Utente:Graziano D'Urso/Sandbox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Graziano D'Urso (Catania, 30/03/1990 - ...), è un baritono italiano[1].

Bio[modifica | modifica wikitesto]

Tascadoro in "L'Amante Burlato" di Paolo Altieri, maggio 2017

Studia Canto Lirico presso l'Istituto musicale Vincenzo Bellini di Catania col tenore Filippo Piccolo e canta da baritono nel Coro Lirico Siciliano dal settembre 2015 al maggio 2017 partecipando a tournée estere (come il Festival di Macao, produzioni per il Grand Theatre di Tianjin e Harbin e per il Festival Oper Schenkenberg in Svizzera[2]).

A partire dal maggio 2017 è rappresentato dall'Agenzia Lirica "Opera Stage" di Paulina Abber[3] e debutta al Teatro Sangiorgi di Catania con un intermezzo buffo in due atti del compositore partenopeo Paolo Altieri: "L'Amante Burlato" nel ruolo di Tascadoro, direzione artistica di Salvatore Carchiolo, regia di Giovanni Grasso, orchestra barocca dell'I.M.V.B.[4]. Alla intensa attività concertistica da solista (esibendosi tra l'altro al Teatro Greco di Catania)[5], iniziata nel dicembre 2014[6], accompagna la carriera operistica con repertori che vanno dal Barocco, al Romantico al Verista, curando una vocalità da Baritono Lirico-Spinto: è Moralés nella "Carmén" di Georges Bizet nel luglio e agosto 2017, produzione del Mythos Opera Festival a Siracusa, direzione artistica di Mirco Roverelli e regia di Enrico Stinchelli[7]. Nel settembre successivo è al Palazzo Francica Nava di Siracusa Gordiano, un Servitore e Re Atrace nella selezione di scene dagli intermezzi barocchi de "Dalla padella alla bragia", "L'Adalinda" di Pier Simone Agostini e "L'Empio Punito" di Alessandro Melani, direzione artistica di Luca Ambrosio. È Renato ne "Un Ballo in Maschera" di Giuseppe Verdi nell'ottobre e novembre successivi in Romania, Germania e Austria, produzione della Compagnia d'Opera Italiana di Milano, direzione artistica di Traian Ichim, regia di Corinna Boskovsky, coro e orchestra della Brasov Opera. E' Seid nel "Corsaro" di Giuseppe Verdi nell'aprile 2018 a Piacenza, in occasione della stagione concertistica della presentazione delle opere in stagione della Fondazione Teatri Piacenza, Marco Beretta maestro al pianoforte[8].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla vocazione musicale (studia chitarra classica dall'età di undici anni, poi chitarra moderna e direzione d'orchestra)[9] è iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Catania. È Presidente della Consulta Giovanile del Comune di Aci Castello[10] e del locale circolo A.I.D.O.[11] Svolge attività di ricerca storiografica per conto dell'Associazione "Centro Studi Acitrezza"[12]. È vegetariano dall'Ottobre 2014[13].

  1. ^ Graziano D'Urso, su www.operabase.com. URL consultato il 9 settembre 2017.
  2. ^ (DE) Oper Schenkenberg – Coro Lirico Siciliano, su www.operschenkenberg.ch. URL consultato il 9 settembre 2017.
  3. ^ Administrator, Graziano D'Urso, su www.opera-stage.com. URL consultato il 9 settembre 2017.
  4. ^ BELLININEWS - RECENSIONI, su www.bellininews.it. URL consultato il 9 settembre 2017.
  5. ^ Teatro Massimo Bellini, su www.facebook.com. URL consultato il 9 settembre 2017.
  6. ^ Curriculum Artistico, su grazianodursocurriculum.blogspot.it. URL consultato il 9 settembre 2017.
  7. ^ Redazione Corriere, Carmen, su Corriere dello Spettacolo, 22 luglio 2017. URL consultato il 9 settembre 2017.
  8. ^ RISULTATI AUDIZIONI IN...CANTO D'OPERA 2017/2018, in Fondazione Teatri di Piacenza. URL consultato il 9 settembre 2017.
  9. ^ Altre Esperienze Musicali, su grazianodursocurriculum.blogspot.it. URL consultato il 9 settembre 2017.
  10. ^ GRAZIANO D'URSO NEO PRESIDENTE DELLA CONSULTA GIOVANILE ACICASTELLESE | Laspiapress, su laspiapress.com. URL consultato il 9 settembre 2017.
  11. ^ Attività per il Sociale, su grazianodursocurriculum.blogspot.it. URL consultato il 9 settembre 2017.
  12. ^ La vera Storia di Acitrezza, su laverastoriadiacitrezza.blogspot.it. URL consultato il 9 settembre 2017.
  13. ^ Svolta Veg*, su grazianodursocurriculum.blogspot.it. URL consultato il 9 settembre 2017.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]