Urocissa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Urocissa
BirdsAsiaJohnGoVGoul 0192.jpg
U. caerulea
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Corvida
Superfamiglia Corvoidea
Famiglia Corvidae
Genere Urocissa
Cabanis, 1850
Specie

Urocissa Cabanis, 1850 è un genere di uccelli passeriformi appartenente alla famiglia Corvidae[1].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere, Urocissa, deriva da Cissa (una delle Pieridi, mitiche fanciulle che osarono sfidare le Muse in una gara di canto, venendo sconfitte e punite con la trasformazione in gazze), con l'aggiunta del prefisso uro- di derivazione greca (da ουρα/oura, "coda"), in riferimento alla lunga coda degli appartenenti al genere.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazione di U. flavirostris.

Si tratta di uccelli di medie dimensioni (dai 40-47 cm della gazza di Ceylon ai 63-68 cm di gazza di Taiwan e gazza blu), muniti di lunga coda (circa una volta e mezzo il corpo), testa ovale e allungata, becco conico e piuttosto forte, ali digitate e forti zampe: nel complesso, questi animali ricordano molto le gazze, con le quali sono del resto imparentati.

Il colore della livrea varia anche considerevolmente fra le varie specie: tranne che nella gazza alibianche (che ricorda vagamente una giovane cornacchia nell'aspetto e nella colorazione), tuttavia, questi uccelli mostrano in linea di massima testa più scura e corpo di colore blu-azzurro, con tendenza a schiarirsi nell'area ventrale.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le gazze ascritte a questo genere sono uccelli molto chiassosi e ciarlieri, seppur timidi e non facili da avvistare, che si spostano incessantemente dal suolo ai rami di cespugli ed alberi alla ricerca di cibo (costituito da insetti, piccoli vertebrati, frutta e bacche): monogami, le coppie collaborano in tutte le fasi dell'evento riproduttivo, dalla costruzione del nido alla cova ed all'allevamento della prole.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il genere è diffuso nel Sud-est asiatico, con le varie specie che popolano gli ambienti alberati di pianura (dalla foresta pluviale alla foresta decidua) di un'area che va dal Kashmir a Taiwan, a sud fino all'Indocina e a Ceylon.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Al genere vengono ascritte 5 specie[1]:

Nell'ambito della famiglia dei corvidi, il genere Urocissa forma un clade a sé stante con Cissa, assimilabile al rango di sottofamiglia[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Corvidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 20 settembre 2018.
  2. ^ Boyd, J., Corvidae: Crows, Jays, su TiF Checklist. URL consultato il 20 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]