Underwater (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underwater
Underwater film.jpg
Kristen Stewart in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2020
Durata95 min
Rapporto2,39:1
Genereorrore, fantascienza
RegiaWilliam Eubank
SoggettoBrian Duffield
SceneggiaturaBrian Duffield, Adam Cozad
ProduttorePeter Chernin, Tonia Davis, Jenno Topping
Produttore esecutivoKevin Halloran
Casa di produzioneChernin Entertainment, 20th Century Fox
Distribuzione in italianoWalt Disney Studios Motion Pictures
FotografiaBojan Bazelli
MontaggioTodd E. Miller, Brian Berdan, William Hoy
Effetti specialiBlair Clark
MusicheMarco Beltrami, Brandon Roberts
ScenografiaNaaman Marshall
CostumiDorotka Sapinska
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Underwater-logo.png
Logo ufficiale del film

Underwater è un film del 2020 diretto da William Eubank.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un impianto di trivellazione situato sul fondo della fossa delle Marianne è colpito da un forte terremoto che ne distrugge intere sezioni: gli unici membri superstiti dell'equipaggio sono l'ingegnere meccanico Norah e i ricercatori Rodrigo e Paul. Dopo aver momentaneamente arrestato il collasso, Norah si dirige con gli altri verso il locale delle capsule di salvataggio, trovandovi però solo il capitano della base a informarli che queste sono già partite. Unitisi ad altri due sopravvissuti, la biologa Emily e il suo ragazzo Liam, scoprono dell'impossibilità di contattare la superficie e le Tian Industries, proprietarie dell'impianto. Il gruppo decide quindi di indossare delle tute pressurizzate per attraversare un miglio di fondale oceanico fino alla vicina trivella di Roebuck, nella speranza di riemergere da lì prima che sia troppo tardi.

Appena calatisi sul fondale, l'elmetto difettoso di Rodrigo implode però sotto la pressione dell'acqua, uccidendolo. Durante il tragitto, il gruppo nota un vicino SOS proveniente da una delle capsule di salvataggio, che trovano distrutta e contenente il cadavere martoriato di un membro dell'equipaggio: mentre lo ispezionano, una creatura fuoriesce dal corpo e li attacca, venendo uccisa da Liam. Emily conferma che sembra trattarsi di una specie ancora sconosciuta, forse risvegliata dalle trivellazioni, quando il gruppo viene attaccato da una sua versione più grande e umanoide. Mentre fuggono verso il tunnel d'accesso a metà strada, l'impianto esplode e i detriti danneggiano il depuratore d'ossigeno della tuta di Liam. Anche il tunnel è stato danneggiato, interrompendosi e costringendoli a percorrere un breve tratto sott'acqua uno alla volta. Quando è il turno di Paul, però, questo viene ghermito e ucciso dalla creatura.

Il gruppo deve attraversare un ultimo tratto di fondale prima della Roebuck, ma è rallentato da Liam, che respira fumi tossici a causa del suo depuratore danneggiato: così facendo cadono di nuovo preda della creatura, che trascina con sé Norah e il capitano. Per salvarla dal letale cambio di pressione, quest'ultimo si sacrifica, sganciandosi da lei e facendosi esplodere con la creatura. Ricongiuntasi con Emily, che sta trascinando un semi-incosciente Liam, Norah scopre che davanti all'entrata della trivella sono appollaiate decine di creature come quella che ha affrontato, addormentate. In procinto di finire l'ossigeno, provano a entrare di soppiatto attraverso, ma vengono scoperte: una delle creature fagocita Norah, che riesce però a squarciarla dall'interno con un razzo di segnalazione. Prima che le altre possano attaccarli, però, vengono richiamate da una gigantesca creatura: Cthulhu,[1] il quale inizia a distruggere la trivella.

I tre riescono a raggiungere il locale delle capsule di salvataggio, ma Norah scopre che solo due di esse funzionano ancora: decide quindi di cederle alla coppia, memore del suo fidanzato morto anni prima in un'immersione. Dopo aver notato che le creature stanno inseguendo le capsule e sapendo di non avere comunque scampo, Norah decide di sacrificarsi sovraccaricando i motori principali della trivella, causando un'enorme esplosione che travolge lei, Cthulhu e tutte le altre creature e permette alle capsule di raggiungere la superficie. Nei mesi seguenti all'incidente, le Tian Industries insabbiano quanto accaduto, distruggendo tutte le registrazioni dell'evento e secretando le testimonianze di Emily e Liam: la compagnia annuncia infine di essere intenzionata a procedere nuovamente con le trivellazioni sottomarine.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

William Eubank ha diretto il film, prodotto dalla Chernin Entertainment per 20th Century Fox, a partire da una sceneggiatura scritta da Brian Duffield e revisionata da Adam Cozad.[2][3] Nel febbraio del 2017, Kristen Stewart è stata annunciata come protagonista.[2][3] Le riprese sono cominciate nel mese di aprile dello stesso anno e si sono tenute per due mesi a New Orleans, in Louisiana.[4][5]

Il film è stato co-finanziato dalla TSG Entertainment e ha avuto un budget stimato attorno ai 50/80 milioni di dollari.[6][7]

Il design dei mostri, originariamente più simili a dei calamari, è stato cambiato in fase di post-produzione dopo che sia Eubank che Andrés Muschietti si erano trovati concordi nel non ritenerlo sufficientemente spaventoso.[8] Virando quindi verso un'atmosfera «più mistica» e vicina all'orrore cosmico descritto da H. P. Lovecraft, il regista ha deciso di sostituire anche il mostro finale (nella sceneggiatura un gigantesco behemoth simile a una balena) con Cthulhu, essendo quest'ultimo un personaggio di pubblico dominio.[1]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer è stato diffuso online il 19 agosto 2019.[9]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi da 20th Century Fox a partire dal 10 gennaio 2020.[10] È stato l'ultimo film distribuito sotto l'etichetta Fox prima che il nuovo proprietario di quest'ultima, la Walt Disney Company, ne cambiasse il nome in 20th Century Studios.[11]

In Italia è stato distribuito a partire dal 30 gennaio dello stesso anno.[12]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Underwater ha incassato 17,3 milioni di dollari in Canada e negli Stati Uniti e 23,6 milioni nel resto del mondo, per un totale di 40,9 milioni di dollari, non riuscendo a coprire i propri costi di produzione e risultando quindi un flop commerciale.[13]

Nel suo primo weekend di programmazione nordamericano, dove concorreva principalmente con le espansioni delle distribuzioni de Il diritto di opporsi e di 1917 per un incasso previsto attorno agli 8 milioni di dollari,[6][14] il film ne ha incassati appena 7, finendo al settimo posto.[7] Secondo i sondaggi di CinemaScore, gli spettatori gli hanno assegnato un punteggio in media pari a "C" su una scala da A+ a F.[7] Il weekend successivo, il film ha subito un calo del 48%, incassando 3,6 milioni (4,8 milioni contando il ponte del Martin Luther King Day) e classificandosi 11º.[15]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore di recensioni online Rotten Tomatoes, il film ha una percentuale di gradimento da parte della critica del 47%, basata su 198 critiche, con un voto medio di 5,2 su 10.[16] Su Metacritic, che utilizza una media aritmetica ponderata, il film ha un punteggio di 48 su 100, basato su 37 recensioni da parte della critica, ad indicare «giudizi contrastanti o nella media».[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) John Squires, [Spoilers] 'Underwater' Director Confirms That You Saw What You Thought You Saw in the Final Act, su bloody-disgusting.com, 17 gennaio 2020. URL consultato il 9 giugno 2020.
  2. ^ a b (EN) Anita Busch, Kristen Stewart In Final Negotiations To Star In Fox Movie 'Underwater', su deadline.com, 22 febbraio 2017. URL consultato il 9 giugno 2020.
  3. ^ a b (EN) Dave McNary, Kristen Stewart in Talks to Star in Adventure-Thriller ‘Underwater’, su Variety, 22 febbraio 2017. URL consultato il 9 giugno 2020.
  4. ^ Rebecca Ford, Vincent Cassel, 'Get Down' Star Mamoudou Athie Join 'Underwater', su The Hollywood Reporter, 4 maggio 2017. URL consultato il 10 luglio 2017.
  5. ^ (EN) Gregory Wakeman, T.J. Miller Compares Underwater To Two Classic James Cameron Films, su cinemablend.com, 22 maggio 2017. URL consultato il 10 luglio 2017.
  6. ^ a b (EN) Rebecca Rubin, Will ‘1917’ Get Box Office Boost After Golden Globes Wins?, su Variety, 7 gennaio 2020. URL consultato l'8 gennaio 2020.
  7. ^ a b c (EN) Anthony D'Alessandro, ‘1917’ Strong With $36M+, But ‘Like A Boss’ & ‘Just Mercy’ Fighting Over 4th With $10M; Why Kristen Stewart’s ‘Underwater’ Went Kerplunk With $7M, su deadline.com, 10 gennaio 2020. URL consultato il 10 gennaio 2020.
  8. ^ Filmato audio (EN) Underwater Ending EXPLAINED By Director William Eubank, su YouTube, 16 gennaio 2020. URL consultato il 9 giugno 2020.
  9. ^ Federico Gironi, Kristen Stewart nel primo trailer di Underwater, thriller sottomarino diretto da William Eubank, su Comingsoon.it, 19 agosto 2019. URL consultato il 20 agosto 2019.
  10. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Disney-Fox Updates Release Schedule: Sets Three Untitled 'Star Wars' Movies, 'New Mutants' Heads To 2020, 'Ad Astra' To Open Fall & More, su deadline.com, 7 maggio 2019. URL consultato il 7 maggio 2019.
  11. ^ (EN) Adam Vary, Disney Drops Fox Name, Will Rebrand as 20th Century Studios, Searchlight Pictures, su Variety, 17 gennaio 2020. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  12. ^ Underwater, da giovedì 30 gennaio al cinema, su MyMovies.it, 30 settembre 2019. URL consultato il 9 giugno 2020.
  13. ^ (EN) Travis Clark, The 5 movies that have been the biggest box-office flops of 2020 so far, su Business Insider, 2 marzo 2020. URL consultato il 9 giugno 2020.
  14. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘1917’ Advance Ticket Sales Already Fired Up From Golden Globe Wins As Sam Mendes Pic Sees $25M Opening, su deadline.com, 6 gennaio 2020. URL consultato il 7 gennaio 2020.
  15. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘Bad Boys For Life’ So Great With $100M+ Worldwide; ‘Dolittle’ Still A Dud With $57M+ Global – Box Office Update, su deadline.com, 19 gennaio 2020. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  16. ^ (EN) Underwater, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 9 giugno 2020. Modifica su Wikidata
  17. ^ (EN) Underwater, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato il 9 giugno 2020. Modifica su Wikidata

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema