United States Seventh Fleet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
United States Seventh Fleet
United States Seventh Fleet -logo (hi-res).jpg
Descrizione generale
Attiva 15 marzo 1943 - oggi
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Servizio United States Navy
Tipo flotta
Dimensione 29 unità
Guarnigione/QG Yokosuka, Giappone
Soprannome Tonkin Gulf Yacht Club (dalla guerra del Vietnam)[1]
Motto « Ready Power for Peace »
Parte di
Commander, U.S. Pacific Fleet
Comandanti
Comandante della Terza Flotta Vice ammiraglio Joseph P.Aucoin
Degni di nota Ammiraglio Thomas Kinkaid

[senza fonte]

Voci su marine militari presenti su Wikipedia
USS Ronald Reagan
USS Blue Ridge
USS Bonhomme Richard

La Settima Flotta degli Stati Uniti è un comando della Flotta del Pacifico dell' U.S. Navy, responsabile di tutte le sue unità navali di superficie, sottomarine e forze aeree dislocate nell'Oceano Pacifico occidentale e in parte dell'Oceano Indiano.

Missione[modifica | modifica wikitesto]

La Settima Flotta provvede alla sicurezza e stabilità della regione, mantenendo alleanze chiave e costruendo accordi marittimi con gli altri stati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Settima flotta fu istituita il 15 marzo 1943 con il nome di Forza del Pacifico Sud-occidentale. Ad oggi è la più grande flotta avanzata dell'U.S.Navy. Ha partecipato a diverse campagne durante la Seconda Guerra Mondiale, inclusa la Battaglia del Golfo di Leyte, come componente navale sotto il Comando Supremo del Pacifico Sud-occidentale, guidato dal Generale Douglas MacArthur. Fu durante la Guerra di Corea che assunse il nome definitivo di Settima Flotta. In questo conflitto partecipò attivamente con le portaerei della Task Force 77 e condusse lo sbarco ad Inchon con le sue unità anfibie. Fu attiva anche durante la Guerra del Vietnam e durante l'invasione dell'Iraq nel 1990 il suo comando assunse le responsabilità anche del Comando Centrale delle forze navali americane, mantenuto fino al 24 aprile 1991, al termine delle operazioni Desert Storm. Negli anni successivi la flotta ha operato principalmente nelle attività umanitarie di supporto ai gravi eventi sismici del 2004 in Indonesia e del 2011 in Giappone[2].

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti comandi subordinati sono, al 1 maggio 2017, sotto il suo controllo[3]:

  • Task Force 70 - Command Battle Force, 7th Fleet (CTF-70)
  • Task Force 71 - Command Naval Special Warfare Unit One (CTF-71)
  • Task Force 72 - Command Patrol & Reconnaissance Force, 7th Fleet (CTF-72)
  • Task Force 73 - Command Logistic Group, Western Pacific (CTF-73) - Base Singapore
  • Task Force 74 - Command Submarine Force 7h Fleet (CTF-74)
    • Submarine Group 7 (COMSUBGRU Seven) - Base Yokosuka, Giappone
      • Submarine Squadron 15 (COMSUBRON Fifteen) - Base Guam
        • USS Chicago (SSN-721)
        • USS Key West (SSN-722)
        • USS Oklahoma City (SSN-723)
        • USS Topeka (SSN-754)
  • Task Force 75 - Command Navy Expeditionary Force Command Pacific, 7th Fleet (CTF-75) - Base Camp Covington, Guam.
    • Explosive Ordnance Disposal Mobile Unit Five, Guam
    • Coastal Riverine Group Detachment 1, Guam
    • 30th Naval Construction Regiment, Port Hueneme, California
    • Naval Mobile Construction Battalion three (NMCB-3), Okinawa
    • Naval Mobile Construction Battalion Detachment, Guam
    • Underwater Construction Team two (UCT-2), Port Hueneme California
    • Civil Action Team, Belau
  • Task Force 76 - Command Amphibious Force, 7th Fleet (CTF-76)
    • Expeditionary Strike Group 7 (COMEXPSTRKGRU Seven) - Base Okinawa, Giappone
      • USS Blue Ridge (LCC-19) - Base Yokosuka, Giappone. Nave ammiraglia della settima flotta.
      • Amphibious Squadron 11 (COMPHIBRON Eleven)- Base Sasebo, Giappone.
        • USS Bonhomme Richard (LHD-6)
        • USS Green Bay (LPD-20)
        • USS Ashland (LSD-48)
        • USS Germantown (LSD-42)
    • Mine Countermeasures Squadron 7 (COMCMRON Seven) - Base Sasebo, Giappone
      • USS Patriot (MCM-7)
      • USS Pioneer (MCM-9)
      • USS Warrior (MCM-10)
      • USS Chief (MCM-14)
  • Task Force 78 - Command U.S. Naval Forces, Korea (CTF-78) - Base Pusan Naval Base, Corea del Sud.
  • Task Force 79 - Command 3rd Marine Expeditionary Brigade (CTF-79) - Base Okinawa, Giappone.
    • 31st Marine Expeditionary Unit (31st MEU). Gli uomini e i mezzi sono imbarcati sulle quattro unità dell'Aphibious Squadron 11.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tonkin Gulf yacht Club.
  2. ^ Scheda sul Sito ufficiale
  3. ^ [1] Pagina sul sito ufficiale della Pacific Fleet

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]