Ulderico Sacchella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ulderico Sacchella
Ulderico Sacchella.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1971 - giocatore
1990 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1955-1959 Brescia 95 (24)
1959-1960 Palermo 22 (2)
1960-1961 Messina 18 (2)
1961-1963 Bari 32 (3)
1963-1966 Monza 71 (11)
1966-1969 Lecce 71 (7)
1969-1971 Crotone 56 (2)
Nazionale
1960 Italia Italia Giovanile 1 (0)
Carriera da allenatore
1974-1977 Siracusa
1977-1978 Turris
1978-1979 Francavilla
1980-1981 Juve Stabia
1982-1983 Gioiese
1983-1984 Ragusa
1986-1987 Fiorentina Vice
1987-1988 Avellino Vice
1988-1990 Ascoli Vice
1990 Como Vice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ulderico Sacchella (Brescia, 11 gennaio 1939Orsenigo, 16 ottobre 1990) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo ala.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposato, aveva due figlie.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nel Brescia, con cui nel campionato 1956-1957 sfiorò la promozione piazzandosi al terzo posto in Serie B dopo la sconfitta nello spareggio con l'Alessandria a Milano. Qui tra il 1955 ed il 1959 gioca 95 partite segnando 24 reti.

Successivamente passa al Palermo, con cui milita in Serie A nella stagione 1959-1960 collezionando 20 presenze e 2 reti.

Passa quindi al Bari, giocando in Serie B nel 1961-1962 e conquistando la promozione in Serie A nella stagione 1962-1963 in Serie B: le presenze saranno 16 per ciuscuna stagione (con 3 reti nella seconda), non venendo confermato per l'annata successiva in massima serie.

Dal 1963 al 1966 gioca nel Monza collezionando 71 presenze ed 11 reti.

Chiude la carriera agonistica in Serie C: prima con la maglia del Lecce (con cui nel campionato 1967-1968 arriverà quarto nel girone C di Serie C, totalizzando 7 reti in 71 presenze dal 1966 al 1969, poi al Crotone dove gioca dal 1969 al 1971.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 marzo 1960 giocò la sua prima ed unica partita con la Nazionale giovanile, Italia-Spagna (3-0).[1] La partita fu disputata a Palermo, la città della squadra in cui militava in quel momento.[2]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un inizio come allenatore per squadre del sud Italia (nel 1982-1983 sostituì a campionato in corso Bruno Jacoboni alla Gioiese, in Serie C2[3]), diventa nella stagione 1986-1987 vice allenatore del suo ex compagno di squadra Eugenio Bersellini, all'inizio alla Fiorentina, per proseguire la collaborazione all'Avellino, all'Ascoli e al Como; qui, mentre dirigeva una seduta di allenamento, muore d'infarto accasciandosi a terra vicino ai giocatori.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Sacchella muore d'infarto a Como ricerca.repubblica.it
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Panini, 2002, pag. 643.
  3. ^ Beltrami, 1983, p. 309

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1984. Modena, Panini, 1983.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1985. Modena, Panini, 1984.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]