USB Killer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un USB Killer

USB Killer è un dispositivo con le sembianze di una chiavetta USB che manda sovraccarichi di alta tensione nel dispositivo alla quale è connessa, danneggiandone i componenti hardware. Il dispositivo è stato creato con lo scopo di testare la protezione dei componenti da spike e scariche elettriche. Tuttavia, il dispositivo non ha generato molto interesse.[1]

Solitamente, il dispositivo è citato negli articoli per allarmare i lettori contro la pericolosità di inserire chiavette USB di provenienza sconosciuta nel proprio dispositivo.[1][2][3]

Meccanismo[modifica | modifica wikitesto]

L'USB Killer raccoglie l'alimentazione dalla fonte di alimentazione del dispositivo al quale è connesso nei suoi condensatori, finché non raggiunge un'alta tensione da scaricare successivamente nei pin dati.[1] Sia la versione 2 che la 3 dell'USB Killer generano da 215 a 220 Volt.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) USB Killer: A device that can destroy a PC in seconds, su deccanchronicle.com, 12 settembre 2016. URL consultato il 5 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Lucian Armasu, 'USB Killer 2.0' Shows That Most USB-Enabled Devices Are Vulnerable To Power Surge Attacks, su tomshardware.com, 9 settembre 2016. URL consultato il 5 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Doug Bolton, Russian computer researcher creates the 'USB Killer' thumb drive that will fry your computer in seconds, su independent.co.uk, 16 ottobre 2015. URL consultato il 5 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Brian Benchoff, The USB Killer, Version 2.0, su hackaday.com, 10 ottobre 2015. URL consultato il 5 gennaio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica