Unione Sionista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione Sionista
HaMaḥaneh HaTziyoni
המחנה הציוני
Zionist Union.svg
LeaderAvi Gabbay
Tzipi Livni
StatoIsraele Israele
Fondazione10 dicembre 2014
Dissoluzione1º gennaio 2019
IdeologiaLiberalismo sociale,
Progressismo,
Sionismo,
Soluzione dei due Stati
CollocazioneCentro-sinistra
CoalizioneAlleanza comprendente Partito Laburista Israeliano, HaTnuah e HaTnuʿa HaYeruqa
Seggi massimi Knesset
24 / 120
Sito web

L'Unione Sionista (in ebraico המחנה הציוני, traslitterato HaMaḥane HaẒioni) è stata una lista elettorale di centrosinistra presentata alle elezioni parlamentari in Israele del 2015, costituita dal Partito Laburista Israeliano di Isaac Herzog e da HaTnuah di Tzipi Livni.[1]

L'accordo prevedeva inizialmente che, in caso di vittoria della lista, Herzog e la Livni si sarebbero alternati, due anni a testa, nella carica di Primo ministro di Israele;[2] la stessa Livni rinunciò però alla rotazione il 16 marzo 2015, alla vigilia delle elezioni.[2]

La lista ha ottenuto il 18,67%, eleggendo 24 parlamentari alla Knesset, venendo sconfitta dal Likud del premier uscente Benjamin Netanyahu.[1]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Parlamentari 2015 786 075 18,67 24[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ha vinto Netanyahu, il Post, 18 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  2. ^ a b (EN) Marissa Newman, Livni forgoes rotating premiership with Herzog, The Times of Israel, 16 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  3. ^ (EN) Final Unofficial results of the Elections for the Twentieth Knesset, Central Elections Committee, 19 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]