Università telematica internazionale "UniNettuno"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Università Telematica Internazionale UNINETTUNO
Uninettuno.gif
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
Dati generali
Fondazione15 aprile 2005
TipoPrivata
FacoltàEconomia, Giurisprudenza, Ingegneria, Beni Culturali, Psicologia, Scienze della Comunicazione
RettoreMaria Amata Garito
Studenti13 641 (2018[1])
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università telematica internazionale UNINETTUNO (acronimo UTIU), è un'università telematica italiana. È un ateneo telematico che eroga corsi in e-learning, istituito con decreto ministeriale il 15 aprile 2005 dal MIUR.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'UTIU si ispira al modello didattico del consorzio NETTUNO[3] che ha rilasciato lauree a partire dal 1992 con l'adozione di strumenti telematici, e al progetto internazionale MedNet'U (Mediterranean Network of Universities), finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del programma Eumedis, per la creazione di una Università Euromediterranea a distanza.[4]

È stata istituita con decreto del 15 aprile 2005 dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e rilascia titoli accademici legalmente riconosciuti in Italia, Europa ed alcuni paesi del Mediterraneo.

Modalità didattiche[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di insegnamento e apprendimento avviene tramite un portale web. Vengono inoltre utilizzate la televisione satellitare e sistemi di videoconferenza.

La rete televisiva satellitare UniNettuno University TV (precedentemente chiamata RAI NETTUNO Sat 1) trasmette 24 ore su 24 lezioni universitarie in chiaro, utilizzando il satellite HotBird 13° Est diffuso da Eutelsat, che copre tutto il territorio Europeo, del Nord Africa e del Medio Oriente. In Italia è possibile visualizzare UniNettuno University TV sintonizzandosi sul canale 812 di Sky o utilizzando qualsiasi altro decoder.

Fino al 6 ottobre 2014 le lezioni sono state trasmesse anche all'interno del palinsesto notturno di Rai 2.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'ateneo si articola in sei Facoltà:

  • Beni culturali
  • Economia
  • Giurisprudenza
  • Ingegneria
  • Psicologia
  • Scienze della comunicazione

Sedi[modifica | modifica wikitesto]

UTIU è costituita da una sede centrale che coordina l'attività dei poli tecnologici. Questi mettono a disposizione le tecnologie necessarie all'erogazione dei corsi a distanza e a sostenere gli esami. I contenuti didattici multimediali sono disponibili, oltre che in italiano, in arabo, inglese e francese.

Oltre ai poli tecnologici situati in Italia, UTIU si appoggia a 31 poli tecnologici e 9 centri di produzione di contenuti didattici presso Università e Centri di Formazione professionale partner del progetto MedNet'U, situati in 11 paesi dell'area mediterranea.

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Amata Garito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  2. ^ Decreto ministeriale del 15 aprile 2005 - MIUR
  3. ^ L'acronimo NETTUNO significava: NETwork Telematico per l'UNiversità Ovunque.
  4. ^ Università Telematica Internazionale UniNettuno, su temi.repubblica.it (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2013).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]