UGC 9618

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arp 302
Galassie interagenti
UGC 9618, Chandra + Hubble.jpg
Arp 302 (Telescopi spaziali Hubble e Chandra)
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneBoote
Ascensione retta14h 57m 00.4s[1]
Declinazione+24° 36′ 44″[1]
Distanza473000000 a.l.
(145000000 pc)
Magnitudine apparente (V)14,3[1]
Redshift0,034505
Caratteristiche fisiche
TipoGalassie interagenti
Altre designazioni
APG 302, VV 340, CGCG 1454.7+2448, KPG 446, UGC 9618, UGC 9618N/UGC 9618S
Mappa di localizzazione
UGC 9618
Boötes IAU.svg
Categoria di galassie irregolari

Coordinate: Carta celeste 14h 57m 00.4s, +24° 36′ 44″

Arp 302 (APG 302) è una coppia di galassie interagenti situata in direzione della costellazione del Boote alla distanza di 347 milioni di anni luce dalla Terra.

Catalogata nell'Atlas of Peculiar Galaxies redatto dal Halton Arp nel 1966, per il suo aspetto particolare è soprannominta Galassia Punto Esclamativo (Exclamation Point Galaxy)[2][3].

È formata da due galassie spirali, la UGC 9618 N (da Nord) vista di taglio (edge-on) e la UGC 9618 S (da Sud) vista di faccia (face-on). Le due galassie sono particolarmente ricche di gas e sono colte nello stadio iniziale dell'interazione. Dal gas viene sprigionata un'enorme quantità di radiazione infrarossa a causa della massiccia attività di formazione stellare. Questo tipo di galassie sono infatti del tipo galassia luminosa all'infrarosso (o LIRG)[2].

Il 20 gennaio 2012 nella galassia UGC 9618 S è stata individuata una supernova di tipo Ia catalogata come SN 2012M[4][5].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c SIMBAD - UGC 9618 -- Interacting Galaxies
  2. ^ a b NASA Administrator, Cosmic Exclamation Point, su NASA, 27 maggio 2015. URL consultato il 26 aprile 2016.
  3. ^ UGC 9618, su sci.esa.int. URL consultato il 26 aprile 2016.
  4. ^ Administrator, SN 2012M in pgc53433 - 20 gennaio 2012, su italiansupernovae.org. URL consultato il 26 aprile 2016.
  5. ^ SN 2012M | Transient Name Server, su wis-tns.weizmann.ac.il. URL consultato il 26 aprile 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari