 16 marzo (archiviato).

Collegamenti esterni


Titolo originale Titolo italiano Data di rilascio originale Data di rilascio italiana
1 Welcome to Dead House La casa della morte Luglio 1992 Giugno 1994
2 Stay Out of the Basement Il mistero dello scienziato pazzo Luglio 1992 Giugno 1994
3 Monster Blood Un barattolo mostruoso Luglio 1992 Giugno 1994
4 Say Cheese and Die! Foto dal futuro Novembre 1992 Giugno 1994
5 The Curse of the Mummy's Tomb Mano di mummia Gennaio 1993 Giugno 1994
6 Let's Get Invisible 1, 2, 3... invisibile! Marzo 1993 Giugno 1994
7 Night of the Living Dummy Il pupazzo parlante Maggio 1993 Febbraio 1995
8 The Girl Who Cried Monster Al mostro! Al mostro! Maggio 1993 Febbraio 1995
9 Welcome to Camp Nightmare Il campeggio degli orrori Luglio 1993 Febbraio 1995
10 The Ghost Next Door Il fantasma della porta accanto Agosto 1993 Febbraio 1995
11 The Haunted Mask La maschera maledetta Settembre 1993 Febbraio 1995
12 Be Careful What You Wish For... La sfera di cristallo Ottobre 1993 Febbraio 1995
13 Piano Lessons Can Be Murder Il pianoforte impazzito Novembre 1993 Giugno 1995
14 The Werewolf of Fever Swamp Il lupo della palude Dicembre 1993 Giugno 1995
15 You Can't Scare Me! La notte dei mostri di fango Gennaio 1994 Giugno 1995
16 One Day at HorrorLand Una giornata particolare Febbraio 1994 Giugno 1995
17 Why I'm Afraid of Bees Un insopportabile ronzio Marzo 1994 Giugno 1995
18 Monster Blood II Un barattolo mostruoso Nº 2 Aprile 1994 Giugno 1995
19 Deep Trouble Terrore dagli abissi Maggio 1994 Gennaio 1996
20 The Scarecrow Walks at Midnight Spaventapasseri viventi Maggio 1994 Gennaio 1996
21 Go Eat Worms! Vendetta strisciante Luglio 1994 Gennaio 1996
22 Ghost Beach La spiaggia degli spettri Agosto 1994 Gennaio 1996
23 Return of the Mummy Il ritorno della mummia Settembre 1994 Gennaio 1996
24 Phantom of the Auditorium Il fantasma del palcoscenico Ottobre 1996 Gennaio 1996
25 Attack of the Mutant L'attacco del mutante Novembre 1994 Gennaio 1997
26 My Hairiest Adventure Un tragico esperimento Dicembre 1994 Gennaio 1997
27 A Night in Terror Tower I prigionieri della torre Gennaio 1995 Gennaio 1997
28 The Cuckoo Clock of Doom La pendola del destino Febbraio 1995 Gennaio 1997
29 Monster Blood III Un barattolo mostruoso Nº 3 Marzo 1995 Gennaio 1997
30 It Came from Beneath the Sink! Un mostro in cucina Aprile 1995 Gennaio 1997
31 Night of the Living Dummy II Il pupazzo parlante Nº 2 Maggio 1995 Settembre 1997
32 The Barking Ghost I cani fantasma Giugno 1995 Settembre 1997
33 The Horror at Camp Jellyjam Un mostro in vacanza Luglio 1995 Settembre 1997
34 Revenge of the Lawn Gnomes La vendetta degli gnomi Agosto 1995 Settembre 1997
35 A Shocker on Shock Street Gli orrori di Shock Street Settembre 1995 Settembre 1997
36 The Haunted Mask II La maschera maledetta Nº 2 Ottobre 1995 Settembre 1997
37 The Headless Ghost Il fantasma senza testa Novembre 1995 Gennaio 1998
38 The Abominable Snowman of Pasadena Il mostro delle nevi a Pasadena Dicembre 1995 Gennaio 1998
39 How I Got My Shrunken Head Una testa di mummia per me Gennaio 1996 Gennaio 1998
40 Night of the Living Dummy III' Il pupazzo parlante Nº 3 Febbraio 1996 Gennaio 1998
41 Bad Hare Day Magico inganno Marzo 1996 Maggio 1998
42 Egg Monsters from Mars Mostri dallo spazio Aprile 1996 Maggio 1998
43 The Beast from the East Il bosco dei mostri blu Maggio 1996 Maggio 1998
44 Say Cheese and Die — Again! Foto dal futuro Nº 2 Giugno 1996 Maggio 1998
45 Ghost Camp Ectoplasmi! Luglio 1996 Maggio 1998
46 How to Kill a Monster Minaccia nel fango Agosto 1996 Maggio 1998
47 Legend of the Lost Legend La leggenda perduta Settembre 1996 Agosto 1998
48 Attack of the Jack-O'-Lanterns Le zucche della vendetta Ottobre 1996 Agosto 1998
49 Vampire Breath Alito di vampiro Novembre 1996 Agosto 1998
50 Calling All Creeps! Metamorfosi totale Dicembre 1996 Agosto 1998
51 Beware, the Snowman Il mistero della caverna di ghiaccio Gennaio 1997 Gennaio 1999
52 How I Learned to Fly Il ragazzo volante Febbraio 1997 Gennaio 1999
53 Chicken Chicken Prigionieri di un incantesimo Marzo 1997 Marzo 1999
54 Don't Go to Sleep! Incubo al risveglio Aprile 1997 Marzo 1999
55 The Blob That Ate Everyone L'avventura del mostruoso blob Maggio 1997 Maggio 1999
56 The Curse of Camp Cold Lake Il mistero del lago gelato Giugno 1997 Maggio 1999
57 My Best Friend Is Invisible Un amico invisibile Luglio 1997 Giugno 1999
58 Deep Trouble II Terrore dagli abissi Nº 2 Agosto 1997 Giugno 1999
59 The Haunted School La scuola maledetta Settembre 1997 Agosto 1999
60 Werewolf Skin La casa dei lupi mannari Ottobre 1997 Agosto 1999
61 I Live in Your Basement! C'è qualcuno nel buio... Novembre 1997 Ottobre 1999
62 Monster Blood IV Un barattolo mostruoso Nº 4 Dicembre 1997 Ottobre 1999
Titolo originale Titolo italiano Data di rilascio originale Data di rilascio italiana
63 Cry of the Cat L'urlo del gatto Gennaio 1998 Novembre 1999
64 Bride of the Living Dummy Il pupazzo parlante Nº 4 Febbraio 1998 Novembre 1999
65 Creature Teacher Un mostro in cattedra Marzo 1998 Gennaio 2000
66 Invasion of the Body Squeezers: Part 1 L'invasione degli stritolatori (Prima parte) Aprile 1998 Gennaio 2000
67 Invasion of the Body Squeezers: Part 2 L'invasione degli stritolatori (Seconda parte) Aprile 1998 Aprile 2000
68 I Am Your Evil Twin Il gemello malefico Giugno 1998 Aprile 2000
69 Revenge R Us Io sono la vendetta Luglio 1998 Giugno 2000
70 Fright Camp Il villaggio del brivido Agosto 1998 Giugno 2000
71 Are You Terrified Yet? Sfide mortali Settembre 1998 Agosto 2000
72 Headless Halloween L'ultimo Halloween Ottobre 1998 Agosto 2000
73 Attack of the Graveyard Ghouls Morto ma non sepolto Novembre 1998 Ottobre 2000
74 Brain Juice Una spremuta speciale Dicembre 1998 Ottobre 2000
75 Return to HorrorLand Ritorno a Horrorland Gennaio 1999 Gennaio 2001
76 Jekyll and Heidi Jekyll e Heidi Febbraio 1999 Gennaio 2001
77 Scream School Il re dell'orrore Marzo 1999 Marzo 2001
78 The Mummy Walks La mummia è tornata Aprile 1999 Marzo 2001
79 The Werewolf in the Living Room Il licantropo Maggio 1999 Maggio 2001
80 Horrors of the Black Ring L'anello maledetto Giugno 1999 Maggio 2001
81 Return to Ghost Camp Terrore al campeggio Luglio 1999 Luglio 2001
82 Be Afraid — Be Very Afraid! Tremate! Agosto 1999 Luglio 2001
83 The Haunted Car La macchina stregata Settembre 1999 Settembre 2001
84 Full Moon Fever Febbre di plenilunio Ottobre 1999 Settembre 2001
85 Slappy's Nightmare L'incubo di Slappy Novembre 1999 Ottobre 2001
86 Earth Geeks Must Go! I terrestri senza memoria Dicembre 1999 Ottobre 2001
87 Ghost in the Mirror Il fantasma nello specchio Gennaio 2000 Gennaio 2002
Titolo originale Titolo italiano Racconti in originale Racconti in italiano Data di rilascio originale Data di rilascio italiana
1 Tales to Give You Goosebumps
  1. The House of No Return
  2. Teacher's Pet
  3. Strained Peas
  4. Strangers in the Woods
  5. Good Friends
  6. How I Won My Bat
  7. Mr. Teddy
  8. Click
  9. Broken Dolls
  10. A Vampire in the Neighborhood
  1. La casa del non ritorno[1]
  2. Il capanno nel bosco[1]
  3. La nuova sorellina[1]




  4. Il telecomando[1][2]


Ottobre 1994
2 More Tales to Give You Goosebumps La prima notte del lupo mannaro e altri racconti
  1. The Werewolf's First Night
  2. P.S. Don't Write Back
  3. Something Fishy
  4. You Gotta Believe Me!
  5. Suckers!
  6. Dr. Horror's House of Video
  7. The Cat's Tale
  8. Shell Shocker
  9. Poison Ivy
  10. The Spirit of the Harvest Moon
  1. La prima notte del lupo mannaro
  2. P.S. Non rispondere
  3. Acqua fresca
  4. Dovete credermi!
  5. Vermicelli
  6. I film del Dottor Horror
  7. La storia della gatta
  8. Conchiglie
  9. L'edera velenosa
  10. Lo spirito del plenilunio di settembre
Luglio 1995 Giugno 1998
3 Even More Tales to Give You Goosebumps La casa degli spiriti e altri racconti
  1. The Haunted House Game
  2. The Chalk Closet
  3. Home Sweet Home
  4. Don't Wake Mummy
  5. I'm Telling!
  6. Change for Strange
  7. The Perfect School
  8. For the Birds
  9. Aliens in the Garden
  10. The Thumbprint of Doom
  1. La casa degli spiriti
  2. Lo stanzino di gesso
  3. La vendetta del ragno
  4. Non svegliate la mummia
  5. Ti faccio la spia!
  6. Cambio strambo
  7. Il collegio perfetto
  8. Uccelli
  9. Alieni in giardino
  10. L'impronta del destino
Giugno 1996 Maggio 1999
4 Still More Tales to Give You Goosebumps
  1. Pumpkin Juice
  2. Attack of the Tattoo
  3. The Wish
  4. An Old Story
  5. The Scarecrow
  6. Awesome Ants
  7. Please Don't Feed the Bears
  8. The Goblin's Glare
  9. Bats About Bats
  10. The Space Suit Snatcher



  1. Una vecchia storia[1]

  2. Formiche formidabili[1]




Settembre 1996
5 More & More Tales to Give You Goosebumps
  1. The Haunted Guitar
  2. Tune in Tomorrow
  3. Live Bait
  4. Something Strange About Marci
  5. The Ghost Sitter
  6. Fun With Spelling
  7. Matt's Lunch Box
  8. Stuck in 1957
  9. Mirror Mirror on the Wall
  10. What's Cooking?










