Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea
unione di comuni
Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea – Stemma
Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea – Veduta
Panorama di Montalto Ligure (Montalto Carpasio, sede dell'unione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Liguria.svg Liguria
ProvinciaCoat of Arms of the Province of Imperia.svg Imperia
Amministrazione
CapoluogoMontalto Carpasio
PresidenteMassimo Di Fazio dal 10/07/2018
Data di istituzione5 dicembre 2014
Territorio
Coordinate
del capoluogo
43°55′39.82″N 7°50′40.44″E / 43.927728°N 7.844567°E43.927728; 7.844567 (Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea)
Superficie227,87 km²
Abitanti4 250[1]
Densità18,65 ab./km²
ComuniBajardo, Ceriana, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Triora
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea – Mappa
Sito istituzionale

L'Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea è un'unione di comuni della Liguria, in provincia di Imperia, formata dai comuni di Bajardo, Ceriana, Molini di Triora, Montalto Carpasio e Triora.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'unione è nata con atto costitutivo del 5 dicembre 2014[2] firmato nell'ex municipio di Montalto Ligure dai rappresentanti locali delle due valli imperiesi.

L'ente locale ha sede a Montalto Carpasio. Il primo presidente, eletto il 14 gennaio 2015, è stato il sindaco di Montalto Ligure Mariano Bianchi.

Nel 2016 Badalucco esce ufficialmente dall'Unione.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Unione dei comuni delle Valli Argentina e Armea-Stemma.png

«D'azzurro, alla sommità della montagna di verde, uscente dalla punta e sostenente il Cristo Redentore, in maestà, capelluto e barbuto, coronato all'antica con corona di sette punte visibili, vestito con la lunga tunica e con il mantello drappeggiato in sbarra dalla spalla sinistra al fianco destro, il petto caricato dal cuore raggiante, il tutto di argento e accompagnato a destra e a sinistra da sei stelle di cinque raggi, d'oro, ordinate in palo tre per parte. Lo scudo è timbrato dalla corona all'antica di sette punte visibili, d'oro. Sotto lo scudo, due fronde di alloro e di quercia, di verde, fruttate d'oro, decussate in punta, legate dal nastro tricolorato dai colori nazionali.»

(Descrizione araldica dello stemma[3])

«Drappo partito di bianco e di verde»

(Descrizione araldica del gonfalone[3])

Lo stemma e il gonfalone sono stati approvati con l'apposito Decreto del Presidente della Repubblica datato al 13 giugno del 2017[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'unione dei comuni comprende quella parte del territorio imperiese solcato dai torrenti Argentina e Armea, ad ovest del capoluogo provinciale.

Per statuto l'Unione si occupa di questi servizi:

  • organizzazione generale dell'amministrazione, gestione finanziaria e contabile e controllo;
  • organizzazione dei servizi pubblici di interesse generale di ambito comunale, ivi compresi i servizi di trasporto pubblico comunale;
  • catasto;
  • la pianificazione urbanistica ed edilizia di ambito comunale nonché la partecipazione alla pianificazione territoriale di livello sovra comunale;
  • la programmazione in materia di difesa del suolo;
  • la promozione turistica;
  • la programmazione, la predisposizione e l'attuazione di progetto per il territorio;
  • organizzazione e gestione dei rifiuti e la riscossione dei relativi tributi;
  • progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini;
  • edilizia scolastica, organizzazione e gestione dei servizi scolastici;
  • polizia municipale e polizia amministrativa locale e sicurezza sociale;
  • tenuta dei registri di stato civile e di popolazione;
  • servizi in materia statistica;
  • la comunicazione e l'informatizzazione.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
5 dicembre 2014 14 gennaio 2015 Mariano Bianchi sindaco di Montalto Ligure rappresentante dell'Unione
14 gennaio 2015 27 febbraio 2016 Bruna Rebaudo sindaco di Ceriana presidente del Consiglio dell'Unione
28 febbraio 2016 14 marzo 2017 Angelo Lanteri sindaco di Triora presidente del Consiglio dell'Unione
14 marzo 2017 10 luglio 2018 Mariano Bianchi sindaco di Montalto Ligure presidente del Consiglio dell'Unione
10 luglio 2018 in carica Massimo Di Fazio sindaco di Triora presidente del Consiglio dell'Unione

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ circa
  2. ^ Montalto: firmato dai sindaci l'Atto Costitutivo dell'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea, su sanremonews.it. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  3. ^ a b c Fonte dal sito http://www.governo.it/, su presidenza.governo.it. URL consultato il 9 marzo 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Liguria