Umberto Brindani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Umberto Brindani

Umberto Brindani (Busseto, 4 aprile 1958) è un giornalista italiano, direttore del settimanale Oggi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Filosofia all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1985, ha iniziato la sua carriera al mensile Espansione, passando successivamente al quotidiano finanziario Italia Oggi. Nel 1986 è approdato a Panorama, dove è stato il principale collaboratore del direttore Carlo Rossella, rivestendo la carica di condirettore[1]. Nel 2004 è passato al Gruppo Editoriale Hachette-Rusconi dove ha assunto la direzione di Gente. Nel 2005 è tornato alla Mondadori, dirigendo per un anno il settimanale Chi affiancato dal vicedirettore Alfonso Signorini. Il 16 ottobre 2006 è passato alla direzione di TV Sorrisi e Canzoni, sostituendo Massimo Donelli (passato alla direzione di Canale 5).

A fine 2007 ha partecipato a una polemica a distanza con l'attore e autore satirico Daniele Luttazzi, nata in seguito a una risposta data da Brindani in una rubrica del settimanale, in cui il giornalista criticava il comico approvandone l'allontanamento dagli schermi di La7.[2]

Dal 19 giugno 2008 lascia la direzione di TV Sorrisi e Canzoni (al suo posto subentra Alfonso Signorini) e la Mondadori per approdare alla RCS, dove diventa condirettore di Oggi e direttore di «Tv Oggi». Nel febbraio 2010 è anche direttore del settimanale. Dal giugno 2015 è Direttore responsabile del nuovo settimanale "Reazione a catena".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Letto su Prima Comunicazione, su aziendaedicola.com. URL consultato il 31 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2014).
  2. ^ Luttazzi contro Brindani, su toscatom.wordpress.com. URL consultato il 10 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]