Urs Bühler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Urs Bühler
Urs Divo.jpg
NazionalitàSvizzera Svizzera
GenereCrossover classico
Periodo di attività musicale1991 – in attività
EtichettaSony BMG
Sony Music
Syco Music
Columbia Records
Gruppo attualeIl Divo
Sito ufficiale

Urs Toni Bühler Matienzo (Willisau, 19 luglio 1971) è un cantante svizzero, di timbro tenore, è membro del gruppo di crossover di musica classica Il Divo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Urs ha iniziato la sua carriera musicale come rock star per diventare un idolo, o divo, dell'opera. Da adolescente, all'età di 17 anni, ha cantato con una band heavy metal chiamata The Conspiracy (La Cospirazione) a Lucerna, che, nel 1991, ha pubblicato un album intitolato "One to One". Tuttavia, nel periodo in cui studiava per diventare insegnante di musica, ha avuto una folgorazione e ha iniziato ad appassionarsi alla musica classica.

Si è laureato a Lucerna in Educazione Musicale e Vocale Studies presso la Scuola dell'Accademia di Musica.[1] Trasferitosi ad Amsterdam ha conseguito al Conservatorio della medesima città, sotto la guida del baritono tedesco Udo Reinemann, il master in musica classica. Ha successivamente proseguito gli studi con il tenore svizzero Gösta Winbergh e il tenore francese Christian Papis.

Ha iniziato, quindi, la sua attività di cantante professionista in Olanda, Belgio, Germania e Francia, alternandosi sia in vari spettacoli musicali, sia partecipando al coro dell'Opera di Amsterdam. Ha vissuto otto anni nei Paesi Bassi fino a quando fu reclutato da Simon Cowell per cantare nella formazione Il Divo.[1]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 gennaio 2009 Urs è diventato padre di Wilhelmina Bühler-Roodney, da lui affettuosamente chiamata Billie.[2]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con The Conspiracy[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1991 - One to One

Con Il Divo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il Divo (gruppo musicale).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sito ufficiale, su ildivo.com. Modifica su Wikidata
  2. ^ (ES) Sobre Urs Buhler y su familia, su Divamar.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]