Ubbe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ubbe
Harley MS 2278, folio 48r excerpt.jpg
Scena tratta dalla pergamena Harley MS 2278 raffigurante Hyngwar e Ubbe durante una incursione
Dux dei Frisoni
Stemma
Capo della Grande armata danese
Nome completo Ubbe Ragnarsson
Dinastia Casato di Munsö
Padre Ragnarr Loðbrók ?
Religione paganesimo norreno
Firma Harley MS 2278, folio 48v excerpt.jpg

Ubbe, detto anche Ubbe, Ubba o Hubba (... – seconda metà del IX secolo), era un capo vichingo del IX secolo e uno dei condottieri della grande armata pagana che nel 865 invase i regni Anglo-Sassoni di Northumbria, Mercia, Wessex e Anglia Orientale.

Sebbene le fonti contemporanee catalogassero tutti gli invasori della Grande Armata come dani (intendendo non solo danesi, ma anche norvegesi) e pagani, in realtà nella spedizione erano presenti molti elementi provenienti dalla Frisia, e una fonte afferma che Ubbe stesso era un capo frisone[1]. Tuttavia questa fonte è molto più tarda rispetto agli avvenimenti di cui parla ed è l'unica a identificare Ubbe come un frisone. Quindi, in mancanza di altre conferme, potrebbe trattarsi soltanto di una falsa e tarda attribuzione. In alcune saghe era uno dei figli del semi-leggendario re svedese Ragnarr Loðbrók. Insieme ai fratelli Halfdan e Ivar il Senza Ossa guidò il Grande esercito. Fu ucciso dall'esercito del Wessex nella battaglia di Cynuit nel Somerset (878). Nel nono libro del Gesta Danorum di Saxo Grammaticus Ubbo è figli illegittimo di re Regnerus Lothbrog, nato da una donna di più umili origini. Istigato dal nonno materno Hesbernus, Ubbo fa guerra al padre, nei confronti del quale nutre grande astio. Regnerus sconfigge il figlio, quindi si riappacifica con lui e gli tribuisce grandi onori.

Nella cultura popolare[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Ubbe (trascritto come Ubba) appare, insieme ai fratelli Ivar il Disossato e Halfdan nel romanzo di Bernard Cornwell L'ultimo regno, da cui è stata tratta l'ononima serie TV The Last Kingdom. Appare anche nella serie Vikings, dove è figlio di Ragnar Loðbrok e Aslaug Sigurdsdóttir.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Historia de Sancto Cuthberto, metà del XI secolo

BIbliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Saxo Grammaticus, Gesta regum danorum

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]