Giugno 1997
6 More & More & More Tales to Give You Goosebumps Il vampiro di ghiaccio e altri racconti
  1. The Ice Vampire
  2. Nutcracker Nightmare
  3. Don't Sit on the Gronk
  4. A Holly Jolly Holiday
  5. Why I Hate Jack Frost
  6. Marshmallow Surprise
  7. Monster on the Ice
  8. The Double-Dip Horror
  9. Santa's Helpers
  10. Attack of the Christmas Present
  1. Il vampiro di ghiaccio
  2. L'incubo dello "Schiaccianoci"
  3. Non sedetevi sul Gronk
  4. Una festa di grande gioia
  5. Perché odio lo gnomo del gelo
  6. Sorpresa alla gelatina
  7. Il mostro dei ghiacci
  8. Orrore con doppia guarnitura
  9. Gli aiutanti di Babbo Natale
  10. L'assalto del regalo di Natale
Ottobre 1997 Ottobre 1998
Titolo originale Titolo italiano Racconti in originale Racconti in italiano Data di rilascio originale Data di rilascio italiana
1 Three Shocking Tales of Terror: Book 1 Nonna fantasma e altri racconti
  1. Ghost Granny
  2. Spin the Wheel of Horror
  3. Teenage Sponge Boys from Outer Space
  1. Nonna fantasma
  2. La ruota dell'orrore
  3. I ragazzi di spugna
Ottobre 1997 Ottobre 1999
2 Three Shocking Tales of Terror: Book 2 La scuola dei mostri e altri racconti
  1. Ghoul School
  2. The Revenge
  3. The Mummy with My Face
  1. La scuola dei mostri
  2. La vendetta
  3. Le mummie viventi
Maggio 1998 Ottobre 2000
Titolo originale Titolo italiano Data di rilascio originale Data di rilascio italiana
1 Escape from the Carnival of Horrors Luglio 1995
2 Tick Tock, You're Dead! Novembre 1995
3 Trapped in Bat Wing Hall Il club dell'orrore Dicembre 1995 1996
4 The Deadly Experiments of Dr. Eeek Febbraio 1996
5 Night in Werewolf Woods Aprile 1996
6 Beware of the Purple Peanut Butter Giugno 1996
7 Under the Magician's Spell Luglio 1996
8 The Curse of the Creeping Coffin Agosto 1996
9 The Knight in Screaming Armor Il cavaliere malefico Settembre 1996 Ottobre 1998
10 Diary of a Mad Mummy Diario di una mummia impazzita Ottobre 1996 1997
11 Deep in the Jungle of Doom Nella giungla del terrore[3] Novembre 1996
12 Welcome to the Wicked Wax Museum Dicembre 1996
13 Scream of the Evil Genie Il genio del male Gennaio 1997 1997
14 The Creepy Creations of Professor Shock Le invenzioni sinistre del Professor Shock[3] Febbraio 1997
15 Please Don't Feed the Vampire! Marzo 1997
16 Secret Agent Grandma Aprile 1997
17 Little Comic Shop of Horrors Maggio 1997
18 Attack of the Beastly Babysitter Giugno 1997
19 Escape from Camp Run-For-Your-Life Luglio 1997
20 Toy Terror: Batteries Included Il giocattolo terrificante: batterie incluse[3] Agosto 1997
21 The Twisted Tale of Tiki Island Settembre 1997
22 Return to the Carnival of Horrors Ottobre 1997
23 Zapped in Space Novembre 1997
24 Lost in Stinkeye Swamp Dicembre 1997
25 Shop Till You Drop...Dead! Gennaio 1998
26 Alone in Snakebite Canyon Marzo 1998
27 Checkout Time at the Dead-End Hotel Aprile 1998
28 Night of a Thousand Claws Giugno 1998
29 Invaders from the Big Screen Luglio 1998
30 You're Plant Food! Settembre 1998
31 The Werewolf of Twisted Tree Lodge Novembre 1998
32 It's Only a Nightmare! Dicembre 1998
33 It Came from the Internet Febbraio 1999
34 Elevator to Nowhere Marzo 1999
35 Hocus-Pocus Horror Aprile 1999
36 Ship of Ghouls Maggio 1999
37 Escape from Horror House Luglio 1999
38 Into the Twister of Terror Agosto 1999
39 Scary Birthday to You! Settembre 1999
40 Zombie School Novembre 1999
41 Danger Time Gennaio 2000
42 All-Day Nightmare Febbraio 2000
Titolo originale Data di rilascio originale
1 Into the Jaws of Doom Febbraio 1998
2 Return to Terror Tower Maggio 1998
3 Trapped in the Circus of Fear Agosto 1998
4 One Night in Payne House Ottobre 1998
5 The Curse of the Cave Creatures Gennaio 1999
6 Revenge of the Body Squeezers Giugno 1999
7 Trick or...Trapped! Ottobre 1999
8 Weekend at Poison Lake Dicembre 1999
Titolo originale Titolo italiano Data di rilascio originale Data di rilascio italiana
1 Revenge of the Living Dummy La vendetta di Badboy Aprile 2008 Agosto 2008
2 Creep from the Deep Brividi dagli abissi Aprile 2008 Agosto 2008
3 Monster Blood for Breakfast! Sangue di mostro per colazione Maggio 2008 Ottobre 2008
4 The Scream of the Haunted Mask L'urlo della maschera maledetta Agosto 2008 Ottobre 2008
5 Dr. Maniac vs. Robby Schwartz Il diabolico Dottor Maniac Ottobre 2008 Maggio 2009
6 Who's Your Mummy? Le mummie viventi Gennaio 2009 Maggio 2009
7 My Friends Call Me Monster Gli amici mi chiamano Mostro Gennaio 2009 Agosto 2009
8 Say Cheese — and Die Screaming! Sorridi... e preparati a morire! Marzo 2009 Agosto 2009
9 Welcome to Camp Slither Brivido strisciante Aprile 2009 Aprile 2010
10 Help! We Have Strange Powers! Ti leggo nel pensiero Aprile 2009 Aprile 2010
11 Escape from HorrorLand Il labirinto della mezzanotte Giugno 2009 Settembre 2010

Piccoli Brividi (film)[modifica | modifica wikitesto]



Serie originale Riferimenti
La casa della morte La Casa della Morte tratta dalla copertina originale del libro disegnata da Tim Jacobus appare nella sequenza animata dei titoli di coda. In Goosebumps: The Game, la casa del protagonista si trasforma nella Casa della Morte, i traslocatori menzionano degli zombi (forse facendo riferimento ai morti viventi del libro), appare il manoscritto del libro e un obiettivo/trofeo del gioco fa riferimento al titolo dello stesso che è ottenibile quando il giocatore vede per la prima volta la casa da fuori.
  1. ^ a b c d e f Il titolo di questo racconto è stato tradotto in italiano nella serie TV.
  2. ^ L'episodio della serie TV presenta un secondo titolo italiano, Cliccare.
  3. ^ a b c Il titolo di questo racconto è stato tradotto in italiano nel videogioco Goosebumps HorrorTown.