Turok: Dinosaur Hunter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turok: Dinosaur Hunter
videogioco
Piattaforma Nintendo 64, Microsoft Windows
Data di pubblicazione Nintendo 64:

Stati Uniti 28 febbraio 1997
Europa 1º marzo 1997

Microsoft Windows: 30 novembre 1997
Genere Sparatutto in prima persona
Tema Fumetto, preistoria
Sviluppo Iguana Entertainment
Pubblicazione Akklaim Entertainment
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Tastiera, Gamepad
Supporto 64 Mbit Cartridge, CD-ROM
Fascia di età PEGI: 15 +
ESRB: Mature (M)
BBFC: 15

Turok: Dinosaur Hunter è uno sparatutto in prima persona per Nintendo64 e Microsoft Windows creato da Acclaim Entertainmant, basato sulla serie di fumetti Turok. Il gioco uscì il 28 febbraio 1997 negli USA e il 1º marzo 1997 in Europa per Nintendo 64, mentre per Microsoft Windows uscì indistintamente il 30 novembre 1997. Un reboot del videogioco ottimizzato per sistemi moderni, è uscito a Dicembre 2015.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Uno stregone, grazie ad un'arma incredibilmente potente, ovvero il Cronoscettro, vuole far tornare l'umanità alla preistoria. Tal'Set (Turok), un nativo americano, torna indietro nel tempo in un mondo perduto per sconfiggere lo stregone. Sulla sua strada sconfigge dinosauri di ogni genere (dai velociraptor dei primi livelli al tirannosauro), mostri di varie dimensioni e indigeni, raccogliendo oggetti e superando ostacoli.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è uno sparatutto in prima persona. Turok può saltare, accovacciarsi, muoversi in quattro direzioni e mirare. Ci sono varie armi da raccogliere durante il gioco con relative munizioni. Alcune di esse sono reali, altre di fantasia. Ogni livello è molto grande e bisogna impiegare molto tempo per completarlo totalmente. Infatti in ogni livello sono presenti oggetti necessari per accedere ai livelli successivi attraverso dei portali. Oltre a mostri e indigeni, i nemici di Turok sono soprattutto i dinosauri, di ogni dimensione e specie. Sono presenti anche labirinti e grotte più o meno complesse che possono essere superate con l'ausilio di una mappa. Il gioco è caratterizzato da nebbia che impedisce di vedere oltre un certo raggio d'azione, inoltre sparando al nemico in diverse parti del corpo le animazioni di morte cambieranno.

Il gioco forniva supporto per le schede 3dfx, vantando una grafica superiore ai giochi non accelerati.

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi