Università degli Studi della Repubblica di San Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università degli studi della Repubblica di San Marino
Unirsm.jpeg
Università degli Studi della Repubblica di San Marino.jpg
Sede a Città di San Marino
Ubicazione
StatoSan Marino San Marino
CittàSan Marino Città di San Marino
Dati generali
Fondazione1985
Tipostatale
Facoltà5 corsi di laurea - 10 master - 1 dottorato di ricerca
RettoreCorrado Petrocelli
Studenti700 (2016/17)
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università degli Studi della Repubblica di San Marino è stata istituita con la legge n.127 del 31 ottobre 1985 dai capitani reggenti Pier Paolo Gasperoni e Ubaldo Biordi. Fu avviata con la fondazione della Scuola Superiore di Studi Storici nel 1988 alla presenza del direttore generale dell’UNESCO Federico Mayor. L'attuale rettore è Corrado Petrocelli.

L'ateneo ha le sue sedi principali nel centro storico della Repubblica di San Marino.

Corsi di laurea[modifica | modifica wikitesto]

Design[modifica | modifica wikitesto]

Il corso di laurea triennale in Disegno industriale è attivo dal 2005. Al Corso accedono 120 studenti ogni anno, selezionati con un test d'ingresso in due fasi. Al corso di laurea magistrale in Design accedono invece 50 studenti ogni anno, divisi in due percorsi formativi offerti negli ambiti del Product e del Visual Design. Fra il 2007 e il 2015 i corsi di laurea hanno partecipato a 50 iniziative espositive sia in Italia che all'estero, incluse Strasburgo (Francia) Hannover (Germania) e Tokyo (Giappone). È previsto un servizio ‘stage e placement' che segue il collocamento degli studenti nelle imprese, nelle istituzioni e negli studi professionali. Dal 2005 a oggi sono stati svolti quasi 1.000 tirocini, coinvolgendo oltre trecento imprese in dodici regioni italiane e all'estero.

Il corso di laurea triennale è stato il più premiato d'Italia nella sezione 'junior' del Compasso d'Oro 2016 ADI, ricevendo una 'targa giovani' e due attestati . [1] I corsi di laurea sono curati dal Dipartimento di economia, scienze e diritto.

Ingegneria civile[modifica | modifica wikitesto]

Il corso di laurea triennale in Ingegneria civile e ambientale, curriculum civile, è attivo dal 2007 e viene realizzato in partneriato con l'Università di Modena e Reggio Emilia, con la quale condivide il piano degli studi e i docenti. Dal 2010 è disponibile anche il corso di laurea magistrale in Ingegneria civile.

I corsi di laurea sono curati dal Dipartimento di economia, scienze e diritto.

Costruzioni e gestione del territorio (Geometra laureato)[modifica | modifica wikitesto]

Il corso di laurea triennale Costruzioni e gestione del territorio, conosciuto anche con la formula "Geometra laureato", è attivo dall'anno accademico 2016 - 17 e offre una formazione rivolta ai geometri. È organizzato in partnership con l'Università di Modena e Reggio Emilia ed è curato dal Dipartimento di economia, scienze e diritto.

Ingegneria gestionale[modifica | modifica wikitesto]

Il corso di laurea triennale in Ingegneria gestionale viene realizzato in collaborazione con l'Università degli Studi di Parma. Obiettivo del percorso di studi è fornire allo studente conoscenze avanzate per la comprensione del tessuto imprenditoriale e del sistema economico, competenze informatiche sui sistemi informativi e gestionali, la comprensione dei principi di gestione e progettazione di sistemi tecnologico-impiantistici complessi.

Il corso di laurea è curato dal Dipartimento di economia, scienze e diritto.

Dottorato di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Il dottorato di ricerca della Scuola Superiore di Studi Storici è curato dal Dipartimento di Storia, Cultura e Storia Sammarinesi. Nel Consiglio Scientifico siedono Luciano Canfora, Franco Cardini, Giuseppe Galasso, Giorgio Otranto, Adriano Prosperi, Stefano Zamagni e Maurice Aymard.

Centri di ricerca e didattica[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro universitario di formazione sulla sicurezza (CUFS) è diretto da Francesco Carinci e Roberto Mugavero.

Il Centro di ricerca per le relazioni internazionali (CRRI) è diretto da Michele Chiaruzzi.

Master[modifica | modifica wikitesto]

Sono 11 i master di primo e secondo livello offerti dall'Università degli Studi della Repubblica di San Marino.

  • Master di primo livello in Tecniche per la rieducazione dei disturbi specifici dell'apprendimento
  • Master di secondo livello in Neuropsicologia dei disturbi specifici dell'apprendimento
  • Master di primo livello in Comunicazione, management e nuovi media
  • Master di primo livello in Nutraceutica ed educazione alimentare
  • Master di secondo livello in Medicina geriatrica
  • Master di secondo livello in Medicina perioperatoria geriatrica
  • Master di secondo livello in Medicina estetica
  • Master di secondo livello in Chirurgia estetica
  • Master di primo livello in Strategia e pianificazione degli eventi e impianti sportivi
  • Master di primo livello in Criminologia e psichiatria forense
  • Master di primo e secondo livello in Criminologia e psichiatria forense

Radio universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 viene istituita all’interno dell’università di San Marino "Usmaradio", un’emittente radiofonica fondata e diretta da Roberto Paci Dalò[2]. La radio viene inaugurata il 21 febbraio 2017[3] e e si trova nell'Antico Monastero Santa Chiara sede dell’ateneo. Trasmette musica e programmi realizzati in collaborazione con artisti e studiosi internazionali[4]. Alcuni dei suoi programmi sono rilasciati con la licenza Creative Commons attribuzione condividi allo stesso modo[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.smtvsanmarino.sm/comunicati/2016/06/15/universita-san-marino-tre-riconoscimenti-compasso-oro-junior-ateneo-piu-premiato
  2. ^ Sito di Usmaradio http://www.usmaradio.org. Nasce Usmaradio, la radio dell’Università di San Marino in “La Tribuna Sammarinese”, 20/02/2017, p. 8; Nasce la radio dell’ateneo in “La Serenissima. Il giornale dei Sammarinesi”, p. 7.
  3. ^ Nasce Usmaradio, l’emittente dell’Ateneo in “La Voce di Romagna”, 20 febbraio 2017, p. 12.
  4. ^ Davide Brullo, UsmaDalò in “La Voce di Romagna”, 21 febbraio 2017.
  5. ^ Podcast dei programmi radiofonici di Usmaradio https://www.spreaker.com/user/usma_radio

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN168263348 · ISNI: (EN0000 0001 2202 575X · BNF: (FRcb13741131d (data)