Turrican 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turrican 3
videogioco
Turrican3.jpg
Il boss del primo livello
Piattaforma Amiga, Mega Drive
Data di pubblicazione Amiga: 1993
Mega Drive: 1994
Genere Piattaforme, Sparatutto a scorrimento
Tema Fantascienza
Sviluppo Factor 5
Pubblicazione Renegade Software, Rainbow Arts, Data East
Serie Turrican
Modalità di gioco Singolo giocatore
Periferiche di input Joystick
Supporto Dischetto, cartuccia
Preceduto da Turrican II: The Final Fight

Turrican 3 è un videogioco a piattaforme facente parte della serie di videogiochi Turrican.

L'ultimo capitolo, non più curato da Manfred Trenz, presenta comunque sempre le musiche di Chris Hülsbeck che contribuiscono a creare la giusta atmosfera. Rispetto ai primi due, è quasi assente l'elemento esplorazione e ci sono meno livelli,inoltre lo sparo a rotazione viene rimosso e sostituito da una corda con rampino utile per raggiungere punti elevati.

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

« Eoni sono passati, dal momento che l'umanità ha avuto notizie della malvagia macchina. Ma ora, dopo molte generazioni che hanno goduto della libertà e della pace nella galassia, le forze oscure si sono riassemblate. In un gesto di terrore della macchina distrugge decine di pianeti e rende schiavi centinaia di popoli pacifici. Le loro grida sono arrivate agli estremi confini della galassia, solo una forza rimane che può salvare le loro anime perse: i combattenti coraggiosi della forza della libertà, Gli uomini guidati da Bren McGuire iniziano questa lotta per gli innocenti, Bren riceve l'ultimo messaggio di una ragazza giovane e bella che piange in preda alla disperazione, entra nella sua tuta d'assalto Turrican. Un guerriero solitario contro le orde del male della macchina. salta fuori dalla nave per affrontare la sfida finale. »

(L'introduzione del videogioco)

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Armi[modifica | modifica wikitesto]

In Turrican 3 viene rimosso lo sparo a rotazione a 180° presente nei capitoli precedenti, e vengono aggiunte nuove armi.

  • Multiple shot, sparo classico a "goccia" potenziabile 3 volte.
  • Rebound, un colpo triplo, uno centrale e due che seguono i muri del livello.
  • Laser, l'arma più potente di colore verde con tre potenziamenti.
  • Homing Missile, due missili a ricerca automatica, in aggiunta all'arma in dotazione.
  • Granate a grappolo, vengono rilasciate in modalità giroscopio. Esplodono all'impatto.
  • Giroscopio, lo sprite principale viene trasformato, in un periodo limitato, in una sfera invincibile controllabile solo a destra e sinistra.
  • Frusta con rampino, non una vera e propria arma. Tenendo premuto il pulsante di sparo viene attivata. Serve a raggiungere zone inacessibili senza.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

I crediti per Turrican 3 vanno a:

  • Distribuzione (Mega Drive): Data East / Sony Imagesoft
  • Distribuzione (Amiga): Rainbow Arts / Renegade Software
  • Design: Frank Matzke, Thomas Engel, Julian Eggebrecht, Willi Bäcker e Lutz Osterkorn
  • Programmazione: Peter Thierolf e Thomas Engel
  • Grafica: Frank Matzke e Ramiro Vaca
  • Copertina: Celal Kandemiroglu
  • Musica (Amiga): Chris Huelsbeck

La gestazione del progetto è stata alquanto travagliata: Turrican3 nasce infatti come Mega Turrican su Sega Mega Drive e viene realizzato dal team che lo ha reso celebre su Amiga, ovvero Factor 5.

L'idea era inizialmente di creare un reale seguito della saga su Amiga, ma la pirateria dilagante e il mercato in chiara flessione suggerirono di optare per la console di Sega[senza fonte]. È a questo punto che entra in gioco Neon software: il team guidato da Peter Thierolf, programmatore ben noto al pubblico amighista per i suoi trascorsi in Kaiko (la software house di Chris Huelsbeck) chiese ed ottenne di poter realizzare un porting per Amiga del titolo Mega Drive, che nel frattempo per dei problemi legali era stato rinviato. La prima versione ad uscire fu quella per Amiga, pubblicata nel 1993 da Rainbow Arts in Germania e da Renegade Software nel resto dell'Europa, presentava una grafica meno curata rispetto a quella della console SEGA. La versione Mega Drive venne invece pubblicata nel 1994 da Data East. Nel 2004 viene convertito non ufficialmente per piattaforma Commodore 64 dal gruppo Smash designs.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi