Ucraini in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ucraini in Italia
Luogo d'origineUcraina Ucraina
Popolazione234 354 (2016)
LinguaUcraino, russo, italiano
ReligioneCristianesimo greco-cattolico e ortodosso
Gruppi correlatiDiaspora ucraina

Gli ucraini in Italia sono una comunità migrante di recente formazione e di notevole dimensione, la quinta in Italia nel 2016. Roma, Napoli e Milano sono le tre città di maggiore concentrazione.[1] La maggioranza degli ucraini in Italia si concentra al nord, soprattutto in Lombardia (21,5%), quindi in Campania e in Emilia Romagna.[2] Le loro regioni di provenienza sono quelle dell'ovest dell'Ucraina, attorno alla città di L'viv.[3]

Il numero degli ucraini in Italia è raddoppiato negli ultimi dieci anni, passando da 120 000 nel 2006 a circa 240 000 nel 2016. L'80% degli ucraini in Italia sono donne[4], particolarmente impiegate nella cura della persona anziana (welfare transnazionale).[5][6]

La comunità ucraina in Italia è composta principalmente da donne, in media di 45 anni, laureate, senza figli a carico; parte della famiglia, a cui vanno le rimesse, resta infatti in Ucraina.[7]

Il 70% degli ucraini in Italia ha permesso di soggiorno di lungo periodo.[2]

Mentre la maggior parte degli immigrati ucraini desidera tornare in patria, alcuni optano per rimanere in modo permanente, diventando parte della società italiana a lungo termine.

Dal 2014, con l'invasione russa della Crimea e del Donbass, 4 455 cittadini ucraini hanno fatto domanda di protezione internazionale in Italia, il 50% uomini.[3] Allo stesso tempo, gli ucraini in Italia si sono mobilitati con proteste e marce per sensibilizzare l'opinione pubblica italiana sulla situazione di guerra nel loro paese.[8][9]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Ucraini in Italia

Associazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Teatro amatoriale "Berehynia"[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]