Ursentini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli Ursentini (o Urgentini) erano un antico popolo italico, annoverato da Plinio il Vecchio tra le undici tribù che componevano la nazione dei Lucani[1]. Erano collocati tra gli Eburini (di Eboli, anticamente Eburi) e i Vulcentini (di Buccino, anticamente Volcei) e confinavano con questi ultimi e con i Numestrani. Quando entrarono in contatto con i Romani, si opposero strenuamente all'annessione e nel III secolo a.C. furono, come tutti i Lucani, alleati dei Sanniti nelle Guerre sannitiche. La sconfitta segnò la loro fine[senza fonte].

Monetazione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Monetazione di Ursentum.

Agli Ursentini erano state collegate, nell'Ottocento alcune monete con la legenda, in alfabeto greco, ΟΡΣΑΝΤΙΝΩΝ (ORSANTINŌN cioè "degli Orsantini"), presenti anche nella collezione del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ma questa ipotesi oggi non è più accettata[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Plinio il Vecchio, Naturalis Historia, III, 98.
  2. ^ N.K. Rutter, Historia Numorum: Italy, pp.196-7

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Rutter, Burnett, Crawford, Johnston, Jessop Price: Historia Numorum Italy. The British Museum Press, London, 2001

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia