Underoath

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underoath
Underoath.jpg
La band in concerto nel 2005
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereChristian metalcore[1][2]
Metalcore[1][2]
Screamo[1][2]
Emo[1][2]
Periodo di attività musicale1998 – 2013
2015 – in attività
EtichettaTooth & Nail
Solid State
Takehold
Album pubblicati7
Studio5
Live1
Raccolte1
Sito ufficiale

Underoath (spesso stilizzato Underøath, underOATH o UnderOath), gruppo musicale statunitense formatosi a Tampa, Florida, nel 1998.

Dalla sua formazione il gruppo ha cambiato sostanzialmente genere, passando dal melodic death metal a produzioni sostanzialmente metalcore, emo, screamo e post-hardcore. La band si è dichiarata appartenente alla corrente christian metal[3][4][5][6].

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Formazione e Act of Depression (1997 – 2000)[modifica | modifica wikitesto]

La formazione degli Underoath avviene a Ocala in Florida, il 30 novembre 1997 con Dallas Taylor ed il chitarrista Luca Morton, tra l'altro ideatore del nome del gruppo, "from somewhere in the Bible"[7]. Si aggiunsero poi alla band, nell'ordine, il batterista Aaron Gillespie, che frequentava la chiesa di Morton, poi vennero reclutati il chitarrista Corey Steger e il bassista Octavio Fernandez; tutti i membri della band frequentavano liceo.

Dopo un anno di concerti principalmente alle feste, e tour in Florida, gli Underoath firmarono nel 1999 un contratto con l'Alabama Takehold Records, ma nel frattempo Luca Morton aveva lasciato la band. Gli Underoath pubblicarono il loro album di debutto dal titolo, Act of Depression, album che vendette oltre 2.000 copie.

Cries of the Past e The Changing of Times (2000 – 2003)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000, entrò nel gruppo il tastierista Christopher Dudley. Nello stesso anno realizzarono il secondo album dal titolo, Cries of the Past, album che vendette più di 3.000 copie. Attualmente, sia Act of Depression e Cries of the Past non sono più in produzione.

Nel 2001, la Records Takehold venne acquisita dalla Tooth & Nail Records, per cui gli Underoath decisero di firmare un nuovo contratto con l'etichetta hard rock, Solid State Records. Nel gennaio 2002, il bassista Grant Brandell entrò nella band. Sempre nel 2002, il gruppo iniziò poi a lavorare sul terzo album, The Changing of Times, in collaborazione con il produttore James Paul Wisner. L'album fu pubblicato il 26 febbraio 2002 e produsse un singolo dal titolo, When The Sun Sleeps. La band fu criticata per lo stile musicale adottato in quanto, secondo l'opinione dei fan, avevano modificato il suono rispetto ai loro dischi precedenti, generalmente rientranti nel sottogenere del punk rock, l'hardcore. Nel 2003, gli Underoath produssero l'album del primo Vans Warped Tour, tour che tuttavia terminò quando fu chiesto a Taylor di lasciare la band. Secondo gli altri componenti del gruppo, in accordo con il tastierista Chris Dudley, Taylor non poteva, per diversi motivi mai del tutto esplicitati, rimanere in tour con gli Underoath. Nell'agosto del 2003 la band partì per un tour di supporto con gli Atreyu, con Matt Tarpey cantante temporaneo. Nell'ottobre 2003, al Fest CMJ in New York City, venne presentato per la prima volta, il nuovo cantante, Spencer Chamberlain. Dopo essere divenuto membro permanente, Chamberlain e gli Underoath discussero la possibilità di cambiare nome, per diventare una nuova band, ma non se ne fece nulla.

They're Only Chasing Safety (2004 – 2005)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il tour del 2003 gli Underoath iniziarono a lavorare su di un nuovo album, programmando la registrazione per il febbraio 2004. Durante i primi mesi del 2004, per pubblicizzare il nuovo album vennero organizzati diversi tour, assieme agli Saosin, i The Devil Wears Prada, i Pain of Salvations, e i The Famine.

Nella sua prima settimana, il brano Lost, dell'album The Sound of Separation, ha debuttato alla posizione n° 8 della classifica Billboard 200, vendendo circa 56.000 copie nei soli Stati Uniti. La band poi ha realizzato un video per la canzone del nuovo album "Desperate Times, Desperate Measures". Nel dicembre del 2008, hanno intrapreso il loro primo tour sudamericano. La band ha suonato sei concerti in Brasile, Argentina, Cile e Colombia. Gli Underoath hanno partecipato anche al Warped Tour 2009.

Ø (Disambiguation) (2010)[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 aprile 2010 la band annuncia su Facebook, che, una volta terminato il Tour Europeo, Aaron lascerà la Band per dedicarsi ad altri progetti. L'ultimo show della band con il talentuoso batterista avviene a Milano il 6 aprile. Il 24 maggio 2010 gli Underoath avviano la registrazione del loro nuovo album che vedrà luce per la fine del 2010 e su Twitter annunciano il nuovo batterista Daniel Davison ex Norma Jean. Nel settembre 2010 vengono rivelati tramite MySpace e Facebook la data ed il titolo del nuovo album: Ø (Disambiguation), poi pubblicato il 9 novembre 2010. Il nuovo disco uscirà in Nord America con l'etichetta Solid State, mentre nel resto del mondo, Italia compresa, con la Roadrunner.

Anthology 1999-2013 e lo scioglimento (2012-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 2012 il leader Spencer Chamberlain annuncia dai social network l'imminente scioglimento della band. Il vocalist sostienne che questi furono i 15 anni più belli della sua vita, ma realizzò che era arrivato il momento di dedicarsi ad altro. Il 6 novembre 2012 viene quindi pubblicata dalla Solid State Records una raccolta definitiva della band, Anthology 1999-2013, che comprende 17 canzoni tratte dai 7 album degli Underoath e due inediti: Sunburnt e Unsound. All'album farà seguito nel 2013 un tour di addio.

Il ritorno (2015-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2015 iniziano ad essere pubblicati, sui diversi canali social della band, criptici video accompagnati dalla frase, "Rebirth is coming". Il 17 agosto viene annunciato che, per la prima volta dal loro scioglimento nel 2013, gli Underoath si esibiranno nuovamente dal vivo insieme, il 19 marzo 2016, in occasione del Self Help Fest a San Bernardino, California. La data sarà la prima del loro Rebirth Tour per tutti gli Stati Uniti. Il 22 febbraio 2018 venne pubblicato un nuovo singolo, "On My Teeth", singolo che anticipa il nuovo album "Erase Me" in uscita il 6 Aprile 2018, sotto l'etichetta Fearless Records.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Data Etichetta
Act of Depression 4 luglio 1999 Takehold Records
Cries of the Past 4 luglio 2000 Takehold Records
The Changing of Times 26 febbraio 2002 Solid State Records
They're Only Chasing Safety 15 giugno 2004 Solid State Records / Tooth & Nail Records
They're Only Chasing Safety (Special Edition) 4 ottobre 2005 Solid State Records / Tooth & Nail Records
Define the Great Line 20 giugno 2006 Solid State Records / Tooth & Nail Records
Lost in the Sound of Separation 2 settembre 2008 Solid State Records / Tooth & Nail Records
Ø (Disambiguation) 9 novembre 2010 Solid State Records / Tooth & Nail Records
Erase Me 6 aprile 2018 Fearless Records

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Data Etichetta
Survive, Kaleidoscope 27 maggio 2008 Solid State Records / Tooth & Nail Records

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Album
2002 When the Sun Sleeps The Changing of Times
2004 Reinventing Your Exit They're Only Chasing Safety
2005 It's Dangerous Business Walking out Your Front Door
2006 Writing on the Walls Define the Great Line
In Regards to Myself
2007 You're Ever so Inviting
A Moment Suspended in Time
2008 Desperate Times Desperate Measures Lost in the Sound of Separation
Too Bright to See, Too Loud to Hear
2018 On My Teeth Erase Me

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Underoath, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 29 agosto 2013.
  2. ^ a b c d Faith No More (Sort Of), Citybeat.com. URL consultato il 29 agosto 2013.
  3. ^ We're a Christian band[collegamento interrotto]
  4. ^ We're a Christian band Archiviato l'11 ottobre 2007 in Internet Archive.
  5. ^ We're a Christian heavy rock band
  6. ^ I feel like I want people to know we're a Christian band
  7. ^ Trad.Ing.:"Tratto da qualche parte dalla Bibbia".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN142693436 · ISNI (EN0000 0001 2271 2904 · LCCN (ENno2005109526 · GND (DE10340132-5 · BNF (FRcb150941379 (data)