U.s.u.r.a.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
U.s.u.r.a.
Paese d'origineItalia Italia
GenereDance
Techno
Periodo di attività musicale1991 – 1998
Album pubblicati1
Studio1

Gli U.s.u.r.a. sono stati un progetto dance italiano, nato a Padova nel 1991 ad opera del proprietario della Time Records Giacomo Maiolini, coadiuvato dai produttori Claudio Varola, Alessandro Gilardi, Claudio Calvello e Walter Cremonini. La formazione iniziale vedeva la presenza anche di Michele Comis e della vocalist Elisa Spreafichi, oltre che del già menzionato Calvello.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 1992 venne lanciato il primo singolo del gruppo, intitolato Open your mind. La canzone nacque da un’idea del D.J. Claudio Calvello e fu costruita effettuando una serie di campionamenti basati sulla hit dei Simple Minds New Gold Dream, cui si unirono, rispettivamente: una frase importata dal film del 1990 Atto di forza, un breve spezzone del singolo Solid degli Ashford & Simpson e, infine, l'abbaiare di un cane (preso a sua volta da Acappella Sunshine dei Rockers Revenge)[1]; i succitati sample furono innestati su una base di tipo techno-dance, e al tutto venne aggiunto un inedito giro di basso. Il brano riuscì ben presto a imporsi nel panorama musicale di settore, tanto da entrare per la prima volta in una classifica dance già il 31 ottobre: in quella data fece infatti il suo ingresso nella top 20 della Deejay Parade, dove sarebbe rimasto sino al marzo del 1993[2].

Sempre nel 1993 uscirà anche il secondo singolo Sweat, che conquisterà un più che onorevole quarto posto nella classifica italiana, pur senza attestarsi sui livelli di vendita del lavoro precedente[3]. A settembre dello stesso anno sarà poi la volta di Tear It Up, terzo capitolo discografico del gruppo patavino.

A questo periodo risalgono anche i remix di numerose canzoni, fra cui le hit del rocker Vasco Rossi Gli spari sopra e Delusa (al numero uno per quattro settimane) e Non ci spezziamo degli 883. A chiudere l'annata troviamo infine i remix realizzati per un altro progetto dance nostrano, Jinny, ascrivibile sempre ai produttori Varola, Gilardi e Cremonini: a essere remixate, in questo caso, saranno le due hit Feel the rhythm e One more time, presenti anch'esse nella top annuale dei singoli più venduti in Italia.

Del 1994 è il singolo Drive me Crazy, registrato con la collaborazione della cantante Nicole McCloud.

Nel 1995 sarà poi la volta di Infinity, frutto della collaborazione con un altro storico gruppo dance italiano, i Datura, e assurto col tempo al rango di vero e proprio anthem di entrambi i progetti.

Sull'onda del successo ottenuto, la band continuerà a sfornare singoli di discreto successo come The Spaceman, nel 1995, e l'anno successivo Flying High e In the Bush.

Nel 1997 va segnalato un omaggio a firma del Dj Quicksilver, autore di un apprezzato remix del loro pezzo d'esordio Open your mind.

La parabola del gruppo troverà il proprio epilogo nel 1998, con la pubblicazione dell'ultimo singolo Trance Emotions.

Membri del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Gilardi
  • Walter Cremonini
  • Claudio Varola
  • Elisa Spreafichi
  • Michele Comis

Principali collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Remix[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Whosample, https://www.whosampled.com/U.S.U.R.A./Open-Your-Mind/.
  2. ^ Djp, https://www.djp.it/forum/index.php?showtopic=10814.
  3. ^ HitParade Italia, http://www.hitparadeitalia.it/indici/per_interprete/au.htm.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN157285146 · ISNI (EN0000 0001 2193 2606 · LCCN (ENno2010168002 · BNF (FRcb139631847 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2010168002
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica