Ulpio Limenio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ulpio Limenio (latino: Ulpius Limenius; floruit 347-349; ... – ...) è stato un politico romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 347 fu prefetto del pretorio in Italia e Africa (questa prefettura venne creata nel 347 da Costante I distaccando l'Illirico) e praefectus urbi; con il consolato del 349 concentrò nelle proprie mani le tre cariche contemporaneamente, come mai accaduto prima. Nel marzo del 349 ricevette una legge da Costante I che proibiva il furto di materiale dalle tombe pagane (Codice teodosiano, ix.17.2).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Potter, David Stone, The Roman Empire at Bay: Ad 180-395, Routledge, 2004, ISBN 0415100577, p. 476.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie