Utente:Delehaye/Sandbox Eccidi/Stragi naziste in Campania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 40°50′36.7″N 14°15′02.9″E / 40.843528°N 14.250806°E40.843528; 14.250806

Strage di ?
Strage
didascalia
LuogoNapoli
StatoItalia Italia
ProvinciaProvincia di Napoli
CircondarioCircondario (Regno d'Italia)
MandamentoMandamento (diritto)
ComuneNapoli
Arma
ResponsabiliWar ensign of Germany (1938–1945).svg Heer (Wehrmacht) del Großdeutsches Reich
Motivazionerappresaglia
Conseguenze
Morti22
Feriti0
Dispersi0
Sopravvissuti0

«Testo.»

(Didascalia)

La/L' strage/eccidio di ???, o più correttamente strage/eccidio di ???, fu perpetrata dalle truppe tedesche naziste dell'Heer della Wehrmacht in Italia il 12 settembre 1943, nel territorio del Comune di ??? (NA).

Fu un crimine contro l'umanità ed un crimine di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dai tedeschi in Italia durante la seconda guerra mondiale; la cifra totale delle vittime è di ?? uccisi, di cui ?? donne e ?? minori.

Gli antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 1943 le truppe Alleate, soprattutto britanniche e statunitensi, in guerra dal 10 giugno 1940 con il Regno d'Italia, alleato, tramite l'Asse Roma-Berlino (24 ottobre 1936), il Patto d'Acciaio (22 maggio 1939) ed il Patto tripartito (27 settembre 1940), della Germania nazista nella seconda guerra mondiale, scoppiata il 1º settembre 1939, sbarcarono in Sicilia con l'Operazione Husky, dopo la presa di Pantelleria (11 giugno 1943), di Lampedusa (12 giugno), di Linosa (13 giugno) e di Lampione (14 giugno) con l'Operazione Corkscrew.

Dopo la completa débâcle militare italiana, nella Campagna di Russia (24 marzo 1943) e nella Campagna del Nordafrica (13 maggio 1943), nella notte tra il 24 ed 25 luglio 1943 il Gran Consiglio del fascismo discusse e votò l'ordine del giorno Grandi, sfiduciando il Duce Benito Mussolini, che venne destituito della carica di Capo del governo primo ministro segretario di Stato (sostituito col Maresciallo d'Italia Pietro Badoglio) ed arrestato (25 luglio), trasferito prima a Ponza (27 luglio), poi a La Maddalena (7 agosto) ed in ultimo a Campo Imperatore (27 agosto), liberato poi il 12 settembre 1943 da un commando tedesco con l'Operazione Quercia (in tedesco: Unternehmen Eiche).

Il Führer-Reichskanzler del Großdeutsches Reich, Adolf Hitler, preoccupato di uno sfilamento del Regno d'Italia dagli accordi firmati e dal continuo dell'alleanza, concludendo una pace separata

, che venne di conseguenza privato di ogni autorità ed arrestato su ordine del Re, che diede poi incarico al maresciallo Badoglio di formare il nuovo governo. 

Il crollo del fascismo generò timori in Hitler, preoccupato che l'Italia venisse meno all'alleanza concludendo una pace separata: tali sospetti si rivelarono fondati, dal momento che il governo Badoglio intavolò segretamente confuse e convulse trattative con gli alleati nell'intento di ottenere un armistizio. Il giorno 3 settembre a Cassibile, in provincia di Siracusa, il generale di brigata Giuseppe Castellano, rappresentante del governo e del comando supremo militare, ed il generale Walter Bedell Smith, capo di Stato Maggiore di Eisenhower, firmarono l'armistizio: da quel momento l'Italia, rotta ufficialmente l'alleanza con la Germania nazista, si impegnava a proseguire la guerra a fianco degli anglo-americani per liberare il paese dall'occupazione tedesca; di fatto era nata una nuova alleanza militare, che offriva la possibilità di riscattarsi dalla guerra intrapresa dal precedente regime e di ottenere, alla fine del conflitto, concreti vantaggi nelle trattative di pace. La firma dell'armistizio fu resa nota al popolo italiano dal maresciallo Badoglio verso le ore 20 dell'O settembre, in quanto gli alleati avevano programmato per quella data lo sbarco nella baia di Salerno e preferito, pertanto, rinviare di qualche giorno il relativo annunzio contando sul fatto che la sorpresa avrebbe contribuito a gettare lo scompiglio nei comandi tedeschi. Il giorno successivo il Re ed i massimi esponenti del paese lasciarono Roma alla volta di Pescara e qui si imbarcarono per Brindisi, ove non erano presenti né truppe germaniche né e forze alleate. I responsabili del governo, benché certi di una violenta reazione dei tedeschi all'annunzio dell'armistizio, abbandonarono la capitale senza lasciare ordini precisi né alle truppe di stanza in Italia né a quelle dislocate in Francia e nei Balcani:le truppe stanziate nel paese, prive di direttive, erano ormai allo sbando e furono facilmente disarmate dalle forze tedesche calate nella penisola; la flotta, salpata da La Spezia, si consegnò agli alleati, come stabilito dalle clausole dell'armistizio, e l'aviazione si trasferì quasi interamente nelle basi siciliane. L'invasione della penisola italiana da parte delle truppe alleate, che aveva avuto inizio il 3 settembre, allorquando, con l'appoggio dell'artiglieria navale, due divisioni dell'Ottava Armata britannica avevano attraversato lo stretto di Messina, debolmente contrastate dalle retroguardie tedesche, stabilendo una testa di ponte attorno a Reggio Calabria, proseguì nei giorni successivi. Il giorno 9 settembre la Marina britannica sbarcò la prima divisione aereotrasportata direttamente nel porto di Taranto, grande base navale che, in conseguenza dell'annunciato armistizio, cadde in mano alleata senza combattere; il giorno 12 L'Ottava Armata si impadronì di altri due importanti porti sull'Adriatico, Bari e Brindisi, nonché di dieci aeroporti. Nella notte tra l'8 ed il 9 settembre era scattata anche l'operazione "Avalanche", ossia lo sbarco a Salerno finalizzato all'occupazione del golfo salernitano e del porto di Napoli, ed anche tale impresa, rivelatasi difficile e rischiosa a causa dell'inaspettata resistenza opposta dai tedeschi e del mancato appoggio dell'esercito italiano, era stata coronata dal successo grazie al decisivo intervento della "Mediterranean Fleet" che era riuscita a piegare la tenace resistenza nemica con il fuoco delle artiglierie navali. Nei giorni successivi l'Ottava Armata britannica iniziò a risalire la penisola, occupando la Calabria e le Puglie; il 16 settembre le sue avanguardie si congiunsero con l'ala destra delle forze della Quinta Armata che erano sbarcate a Salerno; il 29 settembre l'Ottava Annata occupò Foggia, mentre il 1° ottobre la Quinta Armata entrò in Napoli, donde era appena iniziata la ritirata della Wehrmacht a seguito di una insurrezione popolare protrattasi per quattro giornate (28 settembre-I0 ottobre); per effetto di essa i tedeschi, nonostante la dura repressione, non erano" stati in grado di conservare il controllo del capoluogo, trovandosi di fronte non solo soldati rifiutatisi di consegnare le armi ma anche civili organizzatisi in una disperata resistenza. - -Nella sua prima parte la campagna d'Italia era stata, dunque, un netto successo in quanto i due obiettivi principali -il porto di Napoli e l'aeroporto di Foggia- erano stati conquistati e le truppe anglo-americane avevano avanzato di trecento chilometri in sole tre settimane. Durante il mese di settembre si verificarono altri due eventi importanti: Mussolini, liberato il giorno 12 dalla prigione del Gran Sasso da un reparto di paracadutisti tedeschi e da uomini delle SS al comando del maggiore Skorzeny, fu condotto in Germania e, dopo i colloqui politici avuti con il Fuhrer, annunciò la costituzione della Repubblica Sociale Italiana, che venne a contrapporsi al Regno del Sud, con capitale a Brindisi, originando la delicata questione della legittimità dei due governi; il giorno 29 il maresciallo Badoglio incontrò a Malta il generale Eisenhower e firmò un armistizio lungo, con il quale furono aggiunte alcune clausole di carattere politico, finanziario ed economico, compresa quella della resa incondizionata, al testo firmato in precedenza, quindi cominciò ad organizzare la partecipazione militare alla guerra a fianco degli alleati. Il successivo sviluppo della guerra in Italia fu influenzato da due fattori fondamentali: uno legato alla particolare conformazione della penisola italiana, l'altro agli orientamenti strategici degli avversari. L'Italia è percorsa in tutta la sua lunghezza dalla catena degli Appennini e qualunque invasore che intendesse risalirla combattendo era costretto a superare una serie di ostacoli rappresentati da asperità montuose, fiumi, crepacci, valli e scarpate. Quanto alle concezioni strategiche, i tedeschi miravano a tenere gli alleati lontano dalle frontiere della Germania il più a lungo possibile, impegnando tutte le truppe disponibili senza indebolire altri fronti: questa era la visione del generale Kesselring, il quale, una volta ottenuto il consenso del Comando Supremo e di Hitler (che aveva inizialmente aderito al disegno di Rommel di far arretrare le linee fino ali ' Appennino settentrionale -la futura linea Gotica- dando per perduta tutta l'Italia centro-meridionale, fin dall'estate del 1943) la seguì con tenacia e coraggio, disponendo che tutti gli ostacoli naturali venissero trasformati in potenti apprestamenti difensivi che gli alleati avrebbero dovuto superare uno ad uno per risalire la penisola. Il disegno strategico degli alleati era invece più confuso, anche per le divergenze di vedute tra i due Stati Maggiori, giacché gli inglesi consideravano il teatro di guerra italiano come principale, mentre gli americani, giudicandolo di secondaria importanza e, comunque, subordinato allo sforzo principale, che avrebbe dovuto essere lo sbarco in Normandia previsto per la primavera del 1944, intendevano impiegare sul fronte italiano solo le truppe già presenti sul territorio. Il risultato fu una strategia di compromesso, che finì per protrarre la campagna d'Italia fino al 1945, imponendo agli alleati di risalire lentamente la penisola. Dopo la liberazione di Napoli, le truppe germaniche, che erano state costrette dalla popolazione ad abbandonare le loro posizioni prima dell'arrivo degli alleati, arretrarono rapidamente sino ai monti e si schierarono sul fiume Volturno con l'intenzione di contrastare efficacemente la marcia degli angloamericani, in modo da poter terminare i rinforzi dalla linea difensiva predisposta lungo le alture che circondavano Cassino -la cosiddetta "linea Gustav"- e raggiungere, nel contempo, altri due importanti obiettivi, ossia ritardare l'avanzata su Roma e tenere lontani gli alleati dalle frontiere tedesche.

I fatti[modifica | modifica wikitesto]

  • Omicidio: uccisione di 1 persona
  • Eccidio: uccisione da 2 a 4 persone
  • Strage: uccisione di 5 persone e oltre

Le vittime[modifica | modifica wikitesto]

Nominativo Nato a Nato il Anni alla morte Sesso Professione Note
1 Nominativo ? ??.??.19?? ? M contadino -
1 Nominativo ? ??.??.19?? ? F contadina -

(Masseria Marsella di Monte Carmignano, 13 ottobre)

  • Albanese Antonio, contadino, anni 14
  • D’Agostino Francesco, contadino, anni 39
  • D’Agostino Orsola, contadina, anni 73
  • Insero Angela, contadina, anni 34
  • Massadoro Raffaele, contadino, anni 26
  • Massadoro Vito, contadino, anni 28
  • Perrone Nicola, contadino, anni 37

(Masseria Albanese, 13 ottobre)

  • Albanese M. Angela, contadina, anni 20
  • Albanese Maria, contadina, anni 18
  • Albanese Elena, contadina, anni 16
  • Albanese Angelina, scolara, anni 12
  • D’Agostino Saverio, contadino, anni 12
  • D’Agostino Antonio, contadino, anni 10
  • D’Agostino Orsola, scolara, anni 8
  • D’Agostino Carmela, scolara, anni 6
  • Di Sorbo Anna, contadina, anni 34
  • Palumbo Raffaele, contadino, anni 47
  • Perrone Giuseppe, contadino, anni 12
  • Perrone Antonetta, scolara, anni 9
  • Perrone Margherita, scolara, anni 6
  • Perrone Elena, anni 3
  • Santabarbara Orsola, contadina, anni 63
Nominativo Nato a Nato il Anni alla morte Sesso Professione Note
1 Francesco D'Agostino ? ??.??.19?? 39 M contadino marito di Angela Insero, padre di Antonio, Carmela, Orsola, Saverio D'Agostino
presentava ferite d'arma da fuoco
2 Orsola D'Agostino
in Massadoro
? ??.??.186? 73 F contadina madre di Raffaele, Vito Massadoro
presentava ferite d'arma da fuoco e ferite d'arma da taglio al fianco
3 Anna Di Sorbo
in Perrone
? ??.??.190? 34 F contadina moglie di Nicola Perrone, madre di Antonietta, Elena, Giuseppe, Margherita Perrone
presentava ferite d'arma da fuoco
4 Raffaele Massadoro ? ??.??.191? 26 M contadino figlio di Orsola D'Agostino
presentava ferite d'arma da fuoco
5 Vito Massadoro ? ??.??.191? 28 M contadino figlio di Orsola D'Agostino
presentava ferite d'arma da fuoco e ferite d'arma da taglio al fianco
6 Raffaela Palumbo
in Albanese
? ??.??.189? 47 F contadina madre di Angelina, Antonio, Elena, Maria, Mariangela Albanese
presentava ferite d'arma da fuoco
7 Nicola Perrone ? ??.??.190? 37 M contadino marito di Anna Di Sorbo, padre di Antonietta, Elena, Giuseppe, Margherita Perrone
presentava ferite d'arma da fuoco
8 Angelina Albanese ? 05.03.1931 12 F studentessa figlia di Raffaela Palumbo
9 Antonio Albanese ? 08.03.1929 14 M contadino figlio di Raffaela Palumbo
10 Elena Albanese ? 14.02.1927 16 F contadina figlia di Raffaela Palumbo
presentava ferita da arma da taglio dalla nuca all'anca, cranio fracassato, violentata avendo le mutandine abbassate
11 Maria Albanese ? 22.05.1925 18 F contadina figlia di Raffaela Palumbo
presentava ferite d'arma da fuoco
12 Mariangela Albanese ? 22.09.1923 20 F contadina figlia di Raffaela Palumbo
era incinta del 5° mese
presentava ferite d'arma da fuoco
13 Angela Insero
in D'Agostino
? 28.05.1909 34 F contadina moglie di Francesco D'Agostino, madre di Antonio, Carmela, Orsola, Saverio D'Agostino
presentava ferita d'arma da fuoco alla gola e ferita d'arma da taglio alla testa
14 Antonio D'Agostino ? 30.05.1933 10 M contadino figlio di Francesco D'Agostino e Angela Insero
presentava ferite d'arma da fuoco
15 Carmela D'Agostino ? 27.09.1936 07 F studentessa figlia di Francesco D'Agostino e Angela Insero

presentava ferite d'arma da fuoco ed una gamba amputata ritrovata solo alcuni giorno dopo
16 Orsola D'Agostino ? 02.09.1935 08 F studentessa figlia di Francesco D'Agostino e Angela Insero
17 Saverio D'Agostino ? 04.12.1931 11 M contadino figlio di Francesco D'Agostino e Angela Insero
presentava ferite d'arma da fuoco
18 Elena Perrone ? 30.02.1939 04 F bambina figlia di Nicola Perrone e Anna Di Sorbo
presentava ferite d'arma da fuoco
19 Margherita Perrone ? 19.02.1937 06 F studentessa figlia di Nicola Perrone e Anna Di Sorbo
presentava ferite d'arma da fuoco
20 Antonietta Perrone ? 07.07.1934 09 F studentessa figlia di Nicola Perrone e Anna Di Sorbo
presentava ferite d'arma da fuoco
21 Giuseppe Perrone ? 10.10.1931 12 M contadino figlio di Nicola Perrone e Anna Di Sorbo
presentava ferite d'arma da fuoco
22 Orsola Santabarbara in D'Agostino ? 03.10.1880 63 M contadina madre di Francesco D'Agostino, suocera di Angela Insero, nonna di Antonio, Carmela, Orsola, Saverio D'Agostino
presentava ferite d'arma da fuoco

I responsabili[modifica | modifica wikitesto]

Le truppe tedesche che si trovavano in zona al momento del massacro/eccidio erano le seguenti:

  •  ???

Catena di Comando[modifica | modifica wikitesto]

La catena di comando da cui determinare responsabilità di comando è la seguente:

CAIAZZO:

  • Niebisch
  • altro soldato
  • Edmund Lella
  • Wilhelm May
  • Eduard Sikorski
  • Harald Thieke
  • Theophil Ligmanowski
  • Martin Richter

facenti parte del:

Il processo[modifica | modifica wikitesto]

Nessun processo è stato...

Sentenza della Corte di Assise di Santa Maria Capua Vetere n° 3/94 del Registro Generale del 25 ottobre 1994

http://www.icsm.it/articoli/documenti/processi.html

Gli altri Omicidi/Eccidi/Stragi in Campania[modifica | modifica wikitesto]

L'elenco degli eccidi principali comprende nella sola Campania[1]:

http://www.anpibrindisi.it/archivio-storico/rappresaglia-nazista-ed-episodi-di-resistenza-nell%E2%80%99agro-atellano-e-aversano-dopo-l%E2%80%998-settembre-del-%E2%80%9843/

http://www.metarchivi.it/biografie/p_bio_vis.asp?id=1253

https://www.forum-der-wehrmacht.de/index.php?thread/402-feldp-nr-54411/

http://www.balsi.de/Weltkrieg/Einheiten/Heer/Heeresgruppen/C-HG-Startseite.htm

http://www.straginazifasciste.it/wp-content/uploads/schede/Alvignano4_CE.pdf

http://www.dalvolturnoacassino.it/asp/doc.asp?id=263b

http://194.242.233.149/ortdb/HinweiseDB.html

https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&q=Flak-Regiment+49

Denominazione Tipologia Località Comune Provincia Regione Data n° Vittime Responsabili Note
? ? Omicidio(1)
Eccidio(2/4)
Strage(≥5)
? Napoli NA Campania 12.09.1943 ? ? -
1 Eccidio di Nola Strage ? Nola NA Campania 10-11.09.1943 11 Panzer-Division "Hermann Göring" -
2 ? Eccidio Scalinata principale d'ingresso del Palazzo della Borsa in Piazza Borsa Napoli NA Campania 12.09.1943 4 ? -
3 ? Omicidio Scalinata principale d'ingresso dell'Università degli Studi di Napoli in Corso Umberto Napoli NA Campania 12.09.1943 1 ? -
4 ? Strage Rifugio antiaereo di un palazzo in Piazza Borsa Napoli NA Campania 12.09.1943 18 ? -
5 Strage di Fertilia-Teverola Strage ? Teverola CE Campania 13.09.1943 14 ? -
6 Scafati#La Battaglia di Scafati Strage ? Scafati SA Campania 26-28.09.1943 7 Panzer-Division "Hermann Göring" -
7 ? Strage ? Garzano di Caserta CE Campania 28.09.1943 7 Panzer-Division "Hermann Göring" -
4 ? Strage Fucilati in Piazza Annunziata Giugliano in Campania NA Campania 30.09.1943 13 ? - https://prolocogiugliano.it/i-fatti-del-30-settembre-1943/
8 Strage di Acerra Strage ? Acerra NA Campania 01-03.10.1943 84 Panzer-Division "Hermann Göring" -
9 ? Strage ? Afragola NA Campania 02.10.1943 9 Panzer-Division "Hermann Göring" -
10 Bellona (Italia)#Storia Strage ? Bellona CE Campania 07.10.1943 54 Panzer-Division "Hermann Göring" -
11 Bellona (Italia)#Storia Strage ? Bellona-Vitulazio CE Campania 02-17.10.1943 13 Panzer-Division "Hermann Göring" -
12 ? Strage ? Caserta CE Campania 04.10.1943 25 Panzer-Division "Hermann Göring" -
13 ? Strage ? Capua CE Campania 05.10.1943 15 Panzer-Division "Hermann Göring" -
13 Caiazzo#Strage di Caiazzo Strage Masserie Albanese e d'Agostino, in Frazione Santi Giovanni e Paolo, sul Monte Carmignano Caiazzo CE Campania 13.10.1943 22 Plotone della III Compagnia della 29° Panzer Grenadier Regiment -


14 ? Strage ? Teano CE Campania 25-30.10.1943 14 Panzer-Division "Hermann Göring" -
15 Strage di Conca Strage Frazioni di: Orchi, Cave, Catailli e Piantoli Conca della Campania CE Campania 01-04.11.1943 39 Colonnello di reggimento di fanteria Wolfgang Mauke (* Brandeburgo 1900; + 1963)
Capitano battaglione di granatieri Georg Ilius (* Baviera 1907; + 1997)
XV. Panzer-Division Hermann "Hermann Göring"
-
16 ? Strage ? Presenzano CE Campania 03.11.1943 6 Panzer-Division "Hermann Göring" -
17 ? Strage ? Santa Maria la Carità NA Campania ??.??.1943 ? ? http://www.nuovomonitorenapoletano.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2316:s-maria-la-carita-settembre-1943-una-strage-dimenticata&catid=84:storia-contemporanea&Itemid=28


  • Sparanise
  • 12 settembre/2 ottobre 1943 - Napoli - 562 vittime (per il solo periodo 27/30 settembre riferiti ai combattimenti durante l'insurrezione di Napoli ricordati come le "4 giornate di Napoli")

Memorie[modifica | modifica wikitesto]

Decorazioni, intestazioni

Onoreficenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia di Bronzo al Valor Militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di Bronzo al Valor Militare
«La provincia di Caserta, pur nel breve periodo dall'armistizio alla sua liberazione, ebbe a subire elevati sacrifici di sangue e vessazioni, internamenti e distruzioni, ad opera di fanatiche unità naziste in ritirata e di devastanti bombardamenti. A Bellona, Caiazzo, Sparanise, Mondragone, Capua ed in altri centri della Provincia, militari sbandati e coraggiosi civili diedero origine a spontanei gruppi partigiani che reagirono eroicamente ai soprusi dell'occupatore con atti di sabotaggio e di ribellione, ai quali dovevano far seguito barbare rappresaglie, che non risparmiarono neppure ministri del clero. Esse, tuttavia, non valsero a fiaccare la indomita volontà di questa nobile Terra di Lavoro, ansiosa di riconquistare il bene supremo della libertà.»
— Caserta e provincia, settembre-ottobre 1943 (D.P.R. del 17.05.1996 - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° 232 del 03.10.1996)[2][3][4]
Nastrino Onorificenza Località
decorata
Prov. Regione Motivazione Atto conferimento Evento
Eccidio
Strage
Note
1 Valor militare gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al valor militare Bellona CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [5]
2 Valor militare gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al valor militare Mignano Monte Lungo CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [6]
3 Valor militare gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al valor militare Napoli NA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [7]
4 Valor militare bronze medal BAR.svg Medaglia di bronzo al valor militare Provincia di Caserta CE Campania La provincia di Caserta, pur nel breve periodo dall'armistizio alla sua liberazione, ebbe a subire elevati sacrifici di sangue e vessazioni, internamenti e distruzioni, ad opera di fanatiche unità naziste in ritirata e di devastanti bombardamenti. A Bellona, Caiazzo, Sparanise, Mondragone, Capua ed in altri centri della Provincia, militari sbandati e coraggiosi civili diedero origine a spontanei gruppi partigiani che reagirono eroicamente ai soprusi dell'occupatore con atti di sabotaggio e di ribellione, ai quali dovevano far seguito barbare rappresaglie, che non risparmiarono neppure ministri del clero. Esse, tuttavia, non valsero a fiaccare la indomita volontà di questa nobile Terra di Lavoro, ansiosa di riconquistare il bene supremo della libertà.
(Caserta e provincia, settembre-ottobre 1943)
D.P.R. del 17.05.1996 - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° 232 del 03.10.1996 Strage di... [8][9][10]
5 Valor militare bronze medal BAR.svg Medaglia di bronzo al valor militare Caserta CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [11]
6 Croce di guerra al valor militare BAR.svg Croce di guerra al valor militare Scafati SA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [12]
7 Valor civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al valor civile Benevento BN Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [13]
8 Valor civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al valor civile Capua CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [14]
9 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Acerra NA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [15]
10 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Campagna SA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [16]
11 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Capua CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [17]
12 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Città di Caserta CE Campania Sede di enti militari ed importante nodo ferroviario, durante l'ultimo conflitto mondiale furono bersaglio di numerosi bombardamenti che provocarono ingenti danni all'abitato e al patrimonio artistico. Oggetto di una feroce rappresaglia, contò numerose vittime civili ma, nonostante le violenze subite, mai piegò di fronte al pericolo e, tornata la pace, la popolazione tutta avviava la difficile opera di ricostruzione.
(Caserta, 1943-1945)
D.P.R. del 26.07.2000 - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° 192 del 18.08.2000 Strage di... [18][19]
13 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Castellammare di Stabia NA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [20]
14 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Mondragone CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [21]
15 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile San Pietro Infine CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [22]
16 Merito civile gold medal BAR.svg Medaglia d'oro al merito civile Sparanise CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [23]
17 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Altavilla Silentina SA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [24]
18 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Caiazzo CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Caiazzo#Strage di Caiazzo [25]
19 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Carinola CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [26]
20 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Cori CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [27]
21 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Orta di Atella CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [28]
22 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Rocca d'Evandro CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [29]
23 Merito civile silver medal BAR.svg Medaglia d'argento al merito civile Tora e Piccilli CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [30]
24 Merito civile bronze medal BAR.svg Medaglia di bronzo al merito civile Cancello e Arnone CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [31]
25 Merito civile bronze medal BAR.svg Medaglia di bronzo al merito civile Castellabate SA Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [32]
26 Merito civile bronze medal BAR.svg Medaglia di bronzo al merito civile Conca della Campania CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [33]
27 Merito civile bronze medal BAR.svg Medaglia di bronzo al merito civile Grazzanise CE Campania ? D.P.R. del ??.??.19?? - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° ?? del ??.??.19?? Strage di... [34]


| 1 || Valor militare bronze medal BAR.svg || Medaglia di bronzo al valor militare || Provincia di Caserta || CE || Campania || ? || D.P.R. del 17.05.1996 - Comunicato su G.U.R.I. Serie Generale n° 232 del 03.10.1996 || Strage di... || [35][36]



Medaglia d'oro al Merito Civile Città di Campagna SA «La popolazione di Campagna, sfidando i divieti e le minacce di punizione e rappresaglie e dando testimonianza di elevati sentimenti di solidarietà e fratellanza umana, si adoperò per alleviare le sofferenze, dare ospitalità e, talvolta, favorire la fuga degli ebrei internati nel campo di concentramento ubicato in quel Comune. Mirabile esempio di eccezionale abnegazione ed elette virtù civili. 1940 - 1943» — 1940 - 1943 Campagna.[11]

Medaglia d'oro al Merito Civile Città di Capua CE «Centro strategicamente importante per il comando tedesco impegnato a bloccare l'avanzata alleata verso Cassino e Roma, fu oggetto, all'indomani dell'armistizio, di un violentissimo bombardamento che causò la morte di millesessantadue persone, tra militari e civili, e la quasi totale distruzione dell'abitato. Contribuì generosamente alla guerra di liberazione con la costituzione dei primi nuclei partigiani, subendo feroci rappresaglie che provocarono la morte di numerosi ed eroici cittadini.» — Capua (CE), settembre/ottobre 1943

Medaglia d'oro al Merito Civile Castellammare di Stabia NA «Importante centro del Mezzogiorno, all'indomani dell'armistizio, fu oggetto della violenta reazione delle truppe tedesche che, in ritirata verso il Nord, misero in pratica la strategia della "terra bruciata", distruggendo il cantiere navale, simbolo della città eroicamente difeso dai militari del locale presidio, e gli altri stabilimenti industriali. Contribuì alla guerra di liberazione con la costituzione spontanea dei primi nuclei partigiani, subendo deportazioni e feroci rappresaglie che provocarono la morte di numerosi concittadini.» — Castellammare di Stabia (NA), 1943-1945

Medaglia d'oro al Merito Civile Città di Mondragone CE «Centro strategicamente importante, all'indomani dell'armistizio, subì, da parte dell'aviazione tedesca, un violento bombardamento notturno che provocò la morte di sedici persone e la quasi totale distruzione dell'abitato e del patrimonio industriale ed agrario. Oggetto di spietate rappresaglie ed efferata violenza su donne da parte dell'occupante nazista, sopportava la perdita di un numero elevato di suoi concittadini, dando luminoso esempio di spirito di sacrificio, di incrollabile fermezza ed amor patrio.» — Mondragone (CE), settembre-ottobre 1943

Medaglia d'oro al Merito Civile - 11 novembre 2003 (data conferimento) « Comune situato sulla linea Reinhard, occupato da truppe tedesche, durante l'ultimo conflitto mondiale, si trovò al centro di numerosi combattimenti, subendo violenti bombardamenti e feroci rappresaglie che procurarono numerose vittime civili e la totale distruzione dell'abitato. I cittadini, costretti a trovare rifugio in grotte improvvisate, resistettero con fierissimo contegno agli stenti e alle più dure sofferenze per intraprendere, poi, la difficile opera di ricostruzione. - San Pietro Infine (CE) - 1943 la medaglia d'argento concessa con D.P.R. del 26 luglio 2000 è revocata dal presente conferimento.»


Medaglia d'oro al merito civile Città di Sparanise CE Data del conferimento: 08/03/1999 "Nel corso della seconda guerra mondiale, importante centro per la raccolta e la deportazione di prigionieri, veniva sottoposto ad indicibili sofferenze che culminavano nell'eccidio di trentacinque cittadini barbaramente fucilati dalle truppe tedesche in ritirata. 1940 - 1945.". https://www.quirinale.it/onorificenze/insigniti/460

Medaglia d'argento al Merito Civile Altavilla Silentina SA « Data del conferimento: 08/11/2004 Centro strategicamente importante per la sua posizione geografica, durante l'ultimo conflitto mondiale, fu teatro di devastanti bombardamenti aerei e navali che provocarono numerose vittime civili e notevoli danni al patrimonio edilizio. La popolazione seppe resistere alle più dure sofferenze dando testimonianza dei più elevati sentimenti di umana solidarietà e spirito di abnegazione verso gli sfollati e i profughi, nel soccorso dei feriti e nella sepoltura di morti di ogni nazionalità. Settembre 1943 - Altavilla Silentina (SA) https://www.quirinale.it/onorificenze/insigniti/140626

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

  • CAIAZZO Stele commemorativa con testo redatto da Benedetto Croce (dicembre 1945)
  • CAIAZZO Lapide commemorativa nel 70° anniversario (13/10/2013)

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

http://www.corrierece.it/wp-content/uploads/2013/01/0000137F.ff0b1bcf.jpg

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]



Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Audio attinente alla voce

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Il parametro "nome interprogetto" non corrisponde a nessun progetto riconosciuto dal template; Il parametro "altro nome interprogetto" non corrisponde a nessun progetto riconosciuto dal template;

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


[[Categoria:Guerra nel 1943]] [[Categoria:Campagna d'Italia]] [[Categoria:Stragi nazifasciste in Italia|Napoli]] [[Categoria:Stragi commesse in Italia durante la seconda guerra mondiale|Napoli]] [[Categoria:Stragi commesse in Campania]] [[Categoria:Bombardamenti aerei della seconda guerra mondiale|Napoli]] [[Categoria:Italia nella seconda guerra mondiale]] [[Categoria:Resistenza italiana]] [[Categoria:Napoli]]


https://portalegiustiziamilitare.difesa.it/default.aspx?Id=1127

http://www.okh.it/units/frameunits.htm

https://www.feldgrau.net/forum/viewtopic.php?f=42&t=12739&p=86294&hilit=Raschke&sid=4f96e27ca1d5f05548378a6ad56dd7a6#p86294

http://www.straginazifasciste.it/wp-content/uploads/schede/Caiazzo_contradaFruscio_13-10-1943.pdf

https://forum.axishistory.com/viewtopic.php?f=5&t=239494