Unione Sportiva Salernitana 1951-1952

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione Sportiva Salernitana
Stagione 1951-1952
AllenatoreAustria Rodolphe Hiden
All. in secondaItalia Mario Saracino
PresidenteItalia Marcantonio Ferro
Serie B8º posto
Maggiori presenzeCampionato: Fragni, Taccola (36)
Totale: Fragni, Taccola (36)
Miglior marcatoreCampionato: De Andreis (11)
Totale: De Andreis (11)
StadioComunale (9.000)[1]

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Unione Sportiva Salernitana nelle competizioni ufficiali della stagione 1951-1952.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'Unione Sportiva Salernitana 1919.

Nella stagione 1951-1952 Rudy Hiden viene confermato in panchina dal presidente Ferro, e la Salernitana va in ritiro ad Acerno per la preparazione stagionale.

La Salernitana 1951-1952 risulta indebolita dal mercato estivo, avendo ceduto preziosi elementi a squadre di Serie A, e per questo motivo l'obiettivo stagionale dei campani è nuovamente la salvezza.

Alla quinta giornata il Genoa è di scena a Salerno, e dopo che l'arbitro concede un calcio di rigore agli ospiti dopo non averne dato uno ai padroni di casa, e alla conseguente realizzazione di Pravisano, la tifoseria della Salernitana lancia oggetti in campo e lo invade, e questo comporta la sconfitta a tavolino e la squalifica del "Comunale" per due turni.

Il 20 aprile 1952, a quattro stagioni di distanza dal campionato di Serie A, la Roma, guidata dall'allenatore della Salernitana in A, Gipo Viani, ritorna a calcare il prato del Comunale poiché retrocessa in Serie B. E la sfida con i salernitani si concluderà in pareggio, e a fine gara sulla pista di atletica dello stadio i tifosi granata inscenano un ironico corteo funebre per prendere in giro la Roma, squadra che per salvarsi dalla B quattro anni fa venne favorita contro la Salernitana dall'arbitro Vittorio Pera (che in seguito, per altri favoritismi verso i giallorossi venne squalificato a vita) nel match che si concluse 1-0 per i "lupacchiotti" con gol viziato da fallo sul portiere.

Alla fine del torneo la Salernitana risulterà a metà classifica, ottenendo la matematica salvezza già con tre giornate di anticipo.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Colori e simboli dell'Unione Sportiva Salernitana 1919.

La divisa della Salernitana 1951-1952.[2]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[2]

Area direttiva

  • Presidente: Marcantonio Ferro
  • Segretario: Bruno Somma

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico Sociale: Gino Bernabò
  • Massaggiatore: Alberto Fresa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[2][3]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Aldo D'Ambrosi
Italia P Guerino Siligardi
Italia D Dino Fragni
Italia D Aristide Griffith
Italia D Pietro Miniussi
Italia D Mauro Tuccini
Italia C Luigi Bertoli
Italia C Quinto Bertoloni
Italia C Basilio Cabas
Italia C Giuseppe Dardo
N. Ruolo Giocatore
Italia C Renato Fioravanti
Italia C Antonio Gioia
Italia C Franco Giraudo
Italia C Luigi Moltrasio
Italia C Marcello Taccola
Italia A Giovanni Castagnola
Italia A Costantino De Andreis
Italia A Mario Ronchi
Italia A Pietro Sotgiu

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1951-1952.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Salerno
9 settembre[2] 1951
1ª giornata
Salernitana3 – 1
referto
VeronaStadio Comunale

Salerno
16 settembre[2] 1951
2ª giornata
Salernitana5 – 1
referto
ModenaStadio Comunale
Arbitro:  Tibaldi (Savona)

Palermo
23 settembre[2] 1951
3ª giornata
Catania1 – 1
Campo neutro[4]
referto
SalernitanaStadio La Favorita

Siracusa
30 settembre[2] 1951
4ª giornata
Siracusa2 – 1
referto
SalernitanaStadio Vittorio Emanuele III

Salerno
7 ottobre[2] 1951
5ª giornata
Salernitana0 – 2
A tavolino[5]
referto
GenoaStadio Comunale

Monza
14 ottobre[2] 1951
6ª giornata
Monza2 – 0
referto
SalernitanaStadio San Gregorio

Vomero
21 ottobre[2] 1951
7ª giornata
Salernitana2 – 0
Campo neutro[6]
referto
PiombinoStadio della Liberazione

Brescia
28 ottobre[2] 1951
8ª giornata
Brescia1 – 1
referto
SalernitanaStadium di Viale Piave
Arbitro:  Savio (Torino)

Caserta
4 novembre[2] 1951
9ª giornata
Salernitana0 – 1
Campo neutro[7]
referto
MessinaStadio Alberto Pinto

Lodi
18 novembre[2] 1951
10ª giornata
Fanfulla0 – 0
referto
SalernitanaStadio Dossenina

Roma
2 dicembre[2] 1951
11ª giornata
Roma2 – 0
referto
SalernitanaStadio Nazionale

Salerno
9 dicembre[2] 1951
12ª giornata
Salernitana1 – 1
referto
TrevisoStadio Comunale

Salerno
16 dicembre[2] 1951
13ª giornata
Salernitana2 – 1
referto
LivornoStadio Comunale

Castellammare di Stabia
23 dicembre[2] 1951
14ª giornata
Stabia1 – 1
referto
SalernitanaStadio San Marco

Reggio nell'Emilia
30 dicembre[2] 1951
15ª giornata
Reggiana2 – 1
referto
SalernitanaStadio Comunale Mirabello

Salerno
6 gennaio[2] 1952
16ª giornata
Salernitana2 – 0
referto
Marzotto ValdagnoStadio Comunale

Salerno
13 gennaio[2] 1952
17ª giornata
Salernitana1 – 1
referto
VeneziaStadio Comunale

Pisa
20 gennaio[2] 1952
18ª giornata
Pisa1 – 1
referto
SalernitanaStadio Arena Garibaldi

Salerno
27 gennaio[2] 1952
19ª giornata
Salernitana2 – 2
referto
VicenzaStadio Comunale

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Verona
3 febbraio[2] 1952
20ª giornata
Verona3 – 0
referto
SalernitanaStadio Marcantonio Bentegodi

Modena
10 febbraio[2] 1952
21ª giornata
Modena0 – 0
referto
SalernitanaStadio Comunale

Salerno
17 febbraio[2] 1952
22ª giornata
Salernitana0 – 1
referto
CataniaStadio Comunale

Salerno
2 marzo[2] 1952
23ª giornata
Salernitana1 – 0
referto
SiracusaStadio Comunale

Genova
9 marzo[2] 1952
24ª giornata
Genoa0 – 1
referto
SalernitanaStadio Luigi Ferraris

Salerno
16 marzo[2] 1952
25ª giornata
Salernitana2 – 0
referto
MonzaStadio Comunale

Piombino
23 marzo[2] 1952
26ª giornata
Piombino1 – 2
referto
SalernitanaStadio Magona d'Italia

Salerno
30 marzo[2] 1952
27ª giornata
Salernitana0 – 1
referto
BresciaStadio Comunale
Arbitro:  Liverani (Torino)

Messina
6 aprile[2] 1952
28ª giornata
Messina2 – 1
referto
SalernitanaStadio Giovanni Celeste

Salerno
13 aprile[2] 1952
29ª giornata
Salernitana2 – 0
referto
FanfullaStadio Comunale

Salerno
20 aprile[2] 1952
30ª giornata
Salernitana2 – 2
referto
RomaStadio Comunale

Treviso
27 aprile[2] 1952
31ª giornata
Treviso4 – 1
referto
SalernitanaStadio Comunale

Livorno
4 maggio[2] 1952
32ª giornata
Livorno1 – 1
referto
SalernitanaStadio Comunale

Salerno
11 maggio[2] 1952
33ª giornata
Salernitana3 – 1
referto
StabiaStadio Comunale

Salerno
22 maggio[2] 1952
34ª giornata
Salernitana2 – 0
referto
ReggianaStadio Comunale

Valdagno
1º giugno[2] 1952
35ª giornata
Marzotto Valdagno0 – 1
referto
SalernitanaStadio dei Fiori

Venezia
8 giugno[2] 1952
36ª giornata
Venezia4 – 0
referto
SalernitanaStadio Pierluigi Penzo

Salerno
15 giugno[2] 1952
37ª giornata
Salernitana0 – 0
referto
PisaStadio Comunale

Vicenza
22 giugno[2] 1952
38ª giornata
Vicenza1 – 1
referto
SalernitanaStadio Romeo Menti

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie B 39 19 10 5 4 30 15 19 3 8 8 14 28 38 13 13 12 44 43 +1

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C C N T C T N T N T T C C T T C C T C T T C C T C T C T C C T T C C T T C T
Risultato V V N P P[5] P V N P N P N V N P V N N N P N P V V V V P P V N P N V V V P N N
Posizione 2 1 2 8 9 12 9 10 12 11 13 13 11 10 13 11 11 11 9 11 11 12 12 10 10 9 9 10 10 9 12 12 11 8 7 11 9 8

Fonte: Serie B - Classifiche, calciometro.it. URL consultato il 12 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2015).
Legenda:
Luogo: N = Campo neutro; C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[2][3]

Giocatore Scudetto.svg Serie B
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Bertoli, B. B. Bertoli 351??
Bertoloni, Q. Q. Bertoloni 323??
Cabas, B. B. Cabas 222??
Castagnola, G. G. Castagnola 244??
D'Ambrosi, A. A. D'Ambrosi 18-21??
Dardo, G. G. Dardo 30??
De Andreis, C. C. De Andreis 2711??
Fioravanti, R. R. Fioravanti 103??
Fragni, D. D. Fragni 360??
Gioia, A. A. Gioia 40??
Giraudo, F. F. Giraudo 155??
Griffith, A. A. Griffith 230??
Miniussi, P. P. Miniussi 251??
Moltrasio, L. L. Moltrasio 313??
Ronchi, M. M. Ronchi 174??
Silingardi, G. G. Silingardi 20-20??
Sotgiu, P. P. Sotgiu 203??
Taccola, M. M. Taccola 362??
Tuccini, M. M. Tuccini 180??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stadio Donato Vestuti, comune.salerno.it.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap Vitale, pp. 142-145.
  3. ^ a b Serie B 1951-52, salernitanastory.it.
  4. ^ La gara venne disputata sul campo neutro di Palermo, fonte: Vitale, pag. 145
  5. ^ a b La gara venne sospesa al minuto 75 sul risultato di 0-1 per invasione di campo, in seguito il Giudice sportivo assegnerà la vittoria al Genoa per 0-2, fonte: Vitale, pag. 145
  6. ^ La gara venne disputata sul campo neutro di Vomero, fonte: Vitale, pag. 145
  7. ^ La gara venne disputata sul campo neutro di Caserta, fonte: Vitale, pag. 145

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Vitale, Salernitana storia di gol sorrisi e affanni, International Printing Editore, 2010, ISBN 978-88-7868-094-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]