Two World Trade Center

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il "2 World Trade Center" distrutto nel 2001, vedi Torre Sud.
Two World Trade Center
2WTC Jan2013.jpg
Il 2WTC nel gennaio 2013
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
LocalitàNew York
Indirizzo200 Greenwich Street
Coordinate40°42′43.52″N 74°00′39.6″W / 40.71209°N 74.011°W40.71209; -74.011Coordinate: 40°42′43.52″N 74°00′39.6″W / 40.71209°N 74.011°W40.71209; -74.011
Informazioni generali
CondizioniIn stallo
Costruzione1º giugno 2010 - 2020
Inaugurazione11 settembre 2021
Usouffici
AltezzaAntenna/guglia: 411,60 m
Tetto: 387 m
Piani81
Area calpestabile220.000 m²
Ascensori30
Realizzazione
Costostima $ 2,9 miliardi
ArchitettoNorman Foster
IngegnereWSP Cantor Seinuk
CostruttoreTurner Construction Company
ProprietarioSilverstein Properties Inc.
CommittenteTurner Construction

Il Two World Trade Center (conosciuto anche come 200 Greenwich Street) è un grattacielo di 81 piani in costruzione a New York come parte del nuovo complesso del World Trade Center. La torre si trova nell'angolo nord-est del sito del World Trade Center, dove un tempo sorgeva l'originale 5 World Trade Center. Una volta completato, il 2 WTC sarà il terzo grattacielo più alto di New York

Occupazione dell'edificio[modifica | modifica wikitesto]

Il WTC 2 avrà una altezza di 387 m, con un treppiede a forma di antenna che permetterà all'edificio di raggiungere un'altezza totale di 411 m.[1] L'originale WTC 2 (spesso denominato torre sud) era alto 415 m. L'ingegnere strutturale dell'edificio è il WSP Cantor Seinuk di New York. La torre sarà costituita da 60 piani di uffici, 4 piani commerciali, 5 livelli di vendita al dettaglio e 11 pavimenti meccanici.[2] Dentro il grattacielo 220.000 m² saranno destinati ad uffici e altri 12.000 m² per negozi al dettaglio.

Progetto[modifica | modifica wikitesto]

Progettato inizialmente dallo Studio Foster, l'edificio doveva avere un tetto spiovente che si componeva di quattro diamanti inclinati verso il National September 11 Memorial & Museum.

In seguito all'interesse del gruppo News Corporation, l'edificio venne completamente riprogettato dallo Studio di Bjarke Ingels[3], secondo il quale l'edificio ha ora una facciata per lo più di vetro caratterizzata da una forma a blocchi come una ziqqurat[4]. Al fine di integrare l'idea di Daniel Libeskind del cuneo di luce, la forma della torre è stata ritirata indietro dalla strada in modo che ogni 11 settembre una raggio di luce illuminerà un punto preciso del memoriale che corrisponde al punto dove il primo aereo si schiantò quel giorno. Tuttavia, in seguito al venir meno delle trattative con il locatario, la costruzione subì una sospensione che dura tutt'oggi.

Secondo il proprietario del futuro edificio Larry Silverstein, nessuno dei due disegni è stato accantonato, ma verrà scelto insieme ai futuri affittuari del palazzo.

Il Two World Trade Center è stato progettato per essere sia sicuro che rispettoso dell'ambiente, come tutte le altre torri del nuovo complesso del WTC. Le misure di sicurezza comprendono scale in acciaio e cemento armato, un nucleo centrale in calcestruzzo che protegge le scale, ascensori e impianti idraulici, luci di emergenza e vernice fluorescente[2]. L'edificio dovrebbe inoltre ottenere la certificazione LEED.

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione delle fondamenta del 2 WTC è iniziata il 1º giugno 2010 ed è durata fino alla fine del 2011[5]. Nell'estate del 2011 sono state installate due gru necessarie per la costruzione. Il 29 settembre 2011, il 2 WTC ha raggiunto il livello della strada e, all'inizio del 2012, le fondamenta dell'edificio sono state completate, potendo così cominciare il lavoro sulla struttura sovrastante.

La data scelta per l’inaugurazione è simbolica: 11 settembre 2021, ovvero il 20º anniversario degli attentati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura