Tylocephale gilmorei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tylocephale
Tylocephale skull.jpg
Illustrazione del cranio di Tylocephale
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Superordine Dinosauria
Ordine † Ornithischia
Sottordine † Pachycephalosauria
Famiglia † Pachycephalosauridae
Genere Tylocephale
Maryańska & Osmólska, 1974
Nomenclatura binomiale
† Tylocephale gilmorei
Maryańska & Osmólska, 1974

Tylocephale (il cui nome significa "testa gonfia", dal greco antico, τυλη che significa "callo" o "gonfiore" e κεφαλη che significa "testa") è un genere estinto di dinosauro pachycephalosauride vissuto nel Cretaceo superiore, circa 80-70 milioni di anni fa (Campaniano), in quella che oggi è la Mongolia. L'unica specie ascritta a questo genere è T. gilmorei.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Tylocephale è un dinosauro erbivoro bipede di piccolo dimensioni, con una lunghezza stimata di circa 1,40 metri (4,6 piedi). Nonostante le piccole dimensioni questo animale vanta la più grande cupola cranica tra i pachycephalosauri noti. La funzione di questa enorme cupola era quasi sicuramente per display sessuale: forse nei maschi la cupola era vivacemente colorata (vedi immagine) e serviva per attrarre le femmine e spaventare i maschi rivali. Tuttavia, recenti studi hanno convalidato l'uso della cupola come strumento di lotta tra i maschi, che si prendevano a testate per la supremazia del territorio o per aggiudicarsi il diritto di accoppiarsi con le femmine.[1]

Questo animale visse durante il Campaniano, tra gli 80 e i 70 milioni di anni fa, in quello che già allora era il deserto della Regione di Khulsan, in Mongolia. Qui i paleontologi rinvennero la specie tipo, T. gilmorei descritta da Maryanska e Osmólska, nel 1974.[2]

Come la maggior parte dei dinosauri asiatici, anche i pachycephalosauridi, evolutisi in Asia, migrarono in Nord America quando i due continenti vennero a contatto quindi è probabile che gli antenati di Tylocephale migrato di nuovo in Asia, o rimasero sempre in Asia invece di migrare in Nord America. L'animale sembra essere strettamente imparentato con il genere Prenocephale.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0021422
  2. ^ Sullivan, R.M (2006). "A taxonomic review of the Pachycephalosauridae (Dinosauria: Ornithischia)." in: Lucas, S. G. and Sullivan, R.M., eds., (2006), Late Cretaceous vertebrates from the Western Interior. New Mexico Museum of Natural History and Science Bulletin 35.
  3. ^ Dougal Dixon, The world encyclopedia of dinosaurs & prehistoric creatures, Hardback, London, Lorenz, 2007, p. 357, ISBN 978-0-7548-1730-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Dinosauri Portale Dinosauri: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di dinosauri