Undercover (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Undercover
Titolo originalePod Prikritie
PaeseBulgaria
Anno2011-2016
Formatoserie TV
Generedrammatico
Stagioni5
Episodi60
Durata50 min (episodio)
Lingua originalebulgaro
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreDimitar Mitovski
Casa di produzioneBulgarska Nacionalna Televizija, Camera Ltd.
Prima visione
Prima TV originale
Dal17 aprile 2011
Al4 giugno 2016
Rete televisivaBNT 1
Prima TV in italiano
Dal3 settembre 2015
Alin corso
Rete televisivaPremium Action

Undercover (ovvero Pod Prikritie pɔt pri'kritiɛ - traslitterato dal titolo originale in lingua bulgara Под Прикритие - traducibile in italiano con "sotto copertura") è una serie televisiva bulgara trasmessa per cinque stagioni tra il 2011 e il 2016 su BNT 1.

La serie racconta la storia di un agente di polizia sotto copertura, Martin Hristov, interpretato da Ivaylo Zahariev, che viene infiltrato nell'organizzazione criminale di carattere mafioso guidata dal boss Petar "Dzharo" Tudzharov, interpretato da Mihail Bilalov. Si ispira parzialmente al film del 2006 The Departed - Il bene e il male di Martin Scorsese.[1]

In Italia viene trasmessa in prima visione assoluta dal 3 settembre 2015 sul canale a pagamento Premium Action che la ribattezza Undercover; in chiaro viene trasmessa dal 20 giugno 2016 su TOP Crime.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Martin Hristov, un agente con un addestramento speciale, viene infiltrato sotto copertura nell'organizzazione della mafia bulgara guidata da Dzharo. La sua difficile missione si complica quando incontra la ragazza del boss, Sunny. Sempre sotto copertura viene promosso nella gerarchia del mondo mafioso e diviene parte di un mondo permeato di crimine, violenza e corruzione.[2]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

  • Ivaylo Zahariev: Martin Hristov
  • Vladimir Penev: Detective, ispettore Emil Popov
  • Mihail Bilalov: Petar Tudzharov detto "Dzharo" (stagioni 1-4)
  • Zahary Baharov: Ivo Andonov
  • Marian Valev: Rosen Gatzov "Kukata"
  • Kiril Efremov: Tisho "Golemiya Bliznak"
  • Alexander Sano: Zdravko Kiselov "Kosuma" (stagioni 1-3)
  • Ventsi Yankov: Niki - "Malkiya Bliznak" (stagioni 1-3)
  • Irena Miliankova: Silvia "Sunny" Veleva (stagioni 1-2)
  • Milena Nikolova: Adriana (stagioni 1-4)
  • Plamen Manasiev: Ispettore Mihail Zarev
  • Yosif Shamli: Ispettore Atanas Kirov
  • Lyuben Kunev: Ispettore Todor Todorov
  • Snezhana Makaveeva: Zornitsa Popova (stagioni 1-4)
  • Liliya Maravilya: Margarita Popova
  • Koyna Ruseva: Boyana Vasileva (stagioni 1-3)
  • Tsvetana Maneva: Tsveta Andonova (stagioni 1-3)
  • Hristo Mutafchiev: Aleksandar Mironov (stagioni 1-2)
  • Petar 'Chocho' Popyordanov: Ispettore Momchil Neshev (stagioni 2-3)
  • Teodora Duhovnikova: Elitsa Vladeva (stagioni 2-3)
  • Mehmet Ulay: Faruk (stagioni 4-5)
  • Yavor Baharov: Bardem/Mesut (stagione 4)
  • Yoanna Temelkova: Niya Tudzharova (stagione 4-5)
  • Boyko Krastanov: Erol Metin (stagioni 4-5)
  • Hristo Petkov: Rony (stagione 5)
  • Silviya Petkova: Yana Taneva (stagione 5)

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Bulgaria Prima TV Italia
Prima stagione 12 2011 2015
Seconda stagione 12 2011–2012 2015
Terza stagione 12 2012-2013 2015-2016
Quarta stagione 12 2014 2016
Quinta stagione 12 2016 inedita

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu accolta favorevolmente sia dalla critica che dal pubblico. Secondo il critico Emil Antonov di Avtora.com la serie "offre agli spettatori un'atmosfera dinamica e tesa, personaggi interessanti per un poliziesco, attraenti per gran parte dell'audience locale. Nonostante molte delle storie del nuovo cinema della Bulgaria ruotino attorno al periodo di transizione e sviluppo del mondo criminale bulgaro, Dimitar Mitovski, cerca di spezzare questo leitmotif. Crea una storia che tocca le corde dei Bulgari ed è sufficientemente dinamica da distrarci dalle vite di tutti i giorni".[1]

La serie ha ricevuto cinque nomination per i Golden Nymph Award al Festival della televisione di Monte Carlo del 2012: Sevda Shishmanova, Dimitar Mitovski e Ivan Doiko sono stati candidati nelle categorie miglior produttore europeo di una serie drammatica e miglior produttore internazionale di una serie drammatica; Mihail Bilalov ed Zachary Baharov nella categoria miglior attore in una serie drammatica; e Irena Miliankova in quella per la miglior attrice in una serie drammatica.[3] La serie ha inoltre vinto il premio "The Golden Umbrella" alla miglior serie, oltre che i premi alla miglior fotografia, alla miglior colonna sonora e per serie più popolare al MediaMixx International Festival del 2012, dedicato ai prodotti d'intrattenimento del centro e dell'est europeo..[4]

Tuttavia, ricevette anche critiche per le scene di violenza, a sfondo sessuale, con uso di droghe e per l'uso di linguaggio molto scurrile. Durante la quarta stagione, per questi motivi, la presidente di BNT Vera Ankova minacciò di sospendere il finanziamento della produzione.[5] Inoltre, furono proposte multe per i contenuti ritenuti inadatti ad essere trasmessi in prima serata.[6] Non furono poi somministrate multe, ma la trasmissione fu spostata alla seconda serata.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (BG) Emil Antonov, Под прикритие, in Avtora.com, 6 aprile 2012. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  2. ^ (BG) Под прикритие, su podprikritie.bg. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2015).
  3. ^ (BG) Шишманова, Митовски, Билалов и още трима с номинации в Монте Карло за "Под прикритие", in 24 Chasa, 9 aprile 2012. URL consultato il 4 gennaio 2015.
  4. ^ (BG) "Под прикритие" обра наградите на фестивала "Медиамикс" в Албена, in tialoto.bg, 14 giugno 2012. URL consultato il 4 gennaio 2015.
  5. ^ a b (BG) Шефката на БНТ Вяра Анкова бясна на порното в кримката!, in ПИК, 15 marzo 2015.
  6. ^ (BG) СЕМ няма да глобява "Под прикритие" за вулгарен език, in blitz.bg, 4 febbraio 2014. URL consultato il 4 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]