Unorthodox (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unorthodox
Unorthodox miniserie TV.jpg
Logo della miniserie televisiva
Titolo originaleUnorthodox
PaeseGermania, Stati Uniti d'America
Anno2020
Formatominiserie TV
Generedrammatico
Puntate4
Durata53-55 min (puntata)
Lingua originaleinglese, yiddish, tedesco
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreAnna Winger e Alexa Karolinski
RegiaMaria Schrader
SoggettoDeborah Feldman (autobiografia)
SceneggiaturaAnna Winger, Alexa Karolinski, Daniel Hendler
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaWolfgang Thaler
MontaggioHansjörg Weißbrich, Gesa Jäger
MusicheAntonio Gambale
ProduttoreAlexa Karolinski
Produttore esecutivoHenning Kamm, Anna Winger
Casa di produzioneReal Film Berlin, Studio Airlift
Prima visione
Distribuzione originale
Data26 marzo 2020
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Data26 marzo 2020
DistributoreNetflix

Unorthodox è una miniserie televisiva tedesca e statunitense creata da Anna Winger e Alexa Karolinski, basata sull'autobiografia del 2012 di Deborah Feldman Ex ortodossa. Il rifiuto scandaloso delle mie radici chassidiche (Unorthodox: The Scandalous Rejection of My Hasidic Roots) e resa disponibile sulla piattaforma Netflix dal 26 marzo 2020.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La diciannovenne Esther "Esty" Shapiro è una ragazza di fede ultra-ortodossa chassidica che vive nel quartiere di Williamsburg, a Brooklyn, dove è costretta a seguire le rigide regole della comunità. Esty, come tutte le donne della comunità, non può leggere la Torah, cantare o studiare musica: è destinata solo a concepire figli. Dopo un anno di matrimonio combinato decide di scappare a Berlino e rifarsi una nuova vita. Con pochi soldi e con l'aiuto di un'amica, vola in Germania dove vive la madre Leah, anche lei scappata anni prima dalla comunità. Suo marito Yanky, dopo aver scoperto che la moglie è incinta, si reca a Berlino con suo cugino Moishe, per ordine del loro rabbino, al fine di cercare di trovarla e riportarla a casa.

Puntate[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Puntate di Unorthodox.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Secondari[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è vagamente basata sul libro di memorie di Deborah Feldman, che ha lasciato il movimento Satmar, una comunità chassidica di New York.[2] La miniserie è stata scritta da Anna Winger e Alexa Karolinski, diretta da Maria Schrader e girata tra New York e Berlino.[3] Unorthodox è la prima serie di Netflix quasi interamente recitata in yiddish.[4]

Netflix ha realizzato un documentario di 20 minuti, Making Unorthodox, che racconta le riprese e il processo creativo dietro la serie.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione