Un mattino d'ottobre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un mattino d'ottobre
AutoreGianni Simoni
1ª ed. originale2007
Genereromanzo
Lingua originale italiano
AmbientazioneBrescia, giorni nostri
ProtagonistiCommissario Miceli, ex giudice Petri
SerieLe indagini del commissario Miceli e l'ex giudice Petri
Seguito daCommissario domani ucciderò Labruna

Un mattino d'ottobre è il romanzo d'esordio de Gianni Simoni, pubblicato nel 2007. Ha per protagonisti il commissario di polizia Miceli, prossimo alla pensione, ed il suo amico Petri ex giudice (che come l'autore ha deciso di prepensionarsi dal mondo giudiziario che non riusciva più a sopportare).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un incidente automobilistico perde la vita una bambina, travolta sul marciapiedi da un'auto senza controllo.

Dopo alcune settimane una catena di omicidi accomunati dall'uso di una pistola calibro 22 coinvolge persone che direttamente o indirettamente facevano parte delle famiglie della vittima e dell'autista.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura