Uguccione da Lodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Uguccione da Lodi o Uguçon da Laodho (Lodi?, ... – 1250, terminus post quem) è stato un poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il nome con cui è conosciuto, non è certo che fosse nativo di Lodi: sembra probabile che discendesse da una famiglia nobile di Cremona.

L'unica attribuzione sicura riguarda il poema moraleggiante Libro di Uguçon da Laodho, composto prima del 1265, scritto in veneto e non in lombardo. Il poema consta di due parti, la prima in lasse monorime di versi alessandrini ed endecasillabi, la seconda in novenari a rima baciata, che hanno fatto avanzare l'ipotesi, sull'opera, come risultato di una giustapposizione di due distinti poemi.

Il contenuto del poema didascalico autorizza a pensare che Uguccione scrivesse un testo di propaganda religiosa estraneo alla Chiesa cattolica e la sua figura è stata ritenuta accostabile ai patarini o ai valdesi.

Sono state incertamente accostate al suo nome il Liber Antichristi e la Contemplazione della morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42638031 · ISNI (EN0000 0000 1000 7370 · GND (DE118983660 · BAV ADV12400498 · CERL cnp00402750 · WorldCat Identities (EN42638031