Un uomo da bruciare (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un uomo da bruciare
Uomodabruciare01.png
Gian Maria Volonté in una scena del film
Titolo originale Un uomo da bruciare
Paese di produzione Italia
Anno 1962
Durata 92
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico, politico, biografico
Regia Valentino Orsini, Paolo e Vittorio Taviani
Soggetto Valentino Orsini, Paolo e Vittorio Taviani
Sceneggiatura Valentino Orsini, Paolo e Vittorio Taviani
Produttore Henryk Chroscicki, Giuliani G. De Negri
Fotografia Antonio Secchi
Montaggio Lionello Massobrio
Musiche Gianfranco Intra
Scenografia Piero Poletto
Interpreti e personaggi

Un uomo da bruciare è un film del 1962, il primo film diretto da Valentino Orsini insieme ai fratelli Taviani, liberamente ispirato alla vita del sindacalista socialista Salvatore Carnevale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore torna nella sua Sicilia e cerca di organizzare le lotte sociali dei lavoratori ma si scontra con gli interessi dei mafiosi.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«centrato sul confronto-scontro tra singolo e gruppo, il film... "riafferma, in quegli anni pacificatori, la necessità della violenza rivoluzionaria" e dimostra la scelta dei registi di superare il neorealismo introducendo nella narrazione elementi di riflessione politica ed esistenziale... recitazione teatralmente accentuata di Volonté. Premio della critica alla mostra di Venezia, in un periodo nel quale l'impegno politico non era tanto di moda.» **½ [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Mereghetti, Dizionario dei film, ed. 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema