Urtica ferox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Urtica Ferox
Ongaonga close-up.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Urticales
Ordine Urticales
Famiglia Urticaceae
Genere Urtica
Specie U. ferox
Classificazione APG
Regno Plantae
Ordine Rosales
Famiglia Urticaceae
Nomenclatura binomiale
Urtica ferox
G.Forst., 1786

L'Urtica ferox (G.Forst.), chiamata anche ongaonga, è un arbusto endemico della Nuova Zelanda. È un'ortica dai fusti legnosi e spine pungenti: toccate, causano un dolore che può durare più giorni e che può creare problemi neurologici, convulsioni e difficoltà respiratorie. È stato riportato un decesso umano a causa dell'U. ferox, nel 1961.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L'attributo ferox, dal latino feroce, deriva dall'irritazione causata dalla pianta, più potente di quella della comune ortica.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'arbusto può superare i 2 m di altezza. Il fusto è percorso da numerosi peli urticanti. Le foglie sono verdi, ovate, triangolari, opposte, da acute a acuminate, dentate, lunghe fino a 18 cm, con spine bianche lunghe fino a 1 cm. I frutti sono acheni lunghi 1-1,5 mm.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Urtica ferox, New Zealand Plant Conservation Network. URL consultato il 16 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) H.H. Allan, Flora of New Zealand. Vol. I. Indigenous Tracheophyta: Psilopsida, Lycopsida, Filicopsida, Gymnospermae, Dicotyledones, Wellington, Government printer, 1961.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]