Notte al museo - Il segreto del faraone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Notte al museo - Il segreto del faraone
Una notte al museo 3.jpg
I protagonisti del film in una scena del trailer
Titolo originale Night at the Museum: Secret of the Tomb
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2014
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, fantastico, avventura
Regia Shawn Levy
Sceneggiatura Robert Ben Garant, David Guion, Michael Handelman, Thomas Lennon
Produttore Shawn Levy, Chris Columbus, Michael Barnathan
Casa di produzione 21 Laps Entertainment 1492 Pictures
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Guillermo Navarro
Musiche Alan Silvestri
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Notte al museo - Il segreto del faraone (Night at the Museum: Secret of the Tomb) è un film del 2014 diretto da Shawn Levy. La pellicola è il seguito del film Una notte al museo 2 - La fuga del 2009.

L'edizione home video è stata distribuita con il titolo Una notte al museo 3 - Il segreto del faraone. [1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1938, durante una spedizione in Egitto, il giovane C.J. Fredericks capita sopra un muro cedevole e precipita all'interno della tomba del Faraone Ahkmenrah.

Scoperta la sepoltura, il padre, con la collaborazione degli scavatori, carica i camion con i preziosi oggetti, tra cui la Tavola di Ahkmenrah.

Oggi, nel presente, Larry Daley e Sacajawea rivedono la lista per il programma serale: infatti, quella notte tutti si sarebbero esibiti in pubblico sotto forma di effetti speciali. Stava giusto assicurandosi gli ultimi dettagli quando Ahk lo chiama per dare un'occhiata alla tavola: infatti un piccolo angolo del manufatto è diventato verde.

Il faraone rivela che il padre conosceva i segreti dell'oggetto meglio di lui e che non li ha rivelati mai a nessuno; appena finito di dire questa frase la strana muffa corrode di più la tavola e il re ha una specie di svenimento che si arresta solo quando la corrosione ha fine. Larry rimane accordato con Ahkmenrah che avrebbero risolto il problema il giorno dopo.

Quando lo spettacolo inizia tutto sembra andare bene, ma la tavola si corrode ancora e tutto finisce con un disastro.

Quando il guardiano notturno torna a casa scopre che il figlio adolescente Nicky ha dato una festa a sua insaputa e manda via tutti; dopo una breve discussione con Nicky, Larry, abbastanza seccato, gli lascia il compito di pulire tutto.

Il mattino dopo si reca nella biblioteca del museo per consultare i documenti riguardanti la tavola, quando la bibliotecaria gli dice che il ragazzino della spedizione è Cecil Fredericks, l'antagonista del primo episodio; Larry allora va a parlarci e scopre che i genitori di Ahkmenrah sono in Inghilterra, precisamente al British Museum di Londra.

Per risolvere il problema cerca di convincere il Dottor McPhee, che è stato licenziato per l'incidente del programma serale, a portare Ahk e la tavola a Londra; inizialmente non collabora, ma alla fine accetta.

Larry e il figlio guidano il furgone fino al museo londinese, dove incontrano Tilly, la guardiana cicciottella e logorroica che apre loro il cancello.

Scaricata la cassa Larry si nasconde e Nicky porta via il camioncino; quando la signora si addormenta e la tavola brilla, il guardiano apre la cancellata al figlio e insieme si fanno aprire la porta dal faraone che rivela loro che anche gli altri erano venuti: Teddy, Attila, Sakagawea, Dexter, Jedediah, Ottavio e Lè, il primitivo che assomiglia a Larry. Siccome quest'ultimo si arrecava svantaggioso, Larry gli appioppa il compito di sorvegliare la porta; finalmente il gruppo si incammina, ma arrivati in un corridoio un Triceratopo sbarra loro la strada; il guardiano gli tira un osso, ma, invece di riportarlo, il bestione lo spacca in due. Bisogna ricorrere al piano B: SCAPPARE! I personaggi, correndo, giungono in una stanza dove corre in loro aiuto Sir Lancillotto che decide di accompagnarli in Egitto. Attila però si accorge che Jed e Ottavio non ci sono: infatti sono caduti nelle condutture del riscaldamento. Larry allora disattiva l'aria e manda Dexter a cercarli rintracciando il telefonino del figlio. Grazie a ciò giungono in India e Ahk e Teddy spiegano al cavaliere come tutto ciò abbia preso vita; ma lui non capisce e prosegue per tagliare attraverso l'Asia.

Nel frattempo le miniature sono giunte in una città deserta e Ottavio legge il nome: IEPWOP. Poi vedono la gente che corre via e, credendo fossero loro a creare paura, si mettono a fare i mostri.

Intanto Larry e gli altri giungono in Asia dove un Garuda del Tibet impedisce l'accesso a una stanza: infatti un terribile Xiangliu (un serpente-demone a nove teste) sta dormendo. Il gruppo si nasconde ai lati della porta e si decide che gli si deve girare intorno.

La scena si sposta sul cow-boy e sul romano che dopo un terremoto capiscono il nome della città: POMPEI. Troppo tardi: via a correre per sfuggire alla lava emessa dal modellino del Vesuvio che è eruttato.

Nella stanza dello Xiangliu è successo un imprevisto: la corrosione sulla tavola è cresciuta e Ahk è caduto indietro, Teddy parla ininterrottamente, Sakagawea si è bloccata, Attila ha un attacco di fifonaggine e si è andato a rifugiare assieme al faraone che respira malamente dietro le gambe di Larry. Tocca quindi a lui, Nicky e Lancillotto combattere il mostro che nel frattempo si è svegliato. Ma torciate e colpi di spada non servono. Quindi al guardiano notturno viene un'idea: prende il defibrillatore e dà la scossa al demone.

Le miniature si sono salvate grazie a Dexter che ha solidificato la lava facendoci pipì sopra; decidono quindi di avvisare Larry, ma il suo telefono è stato schiacciato dallo Xiangliu e Teddy, a causa della corrosione, sta tornando di cera. I protagonisti decidono allora di andare a riparare la tavola e cercare Jedediah e Ottaviano più tardi.

Il gruppo, nel frattempo giunto in Egitto, esclude Lancillotto perché di troppo; quando entrano nel tempio incontrano Merenkahre e Shepseheret, padre e madre di Ahkmenrah, che abbracciano il figlio.

Dopo una breve discussione tra Larry e Merenkahre sulle rispettive religioni, il faraone porge la tavola al padre che dice che sta perdendo potere e per ripararla dovrebbe divulgare il segreto del manufatto. Grazie al figlio, il re rivela la storia: quando Ahk era nato, il padre se ne era affezionato subito e, per non separare mai la famiglia, fece forgiare la tavola che fu bagnata dalla luce della luna. La tomba fu progettata in modo che il manufatto fosse sempre stato illuminato. In assenza del chiarore, l'oggetto ne era sempre stato lontano e perciò era corrosa. Appena finito di parlare,la muffa sale ancora e tutti sono sempre più deboli. Larry allora prende la tavola e corre al solaio lì vicino, ma prima di girare l'ultima placca Lancillotto gliela prende perché la crede il santo Graal ed è costretto a inseguirlo. Con Teddy entra nel quadro Relativity, dove, dopo un lungo scontro, il cavaliere riesce a scappare.

I protagonisti intanto si sono riuniti e si spartiscono i posti da controllare: il guardiano si occupa dell'ingresso principale dove infatti Lancillotto sta andando via in sella a un cavallo; ma, prima di riuscire a muovere un solo passo, si ritrova la guardiana davanti che minaccia di dare una martellata in testa al Neanderthal: quindi i due "gemelli" vengono rinchiusi in una stanza.

Intanto Attila, Nicky e Dexter rinchiudono Tilly nel suo ufficio e Larry e Lè fuggono grazie al primitivo che rompe il vetro con la testa. Il gruppo è riunito e il guardiano manda Lè a sorvegliare la signora, ma a Teddy non si muovono più le braccia e ad Attila si è bloccato un occhio.

Nel frattempo Lancillotto è arrivato in una piazza e la tavola risveglia quattro leoni di metallo che braccano i nostri protagonisti; ma per fortuna il guardiano notturno li distrae con la luce della torcia (suggerimento di Jed ed Ottaviano che all'inizio avevano visto un video di gatti che giocano con un laser) e prendono un autobus per il Palladium, dove il cavaliere scambia Hugh Jackman e Alice Eve per Artù e Ginevra; quando apprende che niente è vero comincia ad arrabbiarsi.

Quando i personaggi sopraggiungono Lancillotto cerca di fuggire, ma dopo aver visto le conseguenze della corrosione (nel frattempo avanzata) si convince e consegna la tavola a Larry che la espone alla luce della luna rinnovando la magia e salvando i suoi amici. Tornati al museo inglese i personaggi decidono di lasciare lì Ahkmenrah e la tavola; dopo essere usciti recuperano Lè che si è innamorato di Tilly e partono per il museo americano.

Tornati a New York, tutti si dicono addio tristemente e l'alba arriva, materializzando i personaggi storici.

Tre anni dopo, una mostra itinerante arriva al museo di storia naturale e McPhee, ritornato a lavorare al museo, viene lasciato stupito dalla tavola che brilla al tramonto, consegnata da Tilly. Conosce tutti i personaggi e balla insieme a loro; fuori dal museo, Larry, che intanto si è laureato ed è diventato professore di storia, sorride.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La 20th Century Fox dopo il successo dei primi due film già dal gennaio del 2010 stava progettando il terzo film della saga e aveva chiesto a Thomas Lennon di scrivere la sceneggiatura[2]. Nell'ottobre 2011 Ben Stiller diede la conferma dell'avvio del terzo film della saga, che arriverà nel 2012 nelle sale americane e nel 2013 in quelle europee[3]. Nel febbraio 2012 il regista Shawn Levy aveva già dato la sua disponibilità a dirigere il film[4].

Dopo l'annuncio di Levy alla regia, cominciarono a circolare voci secondo cui le riprese del film sarebbero cominciate ad agosto 2012[5]. Il 5 maggio 2012 la produzione ufficializzò il ritorno di Ben Stiller e Ricky Gervais che torneranno a interpretare i rispettivi ruoli[5], mentre il 10 luglio 2012 Dan Stevens firmò per interpretare Lancillotto, una new entry della saga[6]. Successivamente i produttori confermarono che le riprese sarebbero iniziate tra l'inverno 2012 e la primavera 2013[7], e che quindi la pellicola sarebbe arrivata nelle sale statunitensi entro la fine del 2013, e nei primi mesi del 2014 in Europa.

Nel mese di febbraio 2013 venne confermato che Shawn Levy avrebbe diretto il film, mentre le riprese slittarono a causa dell'indecisa partecipazione al film di Robin Williams, che ancora non sapeva se accettare o meno il ruolo[8]. Riguardo all'inizio delle riprese si vociferava che sarebbero cominciate ad ottobre del 2013[9], ma il 10 settembre 2013 venne confermato che le riprese incominceranno a febbraio 2014 tra Vancouver e Londra[10]. Il 18 dicembre 2013 venne ufficializzato il ritorno di Robin Williams[6], mentre a gennaio 2014 completarono il cast Ben Kingsley, nel ruolo del padre di Ak-menrah e Skyler Gisondo, che interpreterà Nick Daley, il figlio di Larry[11].

Il 7 maggio 2014 la 20th Century Fox ha rivelato il titolo del film ma non la trama[12] e il 30 luglio ha diffuso il primo trailer del film[13].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito il 19 dicembre 2014 negli Stati Uniti e Regno Unito[14] e il 28 gennaio 2015 in Italia[15].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Larry Daley, Theodore Roosevelt e Lancillotto entrano in Relativity, litografia di M. C. Escher.
  • In una scena ambientata in un teatro, Hugh Jackman fa un cameo dove imita la postura di Wolverine, da lui interpretato al cinema.
  • Quando Lancillotto presenta il Triceratopo agli altri, l'animale fa il verso di Sambi, il cagnolino meccanico.
  • Mentre Larry e gli altri viaggiano nel pullman, si sente suonare Dancing Queen degli ABBA.
  • Verso la fine del film si può sentire la canzone The Time of My Life di Dirty Dancing - Balli proibiti.
  • Nel film sono presenti delle scene simili, e dei riferimenti dei due film precedenti: Larry trova nel suo armadio il vecchio manuale delle istruzioni ormai strappato, ma riattaccato con il nastro adesivo, una scena nel quadro bianco e nero dell'inseguimento con Sir Lancillotto, che era successo nel secondo film quando Larry fuggiva insieme ad Amelia, mentre poco prima della fine del film, Larry da il bacio da addio a Dexter, ricordando la scena dove Larry bacia Amelia Earhart (interpretata da Amy Adams).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una Notte al Museo 3 - Il segreto del faraone (uscita del DVD italiano), castellalfero.net.
  2. ^ Night at the Museum 3: al lavoro sullo script
  3. ^ Ben Stiller Reveals 'Zoolander' Sequel Secrets; Future of the Fockers and What He Thinks of 'Tower Heist' Co-Star Eddie Murphy as Oscar Host, The Hollywood Reporter, 26 ottobre 2011. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  4. ^ Shawn Levy ci parla di Una Notte al Museo 3, The Three Misfortunes of Geppetto e The Cannonball Run
  5. ^ a b Ricky Gervais Reprising In ‘Night At The Museum 3′, Deadline.com, 18 dicembre 2011. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  6. ^ a b ‘Night At The Museum 3’ In The Works | Access Hollywood - Celebrity News, Photos & Videos, Access Hollywood, 21 gennaio 2010. URL consultato il 29 ottobre 2011.
  7. ^ Jeff Labrecque, Robin Williams leaves behind four upcoming films, Insidemovies.ew.com, 11 agosto 2014. URL consultato il 12 agosto 2014.
  8. ^ Adam Chitwood, Shawn Levy Returns to Direct NIGHT AT THE MUSEUM 3 for December 25, 2014 Release; THE MAZE RUNNER Set to Open February 14, 2014, Collider, 7 febbraio 2013. URL consultato l'8 febbraio 2013.
  9. ^ Una notte al museo 3, ci sarà anche Robin Williams? Le trattative sono in corso
  10. ^ Una notte al museo 3 al via a febbraio
  11. ^ Jeff Labrecque, Robin Williams leaves behind four upcoming films, Insidemovies.ew.com, 11 agosto 2014. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  12. ^ Una Notte al Museo 3: la Fox rivela il titolo ufficiale del film con Ben Stiller
  13. ^ Ben Stiller è tornato: il primo trailer di Una Notte al Museo 3
  14. ^ Una notte al museo 3: il Trailer!
  15. ^ La Fox rimanda l’uscita italiana di L’Amore Bugiardo – Gone Girl e Una Notte al Museo III
  16. ^ Kids Choice Awards 2015: Ecco tutti i vincitori!, su www.gingergeneration.it. URL consultato il 20 aprile 2015.
  17. ^ (EN) Variety Staff, Teen Choice Awards 2015 Winners: Full List, variety.com. URL consultato il 23 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema