Una canzone per te (brano musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una canzone per te
ArtistaVasco Rossi
Autore/iVasco Rossi
GenerePop rock
Pubblicazione
IncisioneBollicine
Data1983
EtichettaCarosello Records
Durata3 min 15 s
Bollicine – tracce
Precedente
Successiva

Una canzone per te è un brano musicale scritto da Vasco Rossi e contenuto nell'album Bollicine pubblicato nel 1983. È considerato un classico del repertorio di Vasco Rossi e una delle sue opere più note.[1][2]

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Come illustrato più volte da Vasco Rossi, Una canzone per te racconta dell'incontro, avvenuto a distanza di anni, con la ragazza che gli aveva ispirato il grande successo Albachiara. Rossi infatti scrisse il brano ispirandosi a una ragazza all'epoca quattordicenne, che dalla finestra di casa vedeva scendere dall'autobus e immaginava respirare «piano per non far rumore». A distanza di quattro anni, quando la ragazza era diventata maggiorenne, Vasco Rossi la incontrò e le rivelò che Albachiara era dedicata proprio a lei: di fronte a questa rivelazione la ragazza rimase incredula e imbarazzata.[3][4]

L'episodio è l'occasione per una riflessione più ampia; Michele Monina scrive infatti che si tratta di un brano dove Vasco parla di come nascano le proprie canzoni:[1] «le mie canzoni nascono da sole / vengono fuori già con le parole». Il brano è stato definito da Dario Salvatori come il manifesto artistico dell'autore.[5]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Il brano ha la forma di una ballata chitarristica.[1] L'arrangiamento inizia con una chitarra elettrica a sei corde arpeggiata[2], a cui nella seconda strofa si aggiungono il basso e la batteria. Subito dopo ha inizio un assolo di sax[2] lungo quasi un minuto, a cui segue una terza strofa; la canzone si conclude con l'ultima strofa cantata da un coro[2] femminile e una breve coda strumentale.

Le parti di chitarra sono suonate da Dodi Battaglia, con il quale Vasco collaborerà più volte.[6][1][7][4][2] Inizialmente la canzone doveva essere incisa dallo stesso Battaglia, ma poi venne deciso uno scambio di brani con Più in alto che c'è, scritto da Rossi e interpretato da Battaglia nell'album omonimo.[4]

Ripubblicazioni e uso come colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il brano è stato ripubblicato nella raccolta Ti amo del 2006. Nel 1998 l'autore ne realizzò una versione remixata, che fu pubblicata come singolo[8][4] e l'anno seguente fu inserita nell'album Sarà migliore. Versioni live del brano sono state pubblicate in Vasco live 10.7.90 San Siro e Tracks.

La canzone compare come colonna sonora nel film Fuochi d'artificio diretto da Leonardo Pieraccioni.[9][4]

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Michele Monina, Vasco. La biografia, Rizzoli, 2006.
  2. ^ a b c d e Marco Antonio Gallico, Fatti di Vasco, Meligrana Giuseppe Editore, 2011.
  3. ^ Vasco si sbottona su Facebook: Albachiara aveva solo 13 anni, in Libero, 5 novembre 2011. URL consultato il 28 settembre 2016.
  4. ^ a b c d e Salvatore Martorana, Capitolo 15 - Una canzone per te, in L'amorale della favola: Le canzoni che hanno fatto la storia di Vasco Rossi, LIT edizioni, 2014.
  5. ^ Dario Salvatori, Dizionario delle canzoni italiane, 2000, pag. 81.
  6. ^ Massimo Cotto, Il grande libro del rock (e non solo). Musica per tutti i giorni dell'anno, Rizzoli, 2011.
  7. ^ Massimo Poggini, Pooh - I nostri anni senza fiato, Rizzoli, 2009, ISBN 978-8817036894.
  8. ^ Vasco Rossi – Una Canzone Per Te Remix '98, su Discogs. URL consultato il 30 settembre 2016.
  9. ^ Fuochi d'artificio, in FilmUp.com. URL consultato il 29 settembre 2016.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica